Coach Graziosi: «Ci vorrà attenzione! Da temere non solo Paoletti»

«Niente relax! Brescia è una squadra battagliera e anche se giocheremo al PalaPrincipi, di fronte ai nostri tifosi, la vittoria dovrà essere guadagnata sul campo set dopo set con una prova all’altezza». Coach Gianluca Graziosi sprona i giocatori della B-Chem Potenza Picena a pochi giorni dal match del settimo turno di andata della Serie A2 UnipolSai contro la Centrale McDonald’s Brescia, incontro in programma domenica 30 novembre alle ore 18.00 tra le mura amiche.

L’itinerario biancazzurro nelle prime sei tappe del torneo ha riservato quattro vittorie e due sconfitte. Un bilancio che soddisfa di gran lunga le aspettative della società anche se, visto come sono arrivati i due stop, atleti e staff tecnico nutrono qualche rimpianto. «Perdere brucia sempre – conferma l’allenatore –, ma la squadra non è uscita ridimensionata dalla battuta d’arresto di domenica scorsa in Calabria. Siamo arrivati a Corigliano con alcuni giocatori non al meglio, ma abbiamo tenuto testa a una formazione di valore che nel proprio palazzetto dà il massimo. Mi ero preoccupato di più per lo stop interno con Cantù. All’epoca c’erano troppe incognite sui livelli effettivi delle altre squadre e un flop all’esordio, seppur arrivato per episodi sfortunati, non mi lasciava tranquillo».

Sarà importante avere al meglio due giocatori fondamentali in banda come Casoli e Gemmi e, soprattutto, non prendere sottogamba il confronto con la compagine bresciana. «Cristian e Lorenzo figuravano nel nostro starting six della prima giornata – ricorda Graziosi -. Questo dato la dice lunga sulla loro importanza. Mi auguro che si buttino presto alle spalle i rispettivi fastidi. Ora conta riprendere in mano le redini del bel gioco e rimanere concentrati perché purtroppo non sempre in partita emerge il grande lavoro svolto in palestra». La guida tecnica potentina predica di mettere sempre in primo piano il gioco di squadra perché in serie A non ci si può basare solo sugli acuti dei singoli. Anche quando si ha la fortuna di avere in squadra un opposto come Federico Moretti, in grado di siglare 132 punti in 22 set e quarto in classifica generale dei migliori realizzatori a 43 punti di distanza dall’ispiratissimo Peter Michalovic della Sieco Service Ortona, che vanta ben 175 punti, bottino raccolto in 27 set disputati.

Quella di domenica a Potenza Picena sarà una sfida a distanza tra Moretti e l’opposto lauretano Matteo Paoletti, da due anni a Brescia e appaiato all’attaccante biancazzurro nella classifica dei punti individuali con 132 sigilli in 24 set. Chi si aspetta una scampagnata, classifica alla mano, rischia di mordersi la lingua e deve contare fino a 1000 perché il Volley Potentino domenica troverà un brutto cliente dall’altra parte della rete. E’ molto cauto anche Graziosi: «Brescia è una squadra di tutto rispetto. Non c’è da temere solo Paoletti. Anche il regista e le tre bande potrebbero crearci seri problemi». Dopo la falsa partenza casalinga con Reggio Emilia, gli uomini di Roberto Zambonardi hanno strappato un punto a Castellana Grotte, sono riusciti a vincere un set con la corazzata Vibo Valentia, hanno lottato per tre set a Corigliano rimediando una sconfitta sulla falsa riga di quella biancazzurra in Calabria, poi sono rinati schiantando Alessano in quattro set e portando al tie-break Ortona. La B-Chem è quarta in classifica a 11 punti in coabitazione con Sora, mentre Brescia occupa la penultima piazza a 5 punti, ma in un torneo così equilibrato la regola numero uno è guardarsi le spalle.

Ufficio stampa Volley Potentino
Michele Campagnoli