Il Tierre Sant’isidoro di mister Tripoli ha lottato, con le unghia e con i denti, dall’inizio fino al termine della partita, senza riuscire nell’impresa di superare i forti avversari pugliesi. 10-6 per i padroni di casa il risultato finale, margine forse un po’ troppo ampio visto quello che si è visto in campo ma comunque successo meritato e che riduce sensibilmente la speranza di poter entrare nei play-off alla compagine bagherese.

Partiti alla volta della Puglia con una rosa rimaneggiata, mister Tripoli ha dato fiducia fin dall’inizio a Lo Piparo in porta, Piazza centrale difensivo, Cottone e Centineo laterali e Pisciotta pivot.

Pronti-via e il Rutigliano passa in vantaggio: bastano appena 11 secondi ai giocatori locali per gonfiare la rete ospite. Tuttavia, il Tierre Sant’Isidoro riesce a mantenere lucidità e a pervenire al pareggio. E’ Piazza l’autore della splendida marcatura, con un tiro che toglie le ragnatele dall’incrocio dei pali. Le ristrette dimensioni del campo favoriscono la spettacolarità del match, con azioni frenetiche da una parte all’altra. Al 6’ minuto è Rotondo a riportare in vantaggio i pugliesi, appoggiando indisturbato sul secondo palo. Prima Cascino e poi Cottone provano a guidare la reazione degli ospiti, ma la difesa di casa fa buona guardia. Non fa buona guardia sulle imbucate a secondo palo, invece, il Tierre Sant’Isidoro: stesso copione e ancora gol, a 10 minuti dalla fine, quello del momentaneo 3-1. I ritmi del gioco restano altissimi e le due squadre vanno vicine al gol in svariate occasioni. Il cinismo premia i padroni di casa, in rete per la quarta volta questa volta a causa di una dormita in difesa generale. Speciale coglie il palo dalla distanza, il Rutigliano la traversa. A 6 minuti dalla fine, sale in cattedra Cascino e realizza la rete che dà un po’ di speranza ai bagheresi. Sul 4-2 è ancora Cascino protagonista assoluto del match: da distanza siderale imbecca l’angolo sotto l’incrocio dei pali lasciando di stucco avversari e tifo locale. 4-3 e partita da rifare per i pugliesi. L’inerzia è tutta dalla parte dei siciliani e ancora Cascino va vicino al gol incocciando il palo. Ma il Rutigliano si ricorda che quest’oggi i bagheresi non controllano il secondo palo, e puntualmente lo punisce con la rete del 5-3 a 3 dalla fine. Questa rete taglia un po’ le gambe agli ospiti, che a un minuto dalla fine subiscono la rete del 6-3. E’ il punteggio con il quale le due squadre vanno negli spogliatoi.

All’intervallo lungo mister Tripoli ha chiesto ai suoi maggiore determinazione offensiva e concentrazione difensiva, visti i gol presi praticamente alla stessa maniera.

Non passa neanche un minuto e il Tierre Sant’Isidoro va in gol con Piazza, alla sua doppietta personale. Sul 6-4 la partita vive di troppi intervalli dovuta a falli di gioco che gli arbitri decidono di sanzionare. Al 4’ minuto, il Rutigliano ritrova la rete sfruttando un errore di Piazza, che nel tentativo di deviare il pallone in angolo trafigge il proprio portiere. Pian piano il Tierre Sant’Isidoro esce dal match e il Rutigliano non ha difficoltà a gestire e amministrare il gioco senza rischiar nulla dietro. Centineo, Piazza e Pisciotta provano ad andare in gol ma senza fortuna. Il Rutigliano è più cinico e lo dimostra al 12’ nella rete del momentaneo 8-4, sfruttando alla perfezione uno schema da calcio d’angolo. Il Tierre Sant’Isidoro non oppone più resistenza e subisce il 9 e il 10 a 4. Nei minuti finali, prima Centineo e poi Speciale, rendono la sconfitta meno netta almeno sul punteggio. Un 10-6 che lascia il rammarico vista la contemporanea sconfitta del Putignano in casa del fanalino di coda Fata Morgana.

Prossimo appuntamento sabato 29 marzo alle ore 16 al Palasport “Carlo Alberto Dalla Chiesa” di Bagheria contro il Futsal Melito.

Ufficio Stampa