La mostra storica sul baseball italiano si inaugura venerdì 21 marzo al Museo dello Sport di Torino
La collaborazione fra la Federazione Italiana Baseball Softball e il Museo dello Sport di Torino, vive il giorno 21 marzo una giornata fondamentale: vede infatti la luce la prima mostra temporanea curata da Roberto Buganè, responsabile del Museo del Baseball e del Softball FIBS: Baseball Emotions, che mette a disposizione degli occhi di tutti una serie di preziosi cimeli raccolti nel corso di questi anni con caparbietà, attenzione e amore dall’Archivista del baseball e del softball.
La mostra, che ha ottenuto il patrocinio della SISS, la Società Italiana di Storia dello Sport, viene inaugurata alle 15 nella sala Emozioni della moderna struttura nata due anni fa all’interno dello Stadio Olimpico torinese, nell’allestimento realizzato da Buganè e dal …
Presidente del Museo, Onorato Arisi, da sempre impegnato nella valorizzazione del patrimonio storico dello sport italiano, a partire dall’esperienza del Museo San Siro di Milano, e rimarrà aperta per le visite del pubblico fino al 6 aprile.

A fare da scenario agli oggetti, ai poster, ai documenti e alle curiosità selezionate per la mostra, una serie di pannelli raccontano il processo, tecnico e mediatico, che portò alla prima partita ufficiale della Nazionale italiana di baseball, disputata il 31 agosto 1952 al
Flaminio di Roma.

L’inaugurazione di Baseball Emotions ha come ospite d’onore il Commissario Tecnico dell’Italia Baseball di oggi, Marco Mazzieri, che consegnerà ufficialmente al museo la sua casacca azzurra numero 5, la quale andrà ad occupare la sua collocazione ideale fra gli oggetti della collezione permanente offerta ai visitatori.

Nell’occasione, anche due rappresentanti del baseball italiano che operano entrambi, pur in settori diversi, nell’ambito culturale, presentano e consegnano le proprie opere al Museo dello Sport: saranno infatti presenti Marco Pieri, con il suo Board of Dreams, gioco da tavolo che sta riscuotendo grande successo sia in Italia, sia all’estero, e Giovanni Tommasini, autore della raccolta di racconti L’Arte del Baseball che proprio il 21 marzo arriva nelle librerie.

All’esterno del Museo dello Sport è prevista poi la presenza del Baseball Roadshow, presso il quale tutti potranno provare un giro di mazza e battere una palla di gommapiuma in tutta sicurezza nella grande struttura gonfiabile oppure acquistare merchandise e gadget azzurri al FIBSShop.

Il vernissage segue di qualche ora la tappa torinese del Progetto 42 per le scuole (in programma la mattina del 21 marzo stesso al Cinema Massimo, in collaborazione con il

Museo Nazionale del Cinema) ed entrambe le manifestazioni sono parte dell’intensissimo programma Opening Days ideato da Marco Mannucci e organizzato dal Comitato Regionale FIBS Piemonte da lui condotto, che prevede anche due impegnative giornate di sport sul campo, con l’avvio dei campionati delle categorie giovanili e di softball ad Avigliana, Settimo e Torino e la parata di tutte le squadre alle 15 di domenica 23 sul diamante del capoluogo di via Passo Buole, dove saranno attivi e aperti a tutti il Baseball Roadshow e punti di divulgazione e promozione della disciplina curati dall’Accademia Regionale FIBS Piemonte.

Quello che è un vero e proprio Opening weekend per Torino e provincia ha ottenuto meritatamente il patrocinio della Provincia e del Comune di Torino e fa parte ufficialmente delle manifestazioni propedeutiche a Torino Capitale Europea dello Sport 2015.

Ufficio Stampa FIBS