Calcio internazionale Under 16

MEMORIAL DE MARCHI, “GARA 1″ ALLA NORVEGIA
A SACILE AZZURRINI SCONFITTI SOTTO IL DILUVIO

Italia-Norvegia 1-2

GOL: pt 15′ Habestad, 25′ Pedersen B.; st 2′ Pinamonti.
ITALIA: Greco, Bianchi, Pellegrini, Marcucci, Bastoni, Gabbia, Mallamo (st 11′ Capone), Militari, Pinamonti, Gori (st 1′ Antonucci), Olivieri (st 1′ Goh N’Cede). A disp.: Schaeper, Ghidoni, Curto, Valietti, Celia, Meadows, Ranieri, Scapin, Capone. All. Zoratto.

 

 

NORVEGIA: Ødegaard, Borchgrevink, Salte, Lorentzen, Holter, Bylkum, Pedersen B. (st 14′ Hauge), Duman (st 38′ Johansen), Agouda, Svendsen (st 25′ Myhre), Habestad (st 14′ Skinlo). A disp.: Pettersen, Hovstad, Pedersen S.. All. Halle.
ARBITRO: Sfira. Assistenti: Corradini e Panic.
NOTE: ammonito Olivieri. Angoli 0-2. 500 spettatori. Campo in ottime condizioni. Recupero: pt 1′; st 4′.

Alla Norvegia (2-1) il primo incontro del memorial Bruno De Marchi U16. Sotto il diluvio del “XXV aprile” di Sacile l’Italia paga a caro prezzo un blackout di dieci minuti nel primo tempo, in cui gli scandinavi segnano i due gol. Non basta per la rimonta azzurra, spinta da 500 spettatori, la bella rete dell’interista Pinamonti. Italia e Norvegia si re-incontreranno giovedì alle 10.45 a Cordovado. Le due gare hanno valore di amichevole: all’insegna del fair play, il memorial non avrà un vincitore. Organizzazione dell’associazione Eventi di Pordenone, con la collaborazione di Sacilese, Spal Cordovado, comuni di Sacile e Cordovado.
Cronaca. Dopo una prima fase di studio, il match si accende al 15′ con un botta e risposta da cui ne esce vincitrice la Norvegi a. Prima chance dell’Italia: Olivieri crossa dalla sinistra, Gori impegna Ødegaard di testa. Si avventa sulla sfera Mallamo che di destro conclude di potenza di poco a lato. Gol sbagliato, gol subito. Non passa neanche un minuto che gli ospiti firmano l’1-0 beffa. Azione irresistibile di Agouda sulla fascia destra, traversone per Habestad, che insacca, tutto solo, dal secondo palo. Al 25′ il raddoppio. Ancora Habestad protagonista: lanciato in profondità da Bylkum  chiuso all’ultimo da Pellegrini, che in scivolata salva sulla linea. L’azione rimane però viva, Habestad recupera la palla e la serve all’accorrente Berg Pedersen, che insacca con un prefetto rasoterra. Dagli spalti un incoraggiamento per gli azzurrini: «Italia! Italia!». All’intervallo  2-0 per gli scandinavi. Parziale che muta al 2′ della ripresa, sotto una pioggia battente. Gran giocata di Pinamonti, attaccante dell’Inter, che si gira in un fazzoletto e calcia di punta con il mancino: palo e gol. Cresce l’Italia, che si rende pericolosa con i neoentrati Antonucci e Capone. Al 29′ bell’azione azzurra, chiusa da un tiro di Marcucci: ottima respinta di Ødegaard. La pioggia non dà tregua, l’Italia ci mette grande impegno, ma non trova il guizzo del pari. Giovedì la rivincita.
«Peccato per i due gol subiti in 10 minuti dopo aver mancato il vantaggio. Abbiamo le qualità per vincere la seconda partita – commenta al termine del match il ct Zoratto -. I ragazzi hanno reagito al doppio vantaggio, ce l’hanno messa tutta, sfiorando la rimonta nella ripresa».

UFFICIO STAMPA EVENTI
Marco Michelin
CREDIT Foto Associazione Eventi – Nella foto Pinamonti in azione