Ghepard 67
Raggisolaris 65
(30-17; 42-34; 55-54)

BOLOGNA: Brunello, Riguzzi 9, Verdi 2, Nieri 15, Beccaletto 9, Tapia, Tullio 3, Botteghi 16, Ghedini 10, Martelli 3. All.: Rossi.
FAENZA: Dalpozzo, Dal Fiume 20, Boero 4, Castellari, Silimbani 16, Benedetti 6, Zambrini 12, Troni ne, Sangiorgi 6, Zytharyuk. All.: Regazzi.

Sconfitta piena di recriminazioni per i Raggisolaris sul campo della Ghepard Bologna. I faentini cedono nel finale dopo aver inseguito per quasi tutto l’incontro, commettendo commesso l’errore di non chiudere il match una volta presa l’inerzia in mano. Un passo falso che servirà comunque da lezione in vista di un mese di novembre caldissimo con tanti incontri difficili in calendario.

Nel primo quarto i Ghepard sono padroni del campo, segnando molti tiri dalla lunga distanza e trovando in Botteghi un cecchino infallibile. La guardia segna 14 punti in dieci minuti e al 7′ i padroni di casa conducono 24-9. Raggisolaris troppo brutti per essere veri ed infatti dopo un time out arriva la riscossa con un break di 8-0 che limita i danni, anche se al primo riposo il passivo è ancora pesante: 17-30. Al rientro in campo i Ghepard non segnano punti nei primi cinque minuti, ma Faenza fatica fin troppo a trovare la via del canestro, limitata anche da un arbitraggio che tollera un gioco fin troppo duro dei bolognesi. All’intervallo i Raggisolaris inseguono 34-42 con gli equilibri che iniziano a cambiare. Il riposo fa bene a Faenza, perchè la riscossa non tarda ad arrivare, condotta da un Dal Fiume immarcabile che al 26′ piazza la tripla del 48-50. I Ghepard rispondono a fatica, ma nulla possono quando Silimbani realizza il canestro del sorpasso (56-55 al 34′). Bologna non segna nei primi sei minuti dell’ultimo periodo, mentre i Raggisolaris dalla lunetta passano a condurre 60-55, poi un paio di discutibili fischiate a sfavore fanno innervosire la squadra facendole perdere lucidità. I Ghepard si affidano all’esperienza di Nieri e di Ghedini trovando la parità e il vantaggio sul 67-65 a 10” dal termine con due liberi della guardia. Faenza ha l’ultimo possesso, ma il tiro di Boero non arriva al ferro

I Raggisolaris sono ora attesi da due impegni consecutivi in casa. Domenica 9 novembre alle 18 al PalaCattani di Faenza ci sarà la delicata sfida contro Castenaso, mentre la settimana successiva sul parquet manfredo arriverà la Virtus Spes Vis Imola.


Luca Del Favero
Addetto Stampa Raggisolaris Faenza