Nella corsa al titolo mondiale c’è più di un terzo incomodo tra Lewis Hamilton e Nico Rosberg: i tifosi. Durante l’intero campionato, Mercedes-Benz Italia ha, infatti, coinvolto gli appassionati di Formula 1 nel social contest #FormulaTweet. La passione dei fan è da sempre il più potente dei motori, l’unico in grado far correre le social car, le prime monoposto totalmente alimentate a tweet, create sui social dalla community di Mercedes-Benz Italia. La competizione può essere seguita sul sito, dall’account Twitter Mercedes-Benz Italia e dall’hashtag #FormulaTweet.

Per la prima volta nella storia della Formula 1, il mondiale 2014 vedrà salire sul gradino più alto del podio due vincitori: il primo uscito dal testa a testa tra Lewis Hamilton e Nico Rosberg, il secondo da un fotofinish all’ultimo tweet. La gara di Abu Dhabi sarà l’ultima sfida per partecipare all’estrazione del premio destinato al top driver di #FormulaTweet che, dopo 18 gare, vincerà un weekend Eco Charme al Grand Hotel Bagni Nuovi di Bormio al volante di una Mercedes-Benz Classe C 300 BlueTECH HYBRID.

La community ha la sua auto per gareggiare e fare il tifo
#FormulaTweet è il concorso aperto a tutti gli utenti maggiorenni possessori di un account Twitter. Si partecipa registrandosi e collegando il proprio account al sito formulatweet.mercedes-benz.it. Ad ogni Gran Premio gli utenti fanno muovere la social car, una vettura decisa dai fan in tutte le sue caratteristiche, in tempo reale su una riproduzione del circuito presente sul sito internet twittando il più possibile all’hashtag #FormulaTweet. La vettura virtuale gareggia così in diretta con le auto di Formula 1 grazie al ‘motore dei fan’, i commenti al GP che i tifosi riportano con l’hashtag #FormulaTweet. Ad ogni Gran Premio, i primi tre appassionati che hanno twittato e fatto sfrecciare la social car con il maggior numero di tweet si aggiudicano tanti premi della Motor Sport Collection. Inoltre, alla fine del Campionato sarà estratto il vincitore di un weekend Eco Charme al Grand Hotel Bagni Nuovi di Bormio al volante di una Mercedes-Benz Classe C 300 BlueTECH HYBRID.

“Attraverso il concorso #FormulaTweet abbiamo voluto sottolineare, in modo coinvolgente e innovativo, l’importanza delle motorizzazioni ibride nella gamma della Stella”, ha dichiarato Cesare Salvini, Direttore Marketing di Mercedes-Benz Italia. “La vittoria del mondiale di Formula 1 è il risultato di una strategia che per la prima volta ha trasferito know-how, performance ed efficienza dalla produzione di serie alla massima espressione del Motorsport.”

Già dal 2009 Mercedes-Benz ha introdotto la tecnologia ibrida nella produzione in serie ed oggi le automobili ibride della Stella vantano una quota di mercato superiore a quella di tutti gli altri costruttori tedeschi messi insieme grazie alla più ampia gamma di vetture ibride del segmento premium: dalla Classe S, disponibile anche in versione PLUG-IN HYBRID alla Classe C, passando per la Classe E.

Quando l’efficienza eguaglia le prestazioni
Sia la F1 che Mercedes-Benz puntano al costante  miglioramento dell’efficienza. I team di sviluppo di entrambi i settori sono quindi in costante contatto per quanto riguarda questo comune impegno. La W05 Hybrid ha un’efficienza maggiore del 35% rispetto al modello precedente e lo stesso sarà anche per la S 500 PLUG-IN HYBRID prossimamente sul mercato: con una potenza di 325 kW e coppia di 650 Nm, accelera da zero a 100 km/h in soli 5,2 secondi e può percorrere 33 km viaggiando in modalità totalmente elettrica. Il consumo certificato è di 2,8 litri per 100 chilometri. Gli elementi principali di queste straordinarie prestazioni sono il motore V6 biturbo ed una catena cinematica ibrida altamente sofisticata. Per quanto riguarda gli sviluppi della trazione ibrida, il prossimo passo sarà costituito dalla ricarica wireless della batteria. Questa tecnologia “unplugged” verrà presto testata su flotte con la S 500 PLUG-IN HYBRID, in modo da offrire nel prossimo futuro una soluzione adatta alla Classe S sia in termini di comfort che di funzionamento. Il sistema è costituito da due componenti: una bobina secondaria integrata nel sottoscocca della vettura ed una bobina primaria integrata in una piastra a pavimento che, ad esempio, può venire collocata sulla pavimentazione di un garage. L’energia elettrica viene trasmessa in assenza di contatto senza la necessità di un cavo, con una potenza di 3,6 kW ed un grado di efficienza del 90%. Daimler e BMW hanno concordato di sviluppare insieme una tecnologia comune per la ricarica wireless di batterie ad alto voltaggio, sia per veicoli a trazione elettrica che per veicoli ibridi plug-in.

Ufficio Stampa Mercedes-Benz
Nella foto HAMILTON