Giornata fruttuosa per la Thermotechnick Bollate, che lascia a zero gli avversari, chiudendo entrambi gli incontri prima del termine regolare.
Nella prima partita, per il Bollate, il ruolo di protagonista è conteso da Greta Cecchetti e Giorgia Fumagalli. Greta, in pedana di lancio per tre riprese, seguita da Laura Bigatton, lascia a zero valide le avversarie con sei strike out in tre riprese, mentre Giorgia mette a segno nel box un punteggio di 3 su 4, con due doppi, un punto e quattro rbi. Il secondo incontro, invece, vede il Rovigo, con Sara Temporin in pedana di lancio, gestire bene lo scontro con il Bollate fino alla sesta ripresa, quando cinque basi ball, due valide e i sei punti conseguenti, vanno a sommarsi al primo, segnato in inizio di partita. Il tabellino di gara segna solo due errori per le bollatesi, mentre il tabellone chiude con un sette a zero.

Queste le parole del manager Luigi soldi: “Come sottolineato in fase di preparazione, la partita contro il Rovigo avrebbe potuto mostrare difficoltà, invece le ragazze hanno dato prova di solidità mentale, fermezza e concentrazione non indifferenti. Nella prima gara abbiamo colpito ripetutamente, concludendo l’incontro in anticipo. Nella seconda partita, invece, per fare lo stesso, abbiamo dovuto attendere il sesto inning, dopo quattro attacchi andati a vuoto, grazie all’ottima prestazione della lanciatrice avversaria, Sara Temporin. In queste due partite abbiamo avuto modo di provare alcune giocatrici in ruoli diversi da quelli ricoperti solitamente e sono molto soddisfatto dei risultati. In particolare, Giorgia Fumagalli ha giocato come ricevitore in entrambi gli incontri e ha ben diretto il trio di pitcher Cecchetti, Bigatton, Roberts, oltre ad aver fornito un valido contributo in attacco. Sabato ci aspettano due gare impegnative ed avvincenti contro il Caronno: dovremo triplicare le nostre forze, perché siamo rimasti l’unica squadra, fin’ora, a poter godere del titolo di “imbattuti” e i nostri avversari faranno di tutto per toglierci questo attributo!”

Serena Vaghi