SENIGALLIA 59

BCC VASTO BASKET 70

 

SENIGALLIA PERINI 18(34’), MADDALONI 16(37’), SARTINI 10(28’), PIERANTONI 7(38’), MATEJKA MECCOLI 5(19’), Pasquinelli 3(19’), BATTISTA 0(25’), Catalani ne, Locapo ne, Savelli ne. All. Alessandro Valli.

VASTO DIPIERRO 12(20’), DURINI 11(33’), SERRONI 10(28’), SERGIO 10(35’), DI CARMINE 9(34’), MARINELLI 8(23’), Di Tizio 7(27’), Ierbs 0(1’), Bucci ne, Saglioccolo ne. All. Sandro Di Salvatore.

Arbitri: Vittori e Centonza.

Parziali: 1°q 18-19, 2°q 31-28(13-9), 3°q 45-48(14-20), Finale 59-67(14-19).

Senigallia Tiri da 2: 19/45(42%), Tiri da 3: 6/21(29%); Tiri liberi: 3/9(33%), Falli 22.

Vasto Tiri da 2: 17/36(47%), Tiri da 3: 6/18(33%); Tiri liberi: 15/17(88%), Falli 17.

Usciti x 5 falli: Pasquinelli (40’:57-62) e Marinelli (40’:57-64) Uscito x infortunio Sergio (35’:50-57)..

Nel foglio di presentazione distribuito al Palasport di Senigallia la BCC Vasto veniva presentata come “LA BELLA SORPRESA ABRUZZESE!” e, nello specifico, c’era anche la presentazione dei componenti il suo roster con le peculiarità di competenza dei singoli atleti prelevati dalle statistiche presenti su LNP. In particolare di Vincenzo Dipierro erano evidenziate la media punti, le varie percentuali nei tiri e l’assenza nelle ultime due gare con un dubbio anche per la gara odierna, ma, purtroppo per loro, vero su quasi tutte le informazioni ad eccezione della sua presenza; non è stato in campo come al solito, perché usato con cautela, risultando comunque il miglior realizzatore di squadra con 12 punti compresa una realizzazione dalla lunga distanza a tre minuti dalla fine per il 55-60 gestito ed amministrato fino al +8(59-67) sulla sirena finale. Ancora una gara non bellissima condizionata dall’importanza della posta in palio, la squadra viaggiante è partita con il piede giusto con l’apertura del referto da parte di Matteo Marinelli, ex di turno, con Durini dalla lunga distanza (0-5), i padroni di casa seguono l’esempio con Pierantoni da 2 e Sartini da 3 (5-5), a seguire i vastesi fanno da lepre e all’inizio dell’ultimo minuto 1° quarto sono a +5(14-19). Un break dei marchigiani (13-6) a cavallo del primo mini riposo ribalta la situazione per il +6(27-21) che coach Valli che prova a difenderlo riguadagnando lo spogliatoio sul +3(31-28). Molti gli errori da entrambe le formazioni con Sergio che ristabilisce la parità (31-31) dopo i primi due minuti del 3° parziale caratterizzato da continui capovolgimenti ed ancora la parità (37-37 e 40-40) con tiri ancora dalla lunga distanza con Dipierro e Sartini e il +3(45-48) con il quale coach Di Salvatore si ripresenta sul parquet per gli ultimi dieci minuti. La squadra di casa sembra accusare un leggero calo e gli abruzzesi ne approfittano per il loro massimo vantaggio (+7:50-57, di 1 inferiore al risultato finale) con la tripla di Sergio costretto poi a tornare in panchina per un leggero infortunio che non gli consentirà di rientrare. Al suo posto viene rimesso Marinelli che, ricevuto piuttosto freddamente dalla sua ex società, ha giocato meno del solito e forse con un pizzico di nervosismo di troppo risentendo sicuramente dell’ambiente, solo 8 i punti messi a referto costretto ad uscire per 5 falli all’inizio dell’ultimo minuto con il risultato oramai acquisito. Guardando i numeri nel complesso c’è una chiara indicazione: ha visto la squadra con la “S” maiuscola e con la rotazione su sette uomini che hanno realizzato da 7 (Di Tizio) a 12 (Dipierro) punti riuscendo a vincere in un campo non proprio facile; gli avversari si sono affidati a Perini (top scorer con 18) e Maddaloni (16) senza riuscire nell’impresa di fermare la terza forza del campionato che, con il risultato ottenuto, acquisisce matematicamente la posizione. Oggi si brinda, da domani si pensa all’NPC Rieti che ha vinto la 11^ gara sulle 11 disputate nel turno di ritorno (dom 6 apr ore 18???).

Francesco Tomassoni / Addetto Stampa BCC Vasto Basket