A1M GARA 2 5°8°

CARISA RN SAVONA-RARI NANTES BOGLIASCO 4-5

(0-1, 0-3, 1-0, 3-1)

CARISA RN SAVONA Antona, Alesiani 2, Damonte, Colombo 1, L. Bianco, Pesenti , Mistrangelo 1, Fulcheris, G. Bianco, Tomasic, Agostini, Fiorentini, Missiroli. All. Angelini

RARI NANTES BOGLIASCO Prian, De Trane 2 rig., A. Di Somma 1, Azzarini, E. Di Somma 1, Ravina, Loomis, Puccio, Boero, Guidaldi, E. Novara, Deserti 1, Pellegrini. All. Bettini

Arbitri Centineo – Lo Dico

Commissario di campo Salino

Note Superiorità numeriche Savona 2/13, Bogliasco 1/8 e due rigori. Usciti per tre falli: Boero (B) nel terzo tempo, Ravina (B) nel quarto. Spettatori 200.

Rariazzurra alla Zanelli per giocare gara 2 semifinale 5°-8°. Formazione rimaneggiata per l’assenza di Gavazzi e Guidi impegnati con la Nazionale under 17 al Torneo di Baku e Monari che sconta la squalifica di due giornate: dentro i giovani Azzarini, Puccio ed Ettore Novara. Irriducibili presenti.

Partiti. Un tiro per parte, poi la prima palla va dentro su rigore, lo conquista Deserti e lo trasforma De Trane. Bogliasco in vantaggio 0-1. Parano i portieri. Doppia superiorità numerica per il Savona: palla sulla traversa. Poi nuoto e lotta ma le saracinesche delle rispettive porte sono chiuse.

Secondo tempo. Lavora bene la difesa bianco-azzurra ed in attacco conquista importanti superiorità numeriche. Arriva il raddoppio proprio a uomo in più: schema perfetto, palla sul palo e gol del capitano Deserti servito al millimetro da Edoardo Di Somma 0-2. Rigore per il Bogliasco per fallo grave in aerea su azione di superiorità: braccio caldo e californiano, De Trane 0-3.A 1.48 dal termine della seconda frazione Mistrangelo rompe il digiuno savonese, ma il gol non è valido, perché un alzo e tiro dentro i cinque metri. Chiude il gran gol di Edoardo Di Somma, uno dei suoi, alto fino al costume, a schiacciare in rete, questa volta però da posizione uno 0-4.

Cambio campo. Ancora una frazione in cui si nuoto e si lotta, tante espulsioni ma nessuno la mette dentro. Ci pensa Alesiani a 1.20 dal termine a sbloccare la situazione della sua squadra: sfrutta l’ottavo uomo in più a favore e soprattutto sblocca lo zero savonese 1-4. Ancora espulsioni a favore dei padroni di casa: Boero definitivo a 12 secondi dal termine definitivo.

Ultimo tempo. Passano due minuti ed il Savona si fa sotto con Colombo 2-4. Due superiorità consecutive a loro favore che non portano a nulla se non all’espulsione definitiva di Ravina. Mistrangelo accorcia 3-4. A un minuto dal termine palla al Savona e superiorità, Prian per due volte determinante, ma non basta arriva il gol del pareggio del Savona con Alesiani 4-4. Ma quando è giusto è giusto e Alessandro Di Somma con un gran gol regala la vittoria alla Rariazzurra e l’accesso a gara 3 che si gioca domani alle ore 19 sempre qui alla Zanelli.

Daniele Bettini allenatore Rari Nantes Bogliasco:-“Mi devo sedere: ecco ora posso dire, che gioia. Sono contento e d orgoglioso di questa squadra, lo sono sempre stato. Nelle difficoltà più assurde abbiamo di nuovo giocato una bella pallanuoto fino a che ci siamo spenti. Abbiamo smesso di credere nel nostro gioco e di essere propositivi. Forse pensavamo che sul 4-4 il Savona se ne fosse andato invece abbiamo difeso alla stragrande. Tutta la partita è stata impostata su una difesa strepitosa, il nostro portiere ha parato tutto quello che c’era da parare. Sono davvero contento perché è venuto fuori il dna del Bogliasco ed è quello che chiedo ai ragazzi, sacrifici assurdi, veniamo qui a Savona a vincere e non ricordo storicamente da quanto tempo non succedeva. Però, lo devo dire, domani mi perdo la partita della Rarirosa ma è un sacrificio che faccio volentieri. Questo è il Bogliasco: il sacrificio nel sangue. Il nostro obiettivo è l’Europa, dobbiamo crederci e migliorarci. Abbiamo fatto tanto e dobbiamo fare ancora meglio. Stasera dovevamo chiuderla prima. Domani è un’altra storia, anzi sarà un altro sport. Sarà battaglia: noi ancora in emergenza, loro punti nell’orgoglio, voglio che ci sia di nuovo questo Bogliasco e questo gruppo che è meraviglioso. L’abbraccio con Angelini? Alberto è un amico al di là della pallanuoto anzi è l’amico”.

Ufficio Stampa Rari Nantes Bogliasco