Risultato: 1 – 3
Renate:  Cincilla; Bonfanti, Di Gennaro, Gavazzi, Morotti; Muchetti, Mantovani, Chimenti; Iovine (dal 30’st Florian), Spampatti (dal 36’st Curcio), Scaccabarozzi.

A disposizione:  Steni, Mira, Rovelli, Pedrinelli, Cocuzza.  All: Boldini

Novara: Tozzo; Martinelli, Freddi, Vicari; Dickmann, Bianchi, Pesce, Schiavi (dal 15’st Gonzalez), Garufo (dal 10’st Garofalo); Evacuo, Corazza (dal 40’st Buzzegoli).

A disposizione:  Montipò, Beye, Gustavo, Manconi.  All: Napoli

Reti: 11’pt Corazza (N), 18’pt Spampatti (R), 23’st Pesce (N), 43’st Gonzalez (N)

Ammoniti:  Gavazzi, Di Gennaro (R); Dickmann, Freddi, Garofalo (N)
Espulsi: 43’pt Gavazzi per doppia ammonizione.
Angoli: 5 a 3 per il Novara

Arbitro:  Sig. Alessandro Pietropaolo di Modena coadiuvato dai Sigg. Barbetta di Albano Laziale e Pellegrini di Roma 2.

Recupero:  1’ + 5’

Spettatori: 600 circa
Meda: Un bel Renate nel primo tempo deve arrendersi a due cartellini gialli con conseguente espulsione per capitan Gavazzi al minuto 43. Fino a quel momento partita equilibrata e bella prestazione delle Pantere. Dopo, tanto cuore che però non è bastato a difendere il pareggio.

I nerazzurri vogliono vendere cara la pelle ed entrano in campo determinati e senza paura. All’11 arriva però subito la rete degli ospiti. Evacuo vince un contrasto e da terra serve in profondità Corazza, bravo ad involarsi verso la porta e battere Cincilla con un preciso diagonale. I ragazzi di Boldini sono bravi a non scomporsi e cercano di reagire dopo due minuti con una staffilata di Iovine che non trova lo specchio della porta. Al 16’, rispondono gli ospiti con Dickmann che sulla linea di fondo mette in mezzo per l’accorrente Schiavi. Ci pensa Cincilla a salvare il risultato deviando in corner. Inizio concitato ed al 18’ le pantere impattano l’incontro. Lancio di Mantovani per Spampatti che all’interno dell’area di rigore controlla la sfera, cerca lo spazio per concludere provando prima di sinistro e poi di destro. Sul secondo tentativo la palla prende un effetto che sorprende Tozzo, incapace di evitare che finisca in rete. Gol fondamentale sia per l’ariete bergamasco che per i nerazzurri che pareggiano subito i conti. Il Renate è ordinato in campo e non permette al Novara di giocare come vorrebbe. Al 22’ Dickmann si rende protagonista di un’azione in velocità servendo poi Corazza, bravo a trovare il compagno di squadra Schiavi sul secondo palo. A tu per tu con Cincilla, l’attaccante argentino classe ’95 sbaglia clamorosamente il tiro svirgolando a lato. I due episodi che cambiano il match si registrano al 42’ e 43’. Corner per il Novara, soliti contrasti all’interno dell’area di rigore con il direttore di gara che ammonisce Gavazzi e Freddi. Nell’azione successiva, il capitano renatese interviene in ritardo e commette fallo su Evacuo. Secondo giallo ed espulsione. Ovviamente con un uomo in meno la partita si fa in salita per l’undici di Boldini.

Dopo l’intervallo, scende in campo un Renate ancora più determinato a mantenere il pareggio in ogni modo. Ci riesce fino alla metà della seconda frazione quando Pesce trova un sinistro velenoso dai 20 metri che sorprende Cincilla. Da questo momento in poi è ancor più complicato creare qualcosa in fase offensiva. Prima del fischio finale, ancora Pesce protagonista. Palla al piede supera due avversari e serve perfettamente in profondità il neo entrato Gonzalez, lesto ad insaccare di piatto.

Fino a che il Renate è rimasto in parità numerica, la partita è stata equilibrata con le due squadre ad affrontarsi a viso aperto. Dopo l’espulsione, il grande cuore delle pantere non è bastato per ottenere un punto prezioso. Archiviate le sfide proibitive con Como e Novara, è tempo di ripartire per tornare a muovere la classifica.

A.C. Renate.     
Davide Guglielmetti, Addetto Stampa