Daria Maxim della The Ballet School ha superato le audizioni per entrare nella scuola più importante del mondo

La ballerina, accompagnata dalla maestra Elisabetta Fortini, si è confrontata a Milano con centinaia di coetanee

Una giovane ballerina aretina danzerà per l’accademia del Teatro alla Scala di Milano. L’importante traguardo è stato raggiunto da Daria Maxim che, superando brillantemente le audizioni milanesi, è riuscita a rientrare tra le pochissime che da settembre avranno l’occasione di ballare e di crescere in una delle scuole più importanti del mondo. Allieva di danza classica della The Ballet School di Arezzo, Daria ha mostrato le sue doti artistiche in movimenti, tecniche ed esercizi tipici del balletto, esibendosi davanti ad una commissione capeggiata dal direttore artistico del Teatro alla Scala Frédéric Olivieri. Accompagnata dalla sua storica maestra Elisabetta Fortini, l’aretina ha convinto tutti ed ha meritato la chiamata nella prestigiosa scuola di ballo milanese, superando una selezione che ha coinvolto centinaia di danzatrici dall’Italia e dall’estero. Il tutto ad appena dieci anni d’età. «Abbiamo raggiunto un traguardo eccezionale – spiega Fortini, – perché entrare alla Scala significa entrare nell’olimpo della danza classica. Alle audizioni hanno partecipato tantissime danzatrici da tutta Europa, dunque l’ammissione all’accademia rappresenta l’apice di un percorso di crescita che ha visto Daria rientrare tra le maggiori promesse della disciplina». Con l’ingresso nell’accademia del Teatro alla Scala, Daria è approdata in un contesto d’eccellenza della danza classica internazionale. La scuola milanese ha infatti formato i più famosi ballerini italiani, da Carla Fracci a Roberto Bolle fino ad Alessandra Ferri, dunque l’aretina avrà l’occasione di studiare con alcuni dei migliori maestri del panorama mondiale. La nuova avventura di Daria partirà già a giugno con tre intense settimane di lezioni volte a preparare e ad inserire tutte le ballerine selezionate verso l’inizio dell’anno accademico di settembre. «All’interno di The Ballet School stiamo vivendo stati d’animo contrastanti – rivela Fortini, – da un lato c’è la naturale tristezza di perdere una delle nostre migliori allieve, ma dall’altro ci sono la gioia e l’orgoglio scaturiti dalla consapevolezza di aver fatto crescere una delle poche ballerine capaci di arrivare fino alla Scala». Il palcoscenico raggiunto da Daria si inserisce in una stagione particolarmente positiva per la The Ballet School. Nata lo scorso settembre, la scuola aretina specializzata in classica, modern e hip-hop ha già raggiunto grandi traguardi come la vittoria del concorso “Piero della Francesca” di Arezzo e l’invito a danzare presso la Fonderia di Reggio Emilia, sede della Fondazione Nazionale della Danza “Aterballetto”, in occasione della Giornata Mondiale della Danza. L’ammissione all’accademia del Teatro alla Scala rappresenta ora il miglior compimento di questi primi mesi di attività.

Uffici Stampa EGV