Esce sconfitto il Milazzo dal Palakradina in un match molto equilibrato, deciso sostanzialmente nel secondo quarto, che ha permesso ai padroni di casa di tornare alla vittoria, continua invece la serie negativa per i mamertini. Per i milazzesi, ancora fermi a quota due punti, non bastano i 19 punti di Ramanh, ne i 12 di Rath autore anche di 7 assist.

Avvio molto intenso da parte di entrambe le compagini, si lotta su ogni parte del campo e non mancano le sportellate sotto canestro fra i due centri Rahman e Agosta. L’inizio dei ragazzi è aggressivo e sfruttando la fisicità del proprio centro e i rapidi contropiedi delle loro ali vanno sul + 8, dopo 6 minuti ma la Kama Italia grazie ad Alescio e a Bonaiuto riesce a recuperare e a chiudere il parziale in parità 18 – 18.

Nel secondo tempo i milazzesi si mostrano poco precisi al tiro come dimostra la percentuale realizzativa da due, 10/39 (26%), con cui vanno al riposo. Di contro l’Aretusa che invece trova il canestro con molta più continuità, 13/31 (42%) e difende con più ordine, trovando nel giovane Alescio il giocatore capace di cambiare ritmo alla squadra e di allungare. Si va all’intervallo lungo con la squadra di Coach Bordieri avanti di 6, 31 – 25.

Nella terza frazione, Milazzo approfittando di un calo di tensione dei locali e torna a farsi minaccioso ricucendo il gap e portandosi sul 33-31 dopo 3 minuti grazie a Rath e ad Amato. Per l’Aretusa Bonaiuto prima, Bellofiore dopo ristabiliscono il + 6 al 25’. Aggrappati a Rahman i mamertini vanno sul – 3 al 27’, 39-36. Chiusura di tempo con la Kama Italia ancora avanti di 6 punti (45-39).

Ultimo parziale caratterizzato dalla stanchezza e dagli errori al tiro ambedue le parti con il punteggio che per diversi minuti rimane fermo. È Scozzaro che dalla lunetta fa muovere nuovamente il punteggio realizzando i liberi concessi per fallo di Grasso. Lo sforzo di rientrare in partita è però vanificato da un fallo tecnico fischiato ad Amato che consente ai siracusani di portarsi a +8 ( 49-41 ) a 5′ dalla fine del match. I ragazzi di coach Fiasconaro non mollano e grazie a Rahman riescono a portarsi sul -1 ma tuttavia i padroni di casa resistono al forcing finale e riescono a vincere la partita.

Kama Italia Aretusa – Amendolia Assicurazioni Basket Milazzo 61-55 ( 18-18 ) ( 13-7 ) ( 14-14 ) ( 16-16 )

Kama Italia Aretusa

Bonaiuto 15, Agosta 13, Vitale 8, Casiraghi 9, Alescio 10, Messina 3, Bellofiore 2, Carbone, Ferraro, Grasso 1.

Amendolia Assicurazioni Basket Milazzo

Sofia 4, Rath 12, Rahman 19, Scozzaro 9, Amato 5, Spanò 3, Coppolino 3, La Spada n.e., Scilipoti, Amendolia n.e.

Queste sono le parole di Coach Fiasconaro al termine del match contro la Kama Italia Aretusa:

“Abbiamo perso una grande occasione di fare un’importantissima vittoria fuori casa perché abbiamo interpretato molto bene la partita e siamo andati anche 10 punti avanti ma quando potevamo condizionare il prosieguo della partita abbiamo sbagliato dei facili canestri in contropiede che non ci hanno permesso di chiudere almeno il primo quarto con un buon vantaggio che poteva essere certamente decisivo. Sono rammaricato perché Siracusa, nonostante un buon roster, non vive un momento di forma particolarmente positivo quindi avremmo potuto fare meglio. La partita poi si è messa punto a punto e, pur difendendo molto bene, non siamo riusciti a essere incisivi in fase d’attacco. Significativo in questo senso il fatto che non abbiamo quasi mai fatto canestro dalla distanza, abbiamo segnato con percentuali dal campo bassissime e alla fine i soli 56 punti segnati sono stati troppo condizionanti. Siracusa ha fatto bene negli ultimi minuti e poi naturalmente in casa hanno avuto qualche fischio tendente a loro vantaggio e questo purtroppo ci ha fatto perdere la partita. È chiaro che in questa settimana dobbiamo lavorare molto sulla fase offensiva in quanto non siamo riusciti ad applicare in partita quanto fatto in allenamento e sopratutto dobbiamo lavorare per affrontare meglio le partite fuori casa che ci vedono un pò in difficoltà. Spero di riuscire a recuperare qualche giocatore perché abbiamo bisogno di giocatori come Li Vecchi, Cassisi e Barbera che è in via di recupero. Mi servono proprio quei giocatori che tendenzialmente hanno molto talento in attacco per poter migliorare questa condizione e spero di riuscire ad averli a disposizione prima possibile.”

Giovanni Costa

Ufficio Stampa

Amendolia Assicurazioni

Basket Milazzo