Una partita combattuta sin dal primo minuto di gioco, una vittoria mancata solo per la poca esperienza e per qualche errore di troppo. I Crusaders Under 19 tornano a casa dopo la trasferta romana contro Legio XIII con una nuova sconfitta, ma con la consapevolezza di aver ben giocato e aver sfiorato la vittoria. La partita si è conclusa per 22 a 8, ma ha visto i Crociati cagliaritani protagonisti per tutto il match, soprattutto nel primo tempo chiuso per 8 a 7 in favore dei Crusarders. “Abbiamo avuto più di una possibilità di vincere – ha sottolineato l’head coach del team senior Giuseppe Fiorito – siamo partiti in vantaggio fermando la loro difesa, bloccando un punt e riportandolo in meta con Gianluca Demuro. La difesa ha giocato bene per tutto il primo tempo”. Dopo una prima fazione di gioco esaltante, forse a causa della poca esperienza ma anche per un rientro in campo grintoso degli avversari, la situazione si è ribaltata. “Nel secondo tempo i romani sono tornati in campo con più energia – ha sottolineato ancora Fiorito al lavoro insieme all’head coach Luca Giraldi e agli assistant coach Efisio Melis, Andrea Lianas, Simone Romellini e Walter Serra – noi purtroppo non siamo stati capaci di fare un gioco efficace. Siamo diventati molto prevedibili a causa di alcuni problemi in attacco. Riccardo Pili e Paolo Porcedda hanno giocato molto bene, si sono dati molto da fare per portare avanti la palla con le corse. Ci sarebbero voluti qualche blocco in più e qualche placcaggio subito in meno per portare a casa il risultato. Proprio nel corso del quarto quarto di gioco a 4 minuti dalla fine, con l’ultimo drive e con la palla a venti yard, le quattro penalità di fila che hanno costretto la squadra ad arretrare non ci volevano, poi abbiamo subito il rientro degli avversari”. Gli allenatori sono comunque soddisfatti per la partita, per come i giocatori si sono comportati. “Oltre a Riccardo Pili e Paolo Porcedda e Gianluca Demuro si sono ben comportati David Succu e Marco Mameli che ha intercettato anche un pallone alla fine del primo tempo”. Prossimo appuntamento nel fine settimana con una nuova trasferta a Roma per la rivincita contro i Grizzlies.

Ufficio Stampa

Manuel Scordo