Le bianconere di coach Beltrami pagano un parziale di 7-0 nel primo set, poi giocano punto a punto il match contro una formazione padrone di casa in grande spolvero, ma non basta per portare a casa punti.

Risultato finale:

METALLEGHE SANITARS MONTICHIARI 3

LIU•JO MODENA 0

Durata dell’incontro: 1h 20min

Risultati parziali:

25-20

25-23

25-23

Primo arbitro: Giuliano Venturi

Secondo arbitro: Marco Braico

CRONACA DELLA PARTITA

Primo set.

Lancia in sestetto anche Raphaela Folie coach Beltrami nel match di Montichiari. La bolzanina è schierata al centro assieme a Crisanti, con Rondon al palleggio, Fabris opposta, Piccinini e Rousseaux in posto quattro ed Arcangeli libero. Dall’altra parte della rete Dalia in regia, Tomsia in diagonale a lei, Vindevoghel e Brinker sono le schiacciatrici di posto quattro, Gioli e Olivotto le centrali con Ghilardi libero.

Cambi palla regolari o quasi nei primi frangenti di gioco. Dalia prova a mettere in ritmo tutte le sue attaccanti, Rondon si affida alle sue bocche da fuoco principali e il pareggio si protrae fino al 7-7. Da qui il parziale di Montichiari che sfrutta il turno di servizio insidioso di Brinker portandosi prima 12-7 al time out tecnico e poi 14-7 quando anche coach Beltrami decide di fermare il gioco con il suo primo discrezionale. Serve l’ingresso in partita a livello offensivo di Fabris e l’apporto delle due centrali in attacco e a muro per iniziare ad accorciare le distanze, ma dall’altra parte Gioli mantiene il cambio palla e Tomsia allunga 22-15. Coach Beltrami si gioca la carta Ikic per Rousseaux, poi nel finale anche il doppio cambio Muri-Fabris, Kostic-Rondon. Folie mette a segno due punti consecutivi, ma non basta ad evitare il 25-20 che porta avanti le padrone di casa.

Secondo set.

Si riparte con i sestetti d’inizio gara e le bianconere scattano subito avanti grazie a Fabris e a muro Crisanti. 5-2 per Modena, poi però arriva la reazione di Montichiari complice anche un po’ d’imprecisione nella costruzione del gioco. Sull’8-8 è di nuovo parità, con coach Beltrami che ferma il gioco, ma il parziale diventerà di 6-0, fino al 10-8, prima del cambio palla firmato da Folie in primo tempo. Rimangono due le lunghezze di vantaggio al time out tecnico per le padrone di casa che poi trovano qualche altra buona soluzione con il cambio in battuta di Tomsia, rilevata da Mingardi. Due ace consecutivi di Rousseaux dopo il cambio palla, però, riportano sotto le bianconere sul 15-14. Non c’è modo di firmare pareggio e sorpasso, però, perché Montichiari trova sempre buone soluzioni per uscire dalle difficoltà. Coach Beltrami si affida a Ikic per Rousseaux ancora una volta e a Kostic per Fabris. Proprio queste due propiziano lo sprint finale, la serba firma il 23-22 e successivamente anche il 23-23, ma la coppia arbitrale assegna a Montichiari quest’ultimo punto sanzionando un fallo nella metà campo bianconera. Piccinini annulla il primo set point, Gioli converte il secondo.

Terzo set.

Modena riparte con Ikic e Kostic in sestetto. La serba lavora forte in seconda linea e la croata su entrambe le fasi, diventando punto di riferimento in posto quattro in attacco. Le padrone di casa mantengono il loro gioco lineare e si gioca punto su punto. Le bianconere bruciano un paio di possibilità per allungare, ma quando trovano la giusta pressione a muro costringono all’errore prima Gioli e poi Brinker. E’ 15-12 per le bianconere ed il tecnico avversario è costretto a fermare il gioco. Mantiene questo vantaggio Modena nella fase del set che porta allo sprint finale, con un cambio palla regolare con tutte le proprie attaccanti. Deve mantenere il vantaggio acquisito la formazione bianconera, ma nello sprint finale Tomsia riesce a riportare a contatto ancora una volta la propria squadra. Come nel finale di set precedente Modena risponde con Kostic, ma quando arriva anche Brinker come spalla della propria opposta Montichiari riesce a chiudere con il punteggio di 25-23.

La palleggiatrice Giulia Rondon: “Questa sera abbiamo faticato a muro e sicuramente anche in difesa. Contro una squadra come Montichiari se perdi le staffe in questi fondamentali ed inoltre non sei preciso in attacco fai fatica. Credo che da questa trasferta ci sia poco o nulla da salvare. Ad ogni modo siamo solo alla seconda di campionato, è chiaro che una sconfitta così fa male, ma l’unica cosa che dobbiamo fare è pensare a ripartire subito a lavorare in palestra da martedì in vista della prossima partita domenica al PalaPanini contro Scandicci”.

Il coach Alessandro Beltrami: “Abbiamo giocato una brutta partita. Non siamo riusciti a fare quello che dovevamo, non abbiamo avuto pazienza e pur arrivando due volte a ventitre non abbiamo trovato quel qualcosa in più che poteva bastarci per portare a casa il set. Loro hanno giocato una bella partita, rischiando al massimo, mentre noi non siamo riusciti a farlo. Dobbiamo sempre pensare che questi avversari non hanno nulla da perdere giocando contro di noi e oggi abbiamo faticato anche su quelle situazioni che stanno diventando le nostre sicurezze e che riusciamo a fare bene in allenamento. Farlo in partita, però, è diverso e come dicevo nei giorni scorsi dobbiamo lavorare tanto in palestra per arrivare al livello che vogliamo. Prendiamoci tutti le nostre responsabilità per questa sconfitta, io per primo, e ripartiamo a lavorare da martedì per riprendere il nostro cammino”.

PROSSIMO APPUNTAMENTO: domenica 16 novembre, alle ore 18 presso il PalaPanini di Modena, terza giornata del 70° Campionato Italiano Master Group Sport Volley Cup Serie A1, fra LiuJo Modena e Savino Del Bene Scandicci.

Andrea Lolli

Ufficio Stampa LJ Volley
credit foto Salvatore MARRONE