Al Circolo Golf Is Molas e al Golf Club Castelgandolfo sono iniziati i Campionati Internazionali d’Italia, gare tra le più attese nel calendario dilettantistico europeo a cui prendono parte numerosi giocatori che appartengono all’élite continentale..

Nel torneo maschile (Italian International Amateur Championship), sul tracciato di Pula (par 72), ha preso il comando con 68 (-4) colpi il tedesco Claas-Eric Borges, ma sono subito dietro due azzurri in grado di competere per il titolo, Enrico Di Nitto (Parco di Roma), secondo con 69 (-3), e Guido Migliozzi (Montecchia), reduce dalla vittoria nell’individuale dell’European Nations Championship in Spagna, terzo con 70 (-2). Sono alla pari con il veneto pericolosi avversari quali il norvegese Kristoffer Ventura, i francesi Leonard Bem e Hubert Tisserand e il tedesco Christian Braunig. Seguono con 71 l’argentino Stefano Salvati, il norvegese Kristian Johannessen e lo svizzero Joel Girrbach.

Sono in buona posizione Giacomo Fortini (Cus Ferrara) e Paolo Ferraris (Royal Park I Roveri), 11.i con 72 (par), Federico Rovegno (Rapallo), Jacopo Vecchi Fossa (Modena), Jan Marc Zublasing (Dolomiti), Adalberto Montini (Verona), Luca Cianchetti (Modena), Stefano Mazzoli (Monticello) e Jacopo Guasconi (Zoate), 17.i con 73 (+1). In ritardo Lorenzo Scalise (Milano) e Teodoro Soldati (Lanzo), 56.i con 77 (+5).

Si confrontano atleti di 15 nazioni in rappresentanza di Italia, Germania, Svizzera, Francia, Slovenia, Olanda, Serbia, Norvegia, Repubblica Ceca, Austria, Danimarca, Turchia, Belgio, Argentina e Inghilterra.

Nel torneo femminile (Italian International Ladies Championship) al GC Castelgandolfo (par 72) conduce con 70 (-2) Alessandra Braida (Royal Park I Roveri) seguita a un colpo da Giulia Scotton (Colli Berici) e dalla belga Clara Aveling (71, -1). In quarta posizione con 72 (par) la tedesca Greta Isabella Voelker, in quinta Roberta Liti (L’Abbadia), la francese Anaelle Carnet e le svizzere Gioia Carpinelli e Clara Pietri, in nona con 74 (+2) Angelica Moresco (Padova) e Federica Torre (Margara).

Si sono ben difese Carlotta Lanzi (Royal Park I Roveri) 11ª con 75 (+3), Alessandra De Poli De Luigi (Monticello), Alessia Nobilio (Ambrosiano), Giorgia Carletti (Milano), Alessandra Fanali (Fiuggi Terme), Camilla Acquarone (Rapallo) e Alessia Fornara (Des Iles Borromées), 16.e con 76 (+4). In affanno Virginia Elena Carta (Udine), 36ª con 79 (+7).

Oltre alle italiane sono in campo atlete provenienti da altre 14 nazioni: Svizzera, Finlandia, Francia, Norvegia, Germania, Austria, Slovacchia, Scozia, Belgio, Danimarca, Repubblica Ceca, Slovenia, Russia e Cipro.

I tornei si disputano con l’identica formula su 72 buche medal e con taglio dopo 54 che lascerà in gara i primi 60 classificati e i pari merito al 60° posto.

Ufficio Stampa FIP