XV GIORNATA DI ECCELLENZA
BATTUTA LA LAZIO 17 A 33

Presutti: “Abbiamo dimostrato, ancora una volta, di che pasta siamo fatti. Questa squadra dimostra sempre di più di meritare di essere in questa serie. Sono convinto che, prima della fine del campionato, ci leveremo altre soddisfazioni”.

IL COMMENTO:

Roma – Le Fiamme si aggiudicano il derby con la Lazio e la supremazia cittadina mettendo in cassaforte altri quattro preziosi punti che consolidano il settimo posto in classifica, con otto lunghezze di vantaggio sul San Donà e 13 sui biancocelesti romani
Il punteggio finale, 17 a 33 per i Cremisi, lascia pochi dubbi sull’andamento di un match che ha visto gli ospiti dominare in mischia chiusa, nelle maul e in touche per tutto il primo tempo e fino all’11’ della seconda frazione di gioco, quando la Lazio, oramai in difficoltà per gli infortuni ai piloni, ha chiesto di poter effettuare la mischia “no contest”. Una scelta che ha creato non pochi problemi ai ragazzi di Pasquale Presutti che, complice anche un momento di appannamento generale, hanno subito il ritorno veemente della Lazio, capace di mettere a segno ben due mete nel giro di dieci minuti. Ma il piede di Benetti (oggi 7 su 8 dalla piazzola e man of the match) e altre due mete con Amenta e De Gaspari, hanno consentito al XV della Polizia di Stato di riportare sui propri binari il match.
“Nel primo tempo – ha detto coach Pasquale Presutti – abbiamo mostrato di che pasta siamo fatti, mentre nei secondi quaranta minuti abbiamo subito all’inizio i nostri avversari, soprattutto per la mischia no-contest che ci ha messo in difficoltà, ma poi siamo tornati a fare il nostro gioco e il risultato si è visto. Sono contento perché i miei ragazzi hanno saputo riprendersi e reagire nel migliore dei modi. Lo ripeto per l’ennesima volta: questa è una squadra matura che merita di essere qui e che, sono convinto, prima della fine del campionato ci regalerà molte altre soddisfazioni”.
Il prossimo impegno, sabato 22 alle 15 sul sintetico della caserma “Gelsomini”, vedrà le Fiamme affrontare il Rugby Reggio, oggi vittorioso nella sfida con il San Donà.

LA CRONACA
Al 2’ è Nicola Benetti a mettere a segno i primi tre punti dalla piazzola e si ripete al 20’, sempre su piazzato, portando lo score sullo 0 a 6. Le Fiamme in mischia fanno il bello e il cattivo tempo e al 28’, su un’azione di rolling maul a ridosso della linea di meta dei padroni di casa, ancora Nicola Benetti entra in possesso del pallone e trova lo spazio per segnare la prima meta cremisi. Il capitano delle Fiamme si incarica della trasformazione e porta gli ospiti in vantaggio 0 a 13. La reazione biancoceleste è affidata al piede di Troy Nathan che dalla piazzola porta a casa i primi tre punti laziali al 35’. Ma il piede più caldo oggi è quello del numero 9 delle Fiamme che al 38’ e al 44’ aggiunge altri sei punti allo score e manda le squadre negli spogliatoi sul 3 a 19.
La seconda frazione di gioco vede i padroni di casa iniziare con maggior convinzione e dall’11’, momento in cui la Lazio inizia le mischie “no contest”, le Fiamme subiscono il gioco dei biancocelesti che vanno in meta due volte: al 12’ con Rubini e al 21’ con Bisegni. Entrambe le mete, trasformate da Nathan, portano i laziali a due punti dalle Fiamme. Al 25’, ancora Nathan ha sul piede il pallone del sorpasso, ma fallisce il calcio dalla piazzola. Le Fiamme accusano il colpo, ma serrano i ranghi e iniziano di nuovo a macinare gioco. Al 31’ Mirko Amenta schiaccia il pallone oltre la linea, su azione susseguente ad una touche, e con la trasformazione di Benetti porta di nuovo le Fiamme oltre il break: 17 a 26. Quattro minuti dopo, al 35’, arriva il capolavoro di Marcello De Gaspari: l’ala cremisi riceve il pallone e, passando come un coltello nel burro tra i giocatori della Lazio, va a segnare altri cinque punti. La trasformazione di Nicola Benetti chiude il match sul 17 a 33.

IL TABELLINO
Eccellenza, XV giornata

IMA Lazio Rugby 1927 – GS Fiamme Oro Rugby 17 – 33 (3 – 19)

Marcatori: primo tempo: 2’ cp Benetti (0-3); 20’ cp Benetti (0-6); 28’ meta Benetti tr. lo stesso (0-13); 35’ cp Nathan (3-13); 38’ cp Benetti (3-16); 44’ cp Benetti (3-19); secondo tempo: 12’ meta Rubini tr. Nathan (10-19); 21’ meta Bisegni tr. Nathan (17-19); 31’ meta Amenta tr. Benetti (17-26); 35’ meta De Gaspari tr. Benetti (17-33).

Lazio: Rubini (41’ st Giangrande); Lo Sasso (35’ st Bruni), Bisegni, Nathan, Varani (14’ pt Tartaglia); Gerber, Bonavolontà; Baeck, Filippucci C., Riccioli; Ventricelli (cap) (17’ st Nitoglia M.), Romagnoli (41’ st Dionisi); Bolzoni (28’ pt Vannozzi), Datola (37’ pt Fabiani), Pietrosanti (25’ pt Grassotti).
All: De Angelis e Mazzi.

Fiamme Oro Rugby: Barion; Di Massimo (17’ st De Gaspari), Massaro, Sapuppo (22’ st Forcucci), Bacchetti; Canna, Benetti (cap); Amenta, Vedrani (17’ st Marazzi), Balsemin; Sutto, Cazzola (17’ st Mammana); Di Stefano, Moscarda (41’ st Lombardo), Cocivera (17’ st Gentili).
All: Presutti.

Cartellini: giallo a Filippucci (Lazio) al 37’ pt e Bacchetti (FFOO) al 24’ st.
Calciatori: Benetti (FFOO) 7 su 8; Nathan (Lazio) 3 su 5.
MVP: Nicola Benetti (FFOO).
Punti in classifica: Lazio 0, FFOO 4

Note: circa 300 spettatori, giornata primaverile; mischie no contest dal 11′ st.

Cristiano Morabito –
Responsabile Ufficio stampa Fiamme Oro Rugby