NONOSTANTE RIPETUTE ROTTURE DEGLI AMMORTIZZATORI RIESCONO A CONCLUDERE LA MASSACRANTE GARA DI CAMPIONATO MONDIALE.

Una gara che era partita nel migliore dei modi quella di Gianluca Linari e Nicola Arena il Rally del Messico, secondo loro appuntamento nel Campionato Mondiale WRC2, che li ha visti protagonisti fin dalle prime battute addirittura in zona podio del WRC2 e poi vanificata per la rottura a ripetizione degli ammortizzatori della propria Subaru Impreza N15 curata da GB Motors. Il Rally del Messico si è così dimostrato tra i più duri e selettivi del Circus Mondiale e Linari proprio nella seconda tappa ha compromesso il risultato finale rompendo ben tre set di ammortizzatori e nell’ultima tappa di nuovo condizionato da un’altra rottura degli ammortizzatori anteriori che lo hanno costretto ad un finale di conserva. Una diciasettesima piazza assoluta finale quella di Linari-Arena con la Subaru Impreza N15 oltre che quinta nel WRC2 e seconda nel produzione dietro all’amico rivale italiano Rendina con cui prima del Rally del Messico condivideva la leadership del Mondiale Produzione. Dopo ben 22 prove speciali e oltre quattrocento chilometri sterrati di tratti cronometrati con quasi cinque ore e mezzo di gara ecco il commento di Linari “Una gara veramente dura quest’anno, purtroppo abbiamo dovuto subire la rottura di ben tre set di ammortizzatori e guidare in queste condizioni non è stato semplice perdendo molto tempo e posizioni sia nell’assoluta che nel nostro campionato. Siamo comunque soddisfatti di aver concluso la gara in quanto abbiamo guadagnato punti utili per il campionato.”

Una gara quindi difficile quella del Messico che presentava addirittura una delle prove più lunghe previste nel variegato calendario mondiale, quella di Guanajatito di ben 55,92 Km che ha messo a dura prova vetture ed equipaggi. Alla fine la gara oltre Oceano ha comunque visto l’arrivo anche degli altri due equipaggi italiani presenti come Bertelli-Dotta con la Ford Fiesta RRC e Rendina-Pizzuti invece su Mitsubishi Lancer Evo X. La vittoria assoluta è stata appannaggio del francese Ogier seguito dal finlandese Latvala entrambi su WV Polo WRC e la terza piazza assoluta è stata colta dal belga Neuville con la nuova Hyundai i20 WRC. Prossimo appuntamento per il Mondiale Rally il Rally del Portogallo in programma dal 3 al 6 aprile .

Ufficio Stampa

Linari Team