Umberto Scandola e Guido D’Amore vincono il 22° Rally Adriatico.

E’ stata una gara perfetta. La terra del Rally Adriatico si conferma ideale per Umberto Scandola, Guido D’Amore e la Fabia Super 2000. Al comando fin dalla prima prova speciale i portacolori di ŠKODA Italia Motorsport si confermano i migliori in otto tratti cronometrati. Con questa vittoria sono tre consecutive a Cingoli (MC): 2013, 2014 e 2015. Nel Campionato si risale in seconda posizione.

Grande soddisfazione per il team ŠKODA Italia Motorsport. La terza gara del Campionato Italiano Rally porta la firma di Umberto Scandola e Guido D’Amore. Una vittoria sudata ma che, tempi alla mano, non è mai stata messa in discussione. Più veloci nello shakedown, primi nelle prime sei prove speciali e poi una condotta di gara attenta per amministrare il vantaggio e parare gli ultimi attacchi degli avversari con altri due successi parziali.

Il Rally Adriatico in provincia di Macerata era una tappa importante per guadagnare punti e risalire nella classifica del Campionato e i portacolori di ŠKODA Italia non se la sono lasciata scappare. Umberto Scandola, veronese 31 anni e Guido D’Amore, 42 anni imperiese, sono ritornati sul gradino più alto del podio, proprio nel rally che hanno vinto consecutivamente nelle ultime due edizioni.

La terra, fondo dell’Adriatico, esalta le qualità di guida e riduce leggermente le differenze prestazionali delle vetture. Questa è una delle chiavi di lettura della grande prestazione dell’equipaggio ma anche di tutta la squadra e dell’affidabilità della Fabia S2000 ancora competitiva nei confronti delle vetture turbo. Al Rally del Ciocco (LU) e Sanremo (IM) era mancato il risultato finale ma i tempi facevano presagire che il grande risultato sarebbe arrivato quanto prima e così è stato.

Umberto e Guido non trattengono l’emozione sul podio: “Ci voleva proprio. Volevo farmi un regalo e condividerlo con la squadra. Siamo stati tutti perfetti, il grande risultato abbiamo iniziato a costruirlo nei test e poi siamo cresciuti durante la gara. Dopo alcuni mesi dall’ultima vittoria ritorniamo protagonisti e riapriamo il Campionato”. Alle parole di Umberto si aggiungono quelle di Guido “Non è stata facile come sembra, i distacchi sono sempre stati contenuti ma Umberto ha guidato veramente bene e con una tranquillità da grande campione. Volevamo ricordare agli avversari che noi ci siamo sempre e questo mi sembra il risultato migliore per confermarlo”.

Con i 15 punti conquistati Scandola-D’Amore salgono in seconda posizione nel Campionato Italiano Rally. Prossimo appuntamento dal 28 al 30 maggio per la 99° Targa Florio. Si ritorna sull’asfalto delle veloci prove speciali siciliane, nella gara più “vecchia” del mondo. Atteso il solito bagno di pubblico dei grandi eventi. E le sorprese potrebbero continuare.

ŠKODA Italia Motorsport