I Ravens tornano alla vittoria, battendo in trasferta i Thunders Trento per 34-18.

I Ravens iniziano sottotono, e i Thunders dimostrano di essere una squadra da non sottovalutare aprendo le marcature con Girelli. I Ravens rispondono nel secondo quarto con una corsa di Cattabriga, che porta la partita sul 6-6. L’attacco trentino continua a macinare yard, ma viene fermato da un intercetto di Andrea Salvinni. I Ravens ne approfittano e segnano il sorpasso con un passaggio di Brazzi (nella foto) per Andrea Morara. 12-6 è il risultato all’intervallo.

L’Head Coach Gasparri non è soddisfatto del primo tempo, e chiede più concentrazione ai suoi. Nel terzo quarto la difesa ferma l’attacco dei Thunders, e i Ravens si portano sul 28-6 con due passaggi di Brazzi per Raffini e Zanoni. Nell’ultimo quarto Trento accorcia le distanze con Girelli, ma un altro passaggio di Brazzi per Morara mantiene la distanza di sicurezza. I Thunders segnano l’ultimo touchdown dell’incontro ancora con Girelli, ma il risultato finale è 34-18 per i Ravens.

Il prossimo incontro sarà Domenica 6 Aprile contro i Doves Bologna. L’appuntamento è per le 14 al C.S. Bacchilega di via Salvo D’Acquisto (Imola).

Classifica Girone I: Knights Persiceto 8, Ravens Imola 6, Thunders Trento 2, Doves Bologna 0.

Le voci dei protagonisti:

Andrea Salvinni, defensive back: “Gara emozionante e combattuta. Entrambe le squadre hanno commesso degli errori, ma hanno anche fatto delle ottime azioni. Complimenti al running back Girelli, perché sapeva davvero leggere molto bene i buchi e spesso ha procurato dei bei passi avanti per il loro attacco. Noi invece in attacco siamo andati piuttosto bene direi, sia sui lanci, sia sulle corse. La difesa è stata un po’ più altalenante, ci siamo saputi difendere bene, nonostante qualche errore”.

Andrea Morara, wide receiver: “La partita è stata dominata dal punto di vista aereo dai nostri ricevitori grazie soprattutto al quarterback Brazzi che ha lanciato impeccabilmente realizzando ben 4 passaggi in touchdown. La partita tutto sommato è andata bene nonostante i vari errori sia in attacco che in difesa. Bravi anche i Thunders che hanno tenuta viva la partita nonostante la presenza dei fenomeni Masi in campo”.

Ufficio Stampa