Lavezzini Basket Parma – Gesam Lucca 73 a 71 (37-35)

Il Lavezzini interrompe la serie negativa con Lucca (8 sconfitte consecutive!) nel momento più importante e contemporaneamente il Cus Cagliari sconfigge La Spezia. Risultato, Parma è sesta in campionato e le sarde entrano nei playoff, Lucca è quarta e non terza come sperava e le ragazze di coach Olivieri incrociano nei quarti di finale Umbertide anziché Ragusa. Una trasferta quindi molto più soft. La città umbra è senz’altro più vicina e la formazione dell’Acqua&Sapone è meno ostica delle siciliane. 73 a 71 il punteggio finale che ha fatto esplodere il PalaCiti di fede ducale.

Nell’ultima di regular season, dal cilindro, esce il finale più bello grazie ad una prova magistrale di Harmon (24 punti alla fine ed MVP con 26 di valutazione), ma tutte le ragazze crociate hanno dato il cuore oggi. Battisodo parte al fulmicotone con 2 “bombe” siderali in apertura: in 40 secondi fa 6 a 0. Ma è tutto il Lavezzini a girare bene nei primi istanti di gioco ed a sorpresa va avanti addirittura 14 a 2 con anche l’apporto di Zanoni. La tripla di Crippa a 4 minuti dalla prima minisirena sveglia le ospiti che iniziano a recuperare: 24 a 19 alla prima pausa. Ancora Crippa, in apertura di secondo quarto, dalla lunga distanza punisce le gi alloblù: 26 a 22. Franchini e compagne non demordono e tornano avanti 31 a 24. Crippa sembra la spina nel fianco del Lavezzini quando a 2 e 39” segna ancora dai 7 metri (33 a 31). È il turno del capitano a farsi valere tra canestri ed assist riporta la parmigiane avanti 37 a 31 prima di cedere nel finale e scendere negli spogliatoi sull’incertissimo 37 a 35 (Dotto 2 punti dalla lunetta). Inizia la ripresa e Battisodo e Zanoni (con una tripla) riprendono a segnare con continuità. Per “Iaia” è doppia cifra stasera con 14 punti. Si passa dal 41 a 35 al 46 a 39 con Macaulay decisamente in ombra e carica di falli. Ma anche Halman fra le biancorosse non sta meglio. Si riparte per gli ultimi 10 minuti di fuoco dal 53 a 45. A renderli infuocati ci pensano anche le pessime decisioni arbitrali che inizialmente aiutano Lucca a rifarsi nuovamente sotto: 53 a 50. La terza “bomba” di Battisodo segna un buon avvio e da forza agli animi dei tifosi gialloblù anche oggi numerosissimi e caldissimi. Ma Lucca è dura a morire, si sa, e torna ancora a meno 1, ma perde Halman per 5 falli quando mancano ancora 6 minuti alla fine. A 4’ e 28” tocca a Parma perdere il suo play Battisodo, oggi dalla mano calda (15 punti al termine). Franchini passa in regìa e Lucca perde la tramontana. Le parmensi riallungano e vanno sul 66 a 58 e le lucchesi perdono anche le staffe: doppio tecnico a Diamanti per proteste (inutili) nel giro 45 secondi che viene espulso. Manca poco meno di due minuti alla sirena e i giochi sembrano fatti, invece, la Gesam passa al fallo sistematico e recupera ancora. In più Olivieri perde altre due sue frecce per aver raggiunto il numero massimo di falli: Macaulay e Ngo Ndjock escono quando mancano 52” la prima, e 22” la seconda. Prima si transita da un 68 a 64, poi da un 71 a 68, ma Franchini ed Harmon so no infallibili dalla lunetta ed il tiro allo scadere di Mahoney (18 punti e sempre la migliore) a poco conta anche se entra da una distanza impossibile. Il finale è scritto: 73 a 71. Il Lavezzini ha compiuto l’impresa ed ora tutti a Umbertide.

Ufficio Stampa
A.S.D. Basket Parma