La Jomi vede la possibilità di allungare decisamente il passo e distanziare tutte le altre. Nella seconda giornata della poule scudetto le salernitane ospiteranno alla Palumbo il Mestrino, protagonista della prima giornata di post season con il successo a sorpresa ai danni del Conversano. Proprio il successo delle venete ha modificato gli equilibri in classifica generale ora seconde alle spalle della Jomi ma distanziate di tre punti. “E’ ovvio – dice il diesse Loria – che il successo del Mestrino ai danni del Conversano ci offre un’opportunità importante, quella di poter chiudere rapidamente i conti in questa seconda fase e guadagnarci l’accesso alla quinta finale scudetto consecutiva. Ecco mi piace sottolineare quest’aspetto – puntualizza Loria – la continuità di rendimento di questa società ad altissimi livelli, sfido chiunque a rimanere per così tanti anni consecutivi ai vertici. Nel nostro sport è capitato poche volte: Bressannone, Cassano Magnago, un po’ Rimini, Sassari e Salerno. Comunque ora concentriamoci sul Meetrino che sono certo giocherà da noi la partita della vita, sono nelle condizioni psicofisiche ideali per poterlo fare. Mi aspetto una partita tirata a dai ritmi sostenuti”. Proprio così. Il Mestrino giocherà a Salerno senza alcun condizionamento di sorta, forte di un’invidiabile serenità d’animo, avendo poco da perdere. “Questo un po’ deve farci riflettere – dice il tecnico Nasta – e soprattutto deve tenere alta l’attenzione della squadra che, ad onor del vero, in settimana ho visto allenarsi bene e con grande intensità”. Quella in programma alla Palumbo contro il Mestrino è anche la prima gara casalinga delle salernitane dopo l’incredibile e spettacolare vittoria ottenuta in Finale di Coppa Italia contro Conversano. L’occasione giusta per tributare, da parte di tifosi e sportivi salernitano, il giusto e meritato tributo ad una squadra che ha con la vittorie un feeling davvero speciale. Unico.

Ufficio Stampa