C REGIONALE: TORNA ALLA VITTORIA LA VIRTUS TRAPANI CHE SUPERA IL BASKET CLUB PATERNÒ 66-53

Torna al successo la Virtus Trapani che nell’anticipo della quinta giornata della seconda fase del campionato di C regionale ha sconfitto al Palavirtus il BASKET CLUB Paternò con il punteggio finale di 66-53, al termine di una gara ottimamente giocata dai giovanissimi trapanesi nella seconda parte al cospetto di una squadra sicuramente più esperta ed attrezzata per la categoria.

Sembrava la solita partita interna della Virtus, con gli avversari catanesi che schierando la difesa a zona sembravano potere ottenere agevolmente la vittoria. La Virtus, tra l’altro, si presentava con un roster oltremodo rimaneggiato con diverse assenze importanti tra cui quelle di Bellomo e Costadura che hanno assistito alla gara dalla tribune.

E invece i giovani di Nino Colomba hanno tirato fuori un secondo tempo strepitoso riuscendo prima a rimontare il distacco di 12 punti che avevano accumulato all’intervallo giocando un brillante terzo quarto, per poi gestire benissimo l’ultimo periodo che ha consentito ai virtussini di interrompere la lunga striscia negativa senza vittorie che durava ormai dal mese di gennaio.

Dicevamo del solito inizio Virtus, con la squadra che nei primi due periodi ha fatto grande fatica soprattutto contro la difesa avversaria schierata, con un punteggi bassissimi anche se in equilibrio. Il primo quarto si chiude sul 10-12 poi verso la fine del secondo, sul punteggio di 17-21 per gli ospiti, il black out dei padroni di casa che subiscono un parziale di 10-0 che fissa il punteggio al riposo lungo sul 19-31 con la Virtus che ripetutamente terminava i 24” in attacco senza riuscire a tirare e gli ospiti che con un paio di palle intercettate, poi trasformate con altrettanti contropiedi in canestri, sembravano riuscire ad avere facilmente la meglio.

Nel riposo il coach Nino Colomba avrà scosso i suoi ragazzi certo che il risultato è sorprendente. La Virtus scende in campo trasformata, brillante in attacco e rocciosa in difesa, chiudendo benissimo i rifornimenti sotto canestro per gli ospiti e trovando una buona circolazione di palla in attacco da cui scaturivano buoni tiri dalla media e dalla lunga distanza. La Virtus piazza un controbreak di 12-0 lasciando gli avversari senza canestri per quasi 7 minuti. E’ il giovanissimo Ciccio Genovese a suonare la carica con un tiro dalla media distanza, poi è Simone Asta (stasera il migliore dei suoi) che segna sei punti consecutivi con una tripla e un canestro da sotto con tiro aggiuntivo trasformato, poi ancora Genovese a segno e la rimonta è servita, 31 pari a 3’42” dal termine. La gara si accende, con gli arbitri che faticano a gestire la partita costretti più volte a sanzionare falli antisportivi qualcuno, forse con eccessiva severità. Gli ospiti si rifanno sotto segnando due canestri consecutivi, il punteggio dice 31-35 a -1,55”. Entra Riccardo Felice che rubando palla in attacco segna un’azione addirittura da 5 punti con canestro da sotto e tre liberi per il fallo subito sul tiro e l’antisportivo fischiato agli avversari. Il periodo si chiude sul 41-39 per i padroni di casa.

Nell’ultimo periodo l’inerzia non cambia, la Virtus che ha trovato finalmente in Gaspare Nicosia il lungo capace di scoraggiare le incursioni avversarie sotto le plance, appare decisamente in palla. Il tiro dalla lunga distanza, vero tallone d’achille dei trapanesi in questa stagione, diventa l’arma in più contro la zona avversaria (alla fine saranno 7 i tiri pesanti segnati su 20 tentativi). La partita è equilibrata, Gaspare Asta segna con continuità dalla linea dei 6,25 imitato da Riccardo Felice che gestisce con sicurezza i palloni più importanti. Ottimo il contributo in questa fase anche del giovanissimo Simone Di Vita (classe 1998) soprattutto in lunetta (per lui 5/6). Colomba chiama la difesa a zona ed è la svolta. A -4,42” siamo sul 54-48 dopo due liberi di Felice; è ancora Genovese a segnare un canestro importantissimo a 1,12” dalla fine che fissa il punteggio sul 60-53 proprio allo scadere dei 24 secondi. Gli ospiti in attacco non trovano più spazi e così i trapanesi portano a casa la vittoria gestendo bene gli ultimi palloni fino al 66-53 finale, giusto premio per i ragazzi di Colomba che interrompono così la striscia perdente di 10 sconfitte consecutive.

Tra i singoli, per i trapanesi ottime le prove dei gemelli Asta, con Simone migliore realizzatore per i suoi con 14 punti segnati e un buon 50% nel tiro pesante (3/6), seguito da Gaspare con 13 pti e 7 rimbalzi catturati; buone pure le prove di Riccardo Felice (11 pti in 22 minuti, con 7 falli subiti e un buon 6/7 dalla lunetta) e di Genovese (10 pti). Tra gli ospiti migliore realizzatore della serata Fiorito con 17 punti seguito da Asero con 11.

Il tabellino:

Virtus Trapani – Basket Club Paternò: 66-53 (10-12; 19-31; 41-39)

VIRTUS TRAPANI: Asta S. 14, Perrone 4, Felice 11, Esposito 7, Nicosia 2, Asta G. 13, Genovese 10, Lombardo 0, Schifano D. 0, De Vita 5; All. Colomba

BASKET CLUB Paternò: Fiorito 17, Asero 11, Zerini 9, Floresta 6, Lo Faro 5, Santonocito 4, Russo 1, Santangelo 0; All. Castiglione

Arbitri: VILARDI M. (TP) – CALANDRA E. (PA)*