Trasferta da dimenticare per l’Alì Mestrino che cade a Salerno al cospetto delle pluricampionesse campane. Le gialloverdi giocano alla pari fino al 17′, poi al primo break locale non riescono più a reagire. Il match inizia sui binari dell’equilibrio con Nichifor, Guerra e Carpanese a contrastare le giocate salernitane (3-3 al 5′, 6-6 al 9′).

 

Avram, Belotti e Napoletano continuano a spingere fino all’11-9 del 18′. Per Mestrino la prima inferiorità numerica, coincide con l’allungo Salernitano che trova in Pavlyk, Vinyukova e Prast le marcature che chiudono il primo tempo sul 20-13. Per le padovane le reti arrivano solo dai pivot Losco e Cazzola, mentre la difesa comincia a disunirsi. Nella ripresa le tricolori archiviano la partita con un parziale in apertura di 7-0: in 5 minuti le due formazioni si ritrovano sul 27-13. Nel resto della frazione le gialloverdi, provano soluzioni tattiche diverse, con ampio minutaggio per Balzano e Gherlenda entrambe a rete, così come per Bacelle. Salerno ruota anch’essa gli effettivi, mantenendo comunque un alto rendimento e vincendo il confronto per 43
Così il tecnico Menin: “Sapevamo che questa gara era probabilmente fuori dalla nostra portata, ma pensavamo di poterci mantenere più vicini alle campionesse d’Italia. Abbiamo sicuramente fatto qualche passo indietro rispetto alla settimana scorsa. La difesa ha faticato a mantenere le consegne, sia da parte delle giocatrici di campo che dei portieri. Nella fase d’attacco abbiamo retto il ritmo di gioco per 18-20 minuti, con discrete realizzazioni dalle ali e nel gioco dei pivot. Salerno si è dimostrata superiore sulla velocità, che per quasi tutte le nostre atlete è scemata nel secondo tempo. Probabilmente è subentrato un leggero appagamento dopo la vittoria contro Conversano. E’ sicuramente mancato l’apporto di alcune atlete chiave per poter diversificare le giocate. Cercheremo di utilizzare le prossime settimane per ritrovare la giusta mentalità necessaria per queste difficili partite”.
Nell’altro match dei play-off Conversano ha regolato in casa il Palermo per 33-25, sopravanzando Mestrino di una lunghezza in classifica.
Nell’unica gara di ritorno dei play-out Teramo vince a Cassano e centra la salvezza in A1F
Il campionato ora osserverà due turni di riposo per lasciare spazio alla nazionale impegnata nel doppio confronto con la Turchia nelle qualificazioni agli europei.
L’Alì Mestrino tornerà in campo sabato 5 aprile nella fondamentale trasferta a Palermo.

 

Pallamano / Serie A1F – Play-Off 2° Giornata
Sconfitta in casa delle campionesse d’Italia
SALERNO-ALI’ MESTRINO 43-23 (20-13)

SALERNO: Prunster (p), Iacovello (p), Avram 9, Ettaqi 5, Belotti 6, Coppola 1, Diome 3, Napoletano 5, Ferrentino 1, Pavlyk 5, Vinyukova 5, Lauretti Matos 1, Casale, Prast 2. All: Giovanni Nasta.
ALI’ MESTRINO: Moretti (p), Cazzola 2, Carpanese 3, Losco 8, Nichifor 5, Bacelle (p), Zuin G., Marinello, Balzano 1, Guerra 2, Marsano, Gherlenda 2. All: Diego Menin
Arbitri: Falcone e Panno

Risultati della 2° giornata di Play-Off Scudetto A1F (sabato 15/03/2014)
Salerno-ALI’ MESTRINO  43-23
Conversano-Scinà Palermo 33-25

Classifica Play-Off Scudetto A1F
1. Salerno  10 (2)
2. Conversano   6 (2)
3. ALI’ MESTRINO  5 (2)
4. Palermo   1 (2) 

Semifinali Play-Out Salvezza A1F (Ritorno)
Cassano-Nuova Teramo  21-22   (Andata 18-20)
Sinergia Sassari-Casalgrande Sabato 22/03/14 (Andata 20-30)

Nuova Teramo ottiene la permanenza in A1F
Cassano andrà allo spareggio salvezza di aprile contro la perdente di Sassari-Casalgrande

Ufficio Stampa – Pallamano Mestrino Asd
(Nella foto d’Archivio di Leandro Zampieri, Silvia Bacelle, Anna Gherlenda e Roberta Balzano)