Il sudafricano Jake Roos si è imposto con 278 colpi (69 68 71 70, -10) nel Barclays Kenya Open, il torneo inaugurale del Challenge Tour 2014 svoltosi sul percorso del Karen CC (par 72), a Nairobi in Kenya. In bassa classifica Lorenzo Gagli, 40° con 288 (73 70 70 75, par), Filippo Bergamaschi, 46° con 289 (74 71 73 71, +1), Alessandro Tadini, 56° con 292 (76 66 70 80, +4), e Alessio Bruschi, 72° con 294 (72 73 75 74, +6).

Roos, 34enne di Pretoria, professionista dal 2005 e con sei successi in una carriera svolta nel Sunshine Tour, grazie a un parziale di 70 (-2, con quattro birdie e due bogey) ha avuto la meglio per un colpo sul danese Jesse Jensen, sul francese Adrien Bernadet e sullo spagnolo Pedro Oriol (279. -9). Al quinto posto con 281 (-7) l’inglese Steven Brown, lo statunitense Dodge Kemmer, il francese Thomas Linard, lo svedese Pontus Widegren e il sudafricano Danie Van Tonder. Al vincitore è andato un assegno di 32.000 euro su un montepremi di 200.000 euro.

Hanno perso posizioni nel turno conclusivo Lorenzo Gagli e Alessandro Tadini. Il primo, 23° dopo 54 buche, è scivolato su un 75 (+3) con un eagle, tre birdie, sei bogey e un doppio bogey, mentre Tadini, che era 14°, ha segnato un inatteso 80 (+8) con due birdie, sei bogey e due doppi bogey. Per Bergamaschi 71 (-1) colpi con un eagle, tre birdie, due bogey e un doppio bogey, per Bruschi 74 (+2) con due birdie, due bogey e un doppio bogey. Sono usciti al taglio Niccolò Quintarelli, 69° con 146 (69 77, +2), Andrea Rota, 81° con 147 (73 74, +3), e Matteo Delpodio, 92° con 148 (73 75, +4). Si è ritirato Nicolò Ravano.

Ufficio Stampa FIG