GOLF – PGA TOUR: NELL’ARNOLD PALMER INVITATIONAL ADAM SCOTT A GRAN RITMO

L’australiano Adam Scott ha tenuto un ritmo impossibile per gli avversari e con 62 colpi, dieci sotto par, si è portato al comando dell’Arnold Palmer Invitational (PGA Tour), sul percorso del Bay Hill Club & Lodge (par 72), a Orlando in Florida. Ha offerto un’ottima prova Francesco Molinari che con 67 (-5) colpi occupa il quinto posto. Ha rinunciato a partecipare Tiger Woods, campione uscente, ancora alle prese con i problemi alla schiena.

Scott, 34enne di Adelaide con dieci titoli nel circuito comprensivi di un successo nel Masters, sette nell’European Tour, cinque nell’Australasia Tour e uno nel Sunhine Tour, numero due mondiale con l’opportunità di detronizzare Tiger Woods, ha tre colpi di vantaggio su John Merrick e sul giapponese Ryo Ishikawa (65, -7) e quattro sullo spagnolo Gonzalo Fernandez Castaño (66, -6). Sono in compagnia di Molinari gli statunitensi Brandt Snedeker, Morgan Hoffmann e Jason Kokrak, l’inglese Paul Casey e il gallese Jamie Donaldson e hanno un colpo in più l’inglese Ian Poulter e il nordirlandese Graeme McDowell, 11.i con 68 (-4). Al 17° posto con 69 (-3) lo svedese Henrik Stenson, al 26° con 70 (-2) Hunter Mahan, l’irlandese Padraig Harrington e il sudafricano Retief Goosen, al 40° con 71 (-1) Keegan Bradley, Zach Johnson, l’inglese Justin Rose e l’argentino Angel Cabrera, al 61° con 72 (par) il fijano Vijay Singh, al 91° con 74 (+2) il belga Nicolas Colsaerts e al 98° con 75 (+3) l’inglese Lee Westwood. Si è ritirato Bubba Watson.

Scott, che ha realizzato il suo score più basso in carriera, è partito dalla buca 10 ad andatura notevole mettendo a segno sulle prime sette buche quattro birdie e un eagle. Dopo l’unico bogey alla 18 ha continualo la sua corsa con altri tre birdie e un eagle nel rientro.

“Avevo tolto questo torneo dai miei programmi – ha detto l’australiano – perché le mie ultime due prestazioni erano state veramente frustranti pure se il campo favorisce il mio modo di giocare. Naturalmente sono entusiasta del risultato di oggi che devo in buona parte al mio putter veramente caldo: ogni buca sembrava avere le dimensioni di un secchio. Anche il gioco lungo è stato di qualità: ho mandato la palla spesso a quattro-cinque metri dall’asta e poi i putt andavano a segno che era un piacere. E’ stato un giro che mi ha dato grande fiducia che tornerà buona per il resto della gara”.

Hanno camminato di pari passo Ishikawa e Merrick con otto birdie e un bogey. Molinari, al via dalla buca 1, ha giocato con molta accortezza nella prima parte del tracciato conclusa con un birdie e un parziale di 35 (-1), poi ha adottato una tattica più aggressiva che ha fruttato quattro birdie per un ritorno in 32 (-4). Tutto senza bogey.

Il montepremi è di 6.200.00 dollari dei quali 1.116.000 dollari andranno al vincitore.

Il torneo su Sky – Le due giornate conclusive dell’Arnold Palmer Invitational saranno teletrasmesse in diretta e in esclusiva dalla TV satellitare Sky, sui canali Sky Sport 3 e 3 HD, sabato 22 marzo e domenica 23, con collegamento dalle ore 20 alle ore 23. Commento di Silvio Grappasonni e di Nicola Pomponi.

LPGA TOUR: SERGAS, MOLINARO E CAVALLERI IN DIFFICOLTA’ NELLA JTBC FOUNDERS CUP Subito in salita la corsa delle italiane nella JTBC Founders Cup (LPGA Tour) sul tracciato del Wildfire Golf Club (par 72), a Phoenix in Arizona, dove Giulia Sergas e Giulia Molinaro sono al 118° posto con 75 (+3) colpi e Silvia Cavalleri è al 131° con 79 (+7).

Al comando la semisconosciuta coreana Mirim Lee con 64 (-8), che precede di misura Morgan Pressel (65, -7). In terza posizione con 66 (-6) alcune candidate al titolo quali Stacy Lewis, campionessa uscente, Michelle Wie, la coreana Inbee Park, leader mondiale, e l’australiana Karrie Webb affiancate da Gerina Piller, dalla scozzese Catriona Matthew, dalla svedese Pernilla Lindberg e dalla coreana Eun-Hee Ji. in undicesima con 67 (-5) la neozelandese Lydia Ko e in 18ª con 68 (-4) la norvegese Suzann Pettersen, numero due al mondo. In ritardo Paula Creamer, 47ª con 70 (-2), Cheyenne Woods, la giapponese Ai Miyazato, la taiwanese Yani Tseng e la cinese Shanshan Feng, 62.e con 71 (-1), e la coreana Na Yeon Choi, 94ª con 73 (+1).

Mirim Lee ha realizzato nove birdie e un bogey; la Sergas quattro birdie, cinque bogey e un doppio bogey; la Molinaro tre birdie e sei bogey; la Cavalleri un birdie, quattro bogey e due doppi bogey. Il montepremi è di 1.500.000 dollari.

Ufficio Stampa FIG