Centrata una storica promozione in A/2 oltre alla conquista dei playoff ! Grazie alla squadra,alla società ed ai tifosi “trinomio” dei nostri successi. Quest’anno ci divertiremo ancor di più rispetto al passato – queste le parole ….

 

del “presidentissimo” Giuseppe PIERINI – nel Numero 1 di “Timeout” l’House -Organ ad inizio stagione ed i fatti,grazie ad i suoi pronistici,alla sua profezia gli hanno dato ancora una volta ragione. Al suo 8^ anno di reggenza in seno al club gialloblu leopardiano, Giuseppe PIERINI é stato l’uomo della svolta che con grande competenza , lungimiranza, sagacia,entusiasmo e passione ha segnato la storia della società di Via F.lli Farina portandola dalla Serie C/1 (era l’anno 2008) al ritmo di 4 promozioni a biennio alla prossima A/2 Unica  oltre all’accesso agli ottavi di finale playoff,traguardi utopici,impensabili fino a qualche anno fa ma ora diventati splendida realtà.
E come promesso,al termine della stagione conclusasi a gara-3 negli ottavi di finale playoff per il salto in A/1 nella “bella” persa  contro  Ferentino , il “presidentissimo” non é voluto esimersi fornendo il suo pensiero in merito alle esternazioni del coach Giancarlo Sacco:
“Ritengo opportuno – dice il presidente Pierini – finito il campionato , chiarire alcuni aspetti riguardanti le dichiarazioni d’addio dell’allenatore Giancarlo Sacco in riferimento all’articolo del 22 Aprile 2015 ed ai successivi video. Vorrei ribadire in primo luogo che due giorni prima dell’inizio dei playoff tali dichiarazioni mi sono sembrate inidonee,non corrette, inadatte e controproducenti, infondate nella fattispecie ed inopportune al momento; non tanto nei miei confronti,quanto per la squadra che era proiettata verso i playoff con grande entusiasmo e massima concentrazione ed aveva bisogno di tutt’altre esternazioni da parte del proprio coach.
Per quanto mi riguarda , nei miei 8 anni di presidenza,il mio obiettivo é stato sempre quello di salvaguardare e difendere l’operato dei giocatori e di tutto lo staff compreso il coach ! Non ho mai fatto dichiarazioni pubbliche lesive nei loro confronti. E’ chiaro che un presidente nel privato é obbligato e legittimato a fornire direttive societarie, a fare domande tecniche al proprio coach per sollecitare ed eventualmente  risolvere eventuali disfunzioni senza mai prevaricare e/o dare soluzioni tecniche in merito. E’ chiaro che il coach é l’unica figura autorizzata a prendere le decisioni e le soluzioni tattiche che ritiene opportune in fase di preparazione delle partite,il tutto sempre nella sfera privata e nel rispetto dei ruoli e degli incarichi e competenze di ognuno. Come recita un vecchio proverbio… i panni sporchi si lavano in casa propria.
In effetti mi sarei aspettato che tali dichiarazioni-rese pubbliche- che ritengo tra l’altro infondate non avendo un nesso di verità (secondo il sottoscritto le motivazioni sono altre) , fossero state esternate al sottoscritto in privato e poi come hanno detto in molti-per il bene della squadra- il coach stesso poteva benissimo aspettare la conclusione dei playoff,come sta facendo ora il sottoscritto”.
Chiusa e chiarita la parentesi relativa alle esternazioni del coach leopardiano il “patron” non poteva che ringraziare gli artefici di questa magica annata.
“Colgo l’occasione per ringraziare tutti i tifosi, il sesto uomo in campo , sempre più numerosi e calorosi in ogni partita. Sono stati meravigliosi,con i loro cori e le loro coreografie coinvolgenti; con la loro passione e il loro affetto hanno sempre dato un grande sostegno alla squadra anche in trasferte lontane. Grazie al loro entusiasmo,abbiamo raggiunto un altro traguardo storico che é l’A/2 !”.
E “dulcis in fundo”  i ringraziamenti a loro, i protagonisti di questo storico traguardo che rimarrà negli annali del club gialloblu leopardiano.
“Un grazie a tutto il roster, a tutti i giocatori che hanno dato il loro contributo per raggiungere questo storico traguardo,lottando in ogni partita sempre con il cuore, con il massimo impegno,spirito di gruppo e sacrificio, fino alla fine  credendo nel sogno e centrando anche i playoff ,la ciliegina sulla torta finale. Sono stati meravigliosi ! Un ringraziamento al coach per la sua professionalità ed il suo impegno profuso per il raggiungimento di un obiettivo storico-con qualche dovuta riserva per quanto concerne il profilo comportamentale alla fine della stagione agonistica-,infine un grazie allo staff tecnico,medico e dirigenziale che con diligenza , abnegazione e spirito di sacrificio ha fatto sistema raggiungendo l’obiettivo finale,ovvero, l’A/2 UNICA 2015/2016 !”.