Alessio Botteghi convocato in nazionale di basket
Continua la preparazione dell’Altotevere Pallavolo in vista della partita di domenica prossima a Latina. Da martedì pomeriggio coach Paolo Montagnani ha radunato i suoi, dopo aver lasciato loro due giorni di riposo in seguito alle tre partite giocate in sei giorni nella scorsa settimana, alla palestra Elitè del preparatore atletico prof. Fausto Franchi. Lo staff tecnico biancorosso ha analizzato attentamente i dati della partita di sabato scorso per lavorare in modo da sanare le problematiche dimostrate dalla squadra e per pensare a come contrastare la formazione pontine, reduce dalla vittoria di Molfetta del quinto set.

Intanto in casa Altotevere è arrivata la notizia del convocazione del fisioterapista Alessio Botteghi (nella foto con il Marco Bartolini e Francesco Racaniello)per la nazionale di Basket femminile:”Proprio nella giornata di ieri mi è arrivata – racconta Alessio Botteghi – una mail dal settore Sanitario della Federazione Italiana Pallacanestro, con la quale mi viene comunicata la convocazione con la nazionale A femminile di basket, per il raduno di Po mezia dal 10 al 12 novembre. Dopo tre anni passati nelle nazionali giovanili, tra cui l’ultimo impegno è stato questa estate con l’ Europeo in Portogallo con la U.18 Femminile, sono stato convocato nella nazionale A. Sinceramente sono molto contento della chiamata, perché premia i tanti sacrifici fatti in tutti questi anni. Un grazie va anche alla disponibilità che l’Altotevere Pallavolo, mi dimostra ogni volta che la Federazione Italiana Pallacanestro mi chiama. In merito a questo vorrei dire che domenica andremo a Latina alla ricerca dei primi punti in campionato. I ragazzi si stanno impegnando molto durante gli allenamenti settimanali: è un gruppo molto giovane, con ottime potenziali, ma che necessita di tempo per oliare quei meccanismi necessari a vincere le partite. Tutti siamo concentrati sull’obiettivo e ringrazio a nome di tutta la squadra i ragazzi di “Quelli che la Tribuna” che ci sostengono sempre la domenica ma ci sono vicini anche durante la settimana”.

Come tutte la altre squadre di SuperLega anche l’Altotevere aderirà alla campagna lanciata dalla Lega Pallavolo a sostegno di Ghoncheh Ghavami, la giovane avvocatessa britannica di origine iraniana, in carcere a Teheran per aver protestato contro il divieto imposto alle donne di assistere alle manifestazione sportive, arresto avvenuto prima della partita tra la nazionale del suo paese e l’Italia della scorsa World League. Tramite il messaggio FREE GHONCHEH (che riprende il titolo della pagina Facebook aperta dal fratello della ragazza incarcerata) in occasione delle prossime gare, su tut ti i campi della SuperLega UnipolSai prima del fischio di inizio verranno esposti dalle squadre due striscioni contenenti la richiesta di liberazione.