In un Pala Bigi strepitoso i ragazzi di Cantagalli ottengono la seconda vittoria in campionato
Conad, sei una meraviglia: abbattuta la capolista Ortona in una notte magica
Battaglia infernale, la vincono i giallorossi 16-14 al tie-break

Conad Reggio Emilia-Sieco Service Ortona 3-2 (25-21, 24-26, 26-24, 21-25, 16-14)
Conad Reggio Emilia: Della Corte, Catellani (L), Di Franco 3, Bertoli, Guemart 2, Tiozzo 13, Tondo 26, Bucaioni ne, Kody 18, Benaglia 15, Giglioli 2, Morgese. All. Cantagalli
Sieco Service Ortona: Simoni 7, Guidone 12, Matricardi ne, De Paola 5, Michalovic 28, Cortina (L), Toscani (2° L) ne, Di Meo ne, Lanci, Cisolla 26, Moretti, Maiorana 2, Orsini 1. All. Lanci
Arbitri: Feriozzi e Cappelletti
Durata: 26′, 30′, 29′, 26′, 22′. Tot. 2h13′
Note Conad: ace 1, service error 11, muri 13, ricezione 40%, attacco 52%
Note Ortona: ace 5, service error 19, muri 10, ricezione 60%, attacco 49%

 

Una delle più belle degli ultimi anni, in un Pala Bigi meraviglioso per calore e trasporto nei confronti di una Conad bellissima.
Bellissima e a tratti commovente, rappresentata dalla gioia di Nicola Tiozzo a fine gara, come quella di tutti i compagni strepitosi protagonisti della vittoria sulla capolista di questa serie A2 UnipolSai.
La Sieco Service Ortona perde la sua prima partita, cedendo dopo 133 minuti di battaglia in un tie-break da ricordare, con il muro finale di Kody a scrivere 16-14 sul tabellone di via Guasco.
Bello, bellissimo, e anche se sul 2-1 e 13-7 giallorosso nel 4° set tutti sognavano una vittoria da 3 punti, va benissimo così. La Conad si è ritrovata, anche se già a Corigliano aveva dato segnali importantissimi. Ed ora questi ragazzi fanno davvero sognare.

LA PARTITA

Coach Cantagalli sceglie Tiozzo in banda assieme a Kody, confermando il resto della formazione classica.
Una novità anche per Lanci, che propone Guidone al centro con Simoni, con Alberto Cisolla in banda assieme all’ex De Paola, lo spauracchio Michalovic opposto a Lanci e Cortina libero.
La Conad è tutta un’altra storia rispetto a quella dell’ultima esibizione al Pala Bigi, davanti ad un pubblico ancora numerosissimo.
E’ subito 3-0 con super Kody e Tondo, anche se tutta la classe di Cisolla dai 9 metri riporta l’equilibrio sul 3-3.
La Conad però rimane sempre davanti, con capitan Guemart splendido per gestione e distribuzione. I primi tempi con Benaglia e Giglioli funzionano alla grande, i giallorossi scappano davvero sul 12-8 della pausa tecnica e non vengono più ripresi.
Funziona tutto, Tiozzo s’inventa una palla chiave per il 22-18 e chiude Tondo per il 25-21.

SECONDO SET

In avvio di secondo set cambia tutto, con la capolista del campionato che accende il turbo in battuta e a muro.
Il turno dai 9 metri di Cisolla, ancora lui, spacca in due il parziale con la Sieco Service che vola sino al 3-9.
La reazione giallorossa però è strepitosa, con una pioggia di muri su un Michalovic in crisi e l’aggancio che arriva sul 12 pari.
Benaglia è immarcabile, ma Ortona c’è ed è battaglia all’ultimo sangue.
Tondo si eleva a livelli straordinari e tiene la Conad lì, sino al gran finale. Un immenso Cisolla, inutile ripeterl o, s’inventa però 4 palloni che valgono l’1-1.
In pipe, da posto 4 e da posto 2, poi sul 24-25 abruzzese col servizio che manda in crisi la ricezione giallorossa e costringe Tondo al suo unico errore del set per il 24-26 che riapre tutto.

TERZO SET

Lanci conferma Maiorana al posto di De Paola in sestetto per un terzo set che parte sul filo dell’equilibrio.
Sul 4 pari la Conad ha un calo con un paio di errori diretti in attacco e la Sieco Service scappa sul 6-9.
Coach Cantagalli sceglie Di Franco per Giglioli, Ortona prova a scappare ma Guemart e compagni non mollano nulla.
Tondo riporta avanti i suoi sul 17-16, Cisolla e Michalovic sembrano poter scrivere un finale diverso con i palloni che lanciano la capolista sino al 21-23, ma ai vantaggi un grande muro di Tiozzo su Michalovic e il primo block-in anche su Cisolla scatena l’euforia al Pala Bigi.
E’ 26-24 e un punto e già in tasc

QUARTO SET

I 1000 del Pala Bigi spingono una Conad davvero straordinaria e capace di fuggire già in avvio di quarto set.
Sono tutti in piedi quando Benaglia mura ancora Michalovic per il +5 alla pausa tecnica del 12.
Sul 13-7 sembra fatta, ma un Cisolla meraviglioso (saremo ripetitivi, ma è lui a tenere in piedi Ortona) riporta i suoi sino al -1 (13-12).
La Conad riparte con Di Franco, ma il Ciso è una furia anche al servizio e spacca tutto portando gli abruzzesi addirittura avanti sino al 14-16.
La partita è cambiata, davvero in un amen, ma è sull’episodio del tocco a muro sull’attacco di Michalovic che poteva valere il 22 pari a dare l’ulteriore svolta. Ortona chiude con due muri e porta tutti al tie-break: 25-21.

TIE BREAK

La Conad è ancora viva, eccome.
Il muro di Di Franco su Cisolla e quello di Tiozzo su Michalovic regalano un primo strappo (5-2), che Tondo conserva per l’8-5 al cambio campo.
Reggio ha la palla per scappare a +4, ma Ortona non muore mai in una gara splendida.
Tiozzo è sulle gambe, ma è strepitosa la parallela che vale l’11-9 e il successivo muro di Tondo su Cisolla sembra mettere la firma sulla partita.
E’ un fantastico Nicola Tiozzo a regalare due match-point, ma Cisolla e Michalovic portano tutti ai vantaggi: 14-14.
Kody per un altro match, ed è proprio un muro del camerunense a siglare il trionfo giallorosso: 16-14.

RISULTATI 4^ GIORNATA SERIE A2 UNIPOLSAI

Conad Reggio Emilia-Ortona 3-2, Matera-Cantù 3-2, Sora-Tuscania 3-1, Alessano-Potenza Picena 0-3, Corigliano-Brescia 3-0, Castellana Grotte-Vibo Valentia 0-3

CLASSIFICA

Vibo Valentia, Corigliano e Potenza Picena 9 punti, Sora e Ortona 8, Castellana Grotte 6, Conad Reggio Emilia, Matera e Cantù 5, Tuscania 4, Alessano 3, Brescia 1

Spogliatoi – La commozione di Tiozzo: “La serata più bella della mia vita”

E’ commosso, con le ginocchia a pezzi dopo due mesi terribili, ma commosso per aver vissuto una serata meravigliosa.
“La più bella, considerando che sono all’esordio in A2 – dice con un filo di fiato il martello veneto a fine gara – Siamo stati grandi, abbiam giocato col cuore e il pubblico è stato straordinario. Ci ha dato una spinta formidabile in quel finale”.
Davide Benaglia fa eco al compagno: “Battere la capolista dà sempre un gusto particolare, giocando così potremo divertirci davvero”.
Fa un applauso alla Conad anche il grande Alberto Cisolla, che ha regalato spettacolo e fatto tanta paura alla Conad: “Peccato, ma Reggio è stata bravissima. Mi è piaciuto il nostro atteggiamento, la voglia di non mollare, ma non abbiamo espresso un grandissimo gioco”.

Ufficio Stampa
Nella foto L’esultanza sull’ultimo punto