Il miglior attacco, è la difesa. Dopo l’ufficializzazione di Mario Simioni, in casa HC Bolzano Alto Adige è giunta l’ora delle prime mosse di mercato, che riguardano proprio il pacchetto arretrato.

In biancorosso arriva il giovane terzino italo-americano Richie Crowley (nella foto), consigliato all’amministratore delegato Dieter Knoll e allo staff tecnico dei Foxes da Luciano Basile, suo ex allenatore a Briancon.

Nato il 9 maggio del 1991 a Canton, nello Stato del Massachusetts, Crowley non andrà ad intaccare il contingente dei punti previsto dal regolamento Ebel (massimo 60 punti per ogni squadra). Il 23enne neo-biancorosso, nel corso della sua carriera, ha fatto parte del programma di sviluppo della nazionale statunitense Under 17 e Under 18, prima di trascorrere i 4 anni di college alla Brown University, nel cui staff tecnico figura l’ex bolzanino Mike Souza. Terzino solido e senza troppi fronzoli, nella scorsa stagione è stato fra i protagonisti in positivo della cavalcata del Briancon alla conquista del titolo di campione di Francia, venendo schierato costantemente nel primo blocco di difesa. In 41 partite, Richie Crowley ha messo a segno 1 gol e 10 assist, totalizzando ottime statistiche soprattutto nel plus/minus (+13 in regular season, +10 nei playoff).

Oltre a Crowley, la difesa biancorossa nella stagione 2014-2015 potrà contare su un’altra faccia nuova. Questa volta di nazionalità italiana. Si tratta di Roland Hofer, vipitenese di 24 anni (nato nel 1990) valutato 1,5 punti nel sistema della EBEL. Hofer proviene da una lunga esperienza in Finlandia, avviata nella stagione 2007-2008 con la formazione under 20 dell’HIFK Helsinki. A livello senior, il nuovo terzino dei Foxes ha vestito anche le maglie di Sport Vaasa, Heki e Peelitat, formazione di Mestis (la seconda lega finlandese) nella quale ha disputato gli ultimi tre campionati. Le sue buone prestazioni e la sua solidità difensiva, lo hanno fatto entrare anche nel giro della nazionale azzurra, con la quale ha disputato il Mondiale 2012.

“Con l’arrivo di Roland Hofer – commenta l’amministratore delegato Dieter Knoll – vogliamo dare a un giovane giocatore altoatesino la chance di misurarsi in una lega di alto livello come la EBEL e di disputare la Champions League. Inoltre con questo ingaggio vogliamo nuovamente sottolineare, che le nostre porte sono sempre aperte per giovani talenti locali motivati”.

Ufficio Stampa

HC Bolzano Alto Adige