La Stella accelera sugli acquisti internazionali
Rafforzata la presenza in Cina, nell’area NAFTA ed in Sudafrica
La produzione di Classe C per la prima volta in quattro continenti
Integrate le funzioni di acquisti e qualità dei fornitori

Klaus Zehender, Membro del Divisional Board e Responsabile Procurement and Supplier Quality di Mercedes-Benz Cars: “Abbiamo bisogno dei partner più innovativi e competenti a livello mondiale. Con la nostra strategia di crescita offriamo loro prospettive straordinarie. Trasformiamo in modo mirato fornitori competenti e competitivi in nuovi partner, in particolare nelle regioni in crescita. Allo stesso tempo, i nostri fornitori storici hanno l’opportunità di crescere insieme a noi ed alla nostra rete globale di produzione ed approvvigionamento.” Mercedes-Benz Cars espande la presenza internazionale della sua rete di approvvigionamento ampliando le responsabilità del dipartimento per la qualità dei fornitori, garantendo così il raggiungimento degli obiettivi di crescita Mercedes-Benz 2020 sul fronte degli acquisti. “Abbiamo bisogno dei partner più innovativi e competenti a livello mondiale. Con la nostra strategia di crescita offriamo loro prospettive straordinarie”, ha dichiarato Klaus Zehender, Membro del Divisional Board e Responsabile Procurement and Supplier Quality di Mercedes-Benz Cars. “Trasformiamo in modo mirato fornitori competenti e competitivi in nuovi partner, in particolare nelle regioni in crescita. Allo stesso tempo, i nostri fornitori storici hanno l’opportunità di crescere insieme a noi ed alla nostra rete globale di produzione ed approvvigionamento.” Il dipartimento Procurement and Supplier Quality di Mercedes-Benz Cars conta circa 1.400 collaboratori in tutto il mondo e gestisce un volume annuale di acquisti dell’ordine di decine di miliardi di euro.
Il primo prodotto della Stella a trarre vantaggio dalla maggiore presenza internazionale è la nuova Classe C. La versione berlina del bestseller della Casa di Stoccarda verrà ora prodotta per la prima volta in quattro continenti: lo stabilimento principale di Brema, quello sudafricano di East London, quello statunitense a Tuscaloosa ed il sito produttivo cinese BBAC a Pechino. Gli stabilimenti internazionali riceveranno gran parte dei componenti da fornitori locali. “La vicinanza tra il sito di approvvigionamento ed il sito produttivo contribuisce notevolmente al raggiungimento degli obiettivi economici. Rispetto al modello precedente, la nuova Classe C vanta un incremento della localizzazione in Cina ed in Sudafrica, mentre nell’area NAFTA abbiamo raggiunto un elevato livello di localizzazione rispetto al livello di partenza”, prosegue Zehender.

In Cina il cosiddetto “local content” nella produzione di veicoli e motori nello stabilimento BBAC di Pechino è ora pari a circa il 60%. Fino ad oggi sono stati coinvolti con successo circa 250 fornitori locali e tre dei dieci maggiori fornitori di Mercedes-Benz sono aziende esclusivamente cinesi. Dallo stabilimento statunitense di Tuscaloosa, da sempre dedito alla produzione dei tradizionali SUV, esce per la prima volta una berlina, la nuova Classe C, con un “local content” attualmente pari a circa il 60%; infine, anche l’approvvigionamento locale in Sudafrica si avvicinerà ulteriormente a questo valore, con i dovuti riproporzionamenti. In generale non esistono target assoluti per la localizzazione; l’importante è piuttosto raggiungere, per ogni appalto, l’optimum in termini di prezzo dei componenti, costi logistici e costi delle attrezzature attraverso un processo di assegnazione dell’incarico locale o globale.

I siti di approvvigionamento in Cina, Stati Uniti e Sudafrica sono quelli che maggiormente stanno svolgendo un ruolo di primo piano nell’aumento della localizzazione e che hanno visto crescere i propri compiti e responsabilità: nelle rispettive regioni, questi centri nevralgici sono pienamente responsabili di una serie di incarichi, dall’individuazione e dallo sviluppo di nuovi fornitori, fino alla gestione degli stessi ed alla qualità dei componenti acquistati. Zehender ha poi aggiunto: “Questi poli di approvvigionamento ci consentono, da un lato, di approfondire la nostra conoscenza dei mercati locali, dall’altro, di usufruire delle competenze dei nostri partner in loco; un esempio è la Cina con la nostra joint venture BBAC. In futuro saremo così in grado di sfruttare ancora meglio il potenziale del mercato, dai componenti alle materie prime.”

La strategia globale di acquisto si basa su tre pilastri: ogni stabilimento viene approvvigionato da determinati fornitori locali (Local Source). Ulteriori componenti vengono messi a disposizione a livello globale da un sito di fornitori centrale (Central Source) o da un fornitore situato nelle vicinanze degli stabilimenti Mercedes-Benz (Follow Source). In questo modo, anche per la nuova Classe C, numerosi partner storici presenti in Germania continuano a ricoprire un ruolo importante. Ad esempio, Burmester, specialista di sistemi audio high-end, è responsabile dell’impianto audio di livello premium.

Marquardt, azienda specializzata in sistemi elettronici ed interruttori, produce in Germania tutti i sistemi di chiusura della serie. Anche Mattes & Ammann lavora a livello globale ed è il primo fornitore a consegnare dalla Germania tutti i tessuti decorativi per il cielo ed i montanti. L’impianto di scarico della nuova Classe C che, per le sue dimensioni e per motivi economici, deve essere prodotto necessariamente in loco per tutti e quattro gli stabilimenti e consegnato esattamente in sequenza, è firmato Boysen: l’azienda della Foresta Nera ha fatto realizzare nuovi siti di produzione nelle immediate vicinanze dei quattro stabilimenti di Classe C, potenziando così la sua presenza internazionale.

Molteplici opportunità sia per i partner storici che per quelli nuovi

La riorganizzazione del dipartimento, inclusa l’integrazione delle funzioni di acquisto e qualità dei fornitori, è frutto della strategia di crescita Mercedes-Benz 2020 e della crescente complessità delle attività. Da un lato, si registrerà un aumento delle unità assolute rispetto all’attuale portfolio modelli: infatti, entro il 2020 Mercedes-Benz lancerà sul mercato oltre 30 modelli in tutto il mondo, di cui almeno 11 senza diretto predecessore. Dall’altro, si dovrà far fronte ad ulteriori sfide quali la molteplicità delle varianti di vetture e di trazione e la presenza sempre più globale con capacità produttive vicine ai mercati ed ai Clienti in tutto il mondo. Zehender ha proseguito affermando: “In linea con la nostra crescita, aumenterà ulteriormente anche il nostro volume di approvvigionamenti. Inoltre, la nostra strategia architetturale e modulare genererà maggiori effetti di scala sia per noi che per i nostri fornitori. I nostri partner dispongono quindi dei migliori presupposti per potenziare ulteriormente la loro attività insieme a noi; allo stesso tempo, aumentiamo il contributo che il reparto Acquisti fornisce al successo dell’azienda.”

Fattori decisivi ai fini di una collaborazione con i fornitori sono i quattro aspetti trainanti per la creazione del valore: tecnologia/innovazione, qualità, affidabilità e costi. “I requisiti che i nostri fornitori devono rispettare abbracciano quattro ambiti: ci aspettiamo contributi innovativi che ci aiutino a tutelare la nostra leadership tecnologica. Collaborando fianco a fianco, intendiamo rispettare i nostri più elevati e rigidi standard di qualità. Abbiamo bisogno della massima affidabilità nel processo di fornitura e, ovviamente, di voci di costo competitive che è possibile raggiungere in modo costante soprattutto attraverso intelligenti miglioramenti tecnologici”, ha sottolineato Zehender. I fornitori ricevono un’assistenza a 360°: durante la gara, l’aggiudicazione, la validazione di maturità in fase di avviamento fino alla fornitura in serie. Zehender ha poi concluso: “L’assistenza di ogni fornitore curata da un unico polo ci permette di raggiungere la massima trasparenza e di gestire il rapporto di collaborazione in modo rapido ed efficiente, con la grande competenza commerciale e qualitativa del nostro team, per ogni esigenza e per tutto il ciclo di vita della vettura.”

Maggiori informazioni sul dipartimento Procurement and Supplier Quality di Mercedes-Benz Cars

Il dipartimento Procurement and Supplier Quality di Mercedes-Benz Cars gestisce un volume annuale di acquisti dell’ordine delle decine di miliardi di euro ed è responsabile dell’acquisto dei materiali di produzione e della qualità dei componenti acquistati per le vetture dei marchi Mercedes-Benz e smart, nonché per i veicoli commerciali del marchio Mercedes-Benz. A livello globale sono circa 1.400 i collaboratori che lavorano nella sede centrale nella regione di Stoccarda, nei poli regionali di Cina, Stati Uniti e Sudafrica e negli altri uffici di approvvigionamento in Messico ed India e che assistono circa 1.500 fornitori in tutto il mondo relativamente agli aspetti commerciali e qualitativi.

Ufficio Stampa Mercedes-Benz