Il Bolzano centra un clamoroso percorso netto. I Foxes piegano 4:3 in casa del Sapa Fehervar e chiudono la serie dei quarti di finale 4:0. Partita da infarto. Nel terzo tempo decide capitan Alex Egger a tre minuti dalla fine.
Un cuore grande così. Il Bolzano è in semifinale. I Foxes centrano la quarta vittoria nella serie e volano in semifinale. Per la matricola terribile, la corsa ai playoff inizia alla grande.
La prima buona notizia della serata per coach Tom Pokel è il rientro a roster di Davide Nicoletti, che torna a prendere il suo posto nel primo difensivo, al fianco di capitan Alex Egger. I padroni di casa partono con il line-up rivoluzionato, Balizs schierato in porta (out Hetenyi) e una gran voglia di allungare la serie. Bolzano in sofferenza nei primi minuti, il Sapa fa la partita e mette un gran pressione. I Foxes mantengono basso il baricentro ma superano indenni i minuti iniziali di gara. Bolzano non sfrutta il primo powerplay della serata (out Magosi), ma con il trascorrere dei minuti il ritmo della gara diminuisce. Bolzano controlla la sfuriate ungherese fino alla prima serata della serata. I pericoli non mancano, ma dopo venti minuti è 0:0.

Ripartenza devastante

Nella frazione centrale, Bolzano gioca tre minuti da urlo. E i risultati si vedono. Al secondo powerplay della serata, Mark Santorelli buca Balizs e porta i Foxes avanti. Micidiale lo special-team biancorosso, nei playoff Egger e compagni salgono su un sontuoso 5/11 in powerplay. La rete carica ancora di più i Foxes. Marco Insam centra una clamorosa traversa in contropiede, ma il 2:0 è cosa fatta al minuto 23.51. Sapa sotto assedio, Zisser conclude e trova il rimbalzo vincente di Markus Gander. Per l’attaccante di Vipiteno prima, pesantissima, nei playoff. I magiari hanno il merito di riordinare le idee e accorciano al 26.24. Sarauer devia un disco che sembra varcare la linea di porta. La prova video assegna la marcatura e riapre i giochi della serata. Bolzano continua a macinare gioco. Whitfield sfiora il tris, ma Balizs compie il miracolo. I biancorossi chiudono avanti il tempo centrale, dopo un inizio di frazione folgorante. 

Decide il capitano

Nel terzo drittel Bolzano ha il merito di partire con il solito piglio: squadra organizzata e pronta fin da subito a spingere sull’acceleratore. Il forcing biancorosso porta i suoi frutti al 45.57. Nicoletti raccoglie un puck, botta micidiale e la porta si gonfia. Bolzano sul 3:1. Mihaly sfiora il 3:2. Il Sapa accorcia al 51.06. Attila Nmeth raccoglie un disco in zona d’attacco e ridà energia ai padroni di casa. Il clima è infuocato. Coach Pokel chiama time-out per riordinare le idee. Hubl fa il miracolo su Benham, il Sapa spinge forte e trova il pareggio. Deviazione vincente di Andras Benk al 54.07 e i padroni di casa completano la rimonta. 

Pokel mischia le carte, Bolzano soffre ma trova un gol pesantissimo nel momento più difficile. Gander recupera un disco, Egger e conclude e insacca. Al 57.07, Foxes ancora avanti. Adesso è 4:3.  E’ un gol fondamentale. Perché il Sapa non ha più riserve di energie. Il Bolzano vola in semifinale. E lo fa con un clamoroso 4:0. Adesso i Foxes potranno staccare la spina, fino a domenica prossima, in attesa di conoscere il nome dell’avversario. Il sogno va avanti. 

SAPA Fehervar – HCB Alto Adige 3:4 (0:0, 1:2, 2:2)

Sapa Fehervar AV19: Balizs (Hetenyi); Sziranyi-Varga, Sertich-Jackman, Kiss-Pozsgai,Hetenyi; Sarauer-Yellow Horn-Naglich, Benk-Kovacs-Nemec, McGregor-Mihaly-Banham, Nemes-Toth-Magosi.
Coach: Marty Raimond 

HCB Alto Adige: Hübl (Hell); Egger-Nicoletti, Pichè-Tomassoni, Oberdörfer-Charlebois,Miglioranzi ; Strömberg-Sharp-Santorelli, Pance-Whitfield-Lalibertè, Insam-Bernard-Gander, J.Esposito-Schofield-Zisser, A.Esposito. Coach: Tom Pokel

Reti: 0:1 Mark Santorelli (22.29), 0:2 Markus Gander (23.51), 1:2 Andrew Sarauer (26.24), 1:3 Davide Nicoletti (45.57), 2:3 Attila Nemeth (51.06), 3:3 Andras Benk (54.07), 3:4 Alexander Egger (57.07).

Spettatori: 3500

Serie best of seven: 0:4 (2:3 d.t.s., 2:4, 0:3, 3:4) —> HCB Alto Adige in semifinale

EBEL, quarti di finale (best of seven) – Gara 4

Dornbirner EC – EC Red Bull Salzburg 2:4 (1:0, 1:1, 0:3)
1:0 Luciano Aquino (07.41), 2:0 Luciano Aquino (36.29), 2:1 Michael Boivin (39.07), 2:2 Andreas Kristler (40.20), 2:3 Mark Cullen (41.52), 2:4 Michael Boivin (56.24).  
Serie best of seven: 2:2 (3:2 d.t.s., 5:4, 3:4 d.t.s, 2:4)

EC Villacher SV – UPC Vienna Capitals 7:3 (3:2, 1:1, 3:0)
0:1 Curtis Fraiser (03.24), 1:1 Marco Pewal (04.53), 1:2 Justin Keller (06.28), 2:2 John Hughes (08.03), 3:2 Gerhard Unterluggauer (11.51), 4:2 Gerhard Unterluggauer (20.51), 4:3 Jamie Fraser (27.33), 5:3 John Hughes (47.00), 6:3 John Hughes (53.39), 7:3 Mario Lamoureux (55.12)
Serie best of seven: 3:1 (2:4, 5:2, 4:2, 7:3)

EHC Liwest Black Wings Linz – HC Orli Znojmo 3:2 (2:0, 1:1, 0:1)
1:0 Jason Ulmer (02.24), 2:0 Brad Moran (09.48),  3:0 Brian Lebler (25.32), 3:1 Zdenek Blatny (30.44), 3:2 Ondrej Fiala (43.18)
Serie best of seven: 3:1 (3:4 d.t.s., 6:5 d.t.s., 4:3, 3:2)

Ufficio Stampa
credit photo Max PATTIS