LA PIU’ IMPORTANTE MANIFESTAZIONE PROMOZIONALE DI TENNIS GIOVANILE IN ITALIA
Giovani tennisti e campioni affermati. E’ questo il connubio che rende vincente il Trofeo Tennis Kinder+Sport, che anche quest’anno si affiderà a due testimonial d’eccezione. Si tratta dell’azzurro
Fabio Fognini, n° 13 del ranking Atp, e del francese Jo-Wilfried Tsonga n° 10 del ranking Atp.

 


Il campione ligure sarà in Piemonte martedì 8 aprile subito dopo l’impegno in Coppa Davis a Napoli, dove la squadra azzurra affronterà la Gran Bretagna. Fognini, per la “giornata con il campione Babolat”, si recherà al circolo Match Ball di Bra, dove incontrerà gli alunni delle scuole elementari e tanti giovani tennisti, per scambiare qualche colpo, rispondere alle loro domande e firmare autografi. Nel tardo pomeriggio raggiungerà Alba, dove visiterà lo stabilimento della Ferrero. Ospite del Trofeo Tennis Kinder+Sport, Jo-Wilfried Tsonga, domenica 11 maggio, si intratterrà per una giornata con i giovani appassionati della racchetta al circolo Empire di Roma. Negli anni scorsi hanno affiancato il proprio nome e il proprio volto a questa manifestazione campionesse assolute del tennis nostrano, come Francesca Schiavone, Flavia Pennetta e Sara Errani.
Il Trofeo Tennis Kinder+Sport, giunto alla nona edizione, si articola in 97 tornei, tredici dei quali in Piemonte, la regione con il maggior numero di tappe; 17 le regioni coinvolte, circa 12 mila gli atleti attesi. La kermesse, ideata e coordinata dall’ex azzurra Rita Grande, è aperta a tutti i tesserati della Fit, tra gli 8 e i 16 anni. L’epilogo è previsto dal 24 al 31 luglio alla Società Ginnastica Angiulli di Bari, dove andrà in scena il Master Nazionale in cui verranno sorteggiate quattro racchette Babolat autografate da Rafa Nadal e Sara Errani. Per il quinto anno consecutivo Uca Assicurazione darà il suo prezioso contributo alla Manifestazione premiando i finalisti del Master nelle categorie u14, u16 M e F e i vincitori della categoria u12 M e F, con un soggiorno multi-sport negli Stati Uniti.

Ufficio stampa Oscar Serra

credit photo a cura dell’agenzia Pentaphoto