Ancora un anticipo televisivo per l’Altotevere Città di Castello che è attesa da Casa Modena al “Pala Panini”, uno dei templi del volley italiano. La vittoria ottenuta a Verona, la prima in trasferta, ha consentito a coach Andrea Radici di lavorare con grande entusiasmo in questa settimana e di preparare al meglio la gara contro i gialloblu, reduci da tre sconfitte consecutive tra campionato e coppa e perciò desiderosi di riscatto. Rispetto alla gara di andata, vinta dai biancorossi in rimonta per 3-2 dopo essere stati sotto per 0-2, la formazione di coach Lorenzetti ha in più il funambolico Bruninho, alzatore del Brasile, che ha nell’opposto polacco Bartman e nei martelli Quesque, Deroo, Kovacevic e Sket (alternati molto dall’allenatore gialloblu anche in relazione alle loro condizioni fisiche) le bocche da fuoco principali. Al centro ci sono Sala e l’azzurro Beretta, il libero è Manià.

La partita sarà senz’altro molto particolare per Ludovico Carminati che, rispetto all’andata, affronterà la società nella quale è cresciuto, proprio al Pala Panini-Casa Modena:”Pensare di tornare al Pala Casa Modena mi riempie di emozione. Rivedrò vecchi amici, vecchi allenatori vecchi compagni di scuola, sarà un giorno davvero memorabile.

Sarà particolare giocare proprio in quel palazzetto che frequentavo, nel quale  andavo a vedere le partite della prima squadra sugli spalti, sperando magari un giorno di esserci anche io tra quei giocatori. Sarà sicuramente una suggestione grandissima, l’atmosfera di un palazzetto pieno di storia, di gente festante e di colori. Noi arriviamo da un buon momento e non vogliamo certo fermarci qui. Siamo però consci che non sarà facile perchè Modena e’ una squadra piena di campioni ma proveremo a replicare la grande partita dell’andata, giocando sempre con molta umiltà”. Andrea Radici, allenatore dell’Altotevere Città di Castello, chiede ai suoi ragazzi di tenere il campo con personalità: “Troviamo una squadra che con l’arrivo di Brunuinho ha un gioco completamente diverso. È naturale che, come in tutte le evoluzioni di squadra, l’inserimento di un atleta nuovo comporti delle difficoltà ed è indubbio, al di là della classe del giocatore, che Modena ha trovato in questa prima fase delle partite contro grandi squadre che di sicuro non hanno agevolato il compito. Però parliamo di una squadra dal tasso tecnico elevatissimo, che ha già acquisito in alcuni suoi elementi, a cominciare da Bartman, un ritmo molto diverso. Ci sarà negli avversari la voglia di rifarsi. Siamo consci delle difficoltà tecniche di quest’impegno e mi auguro di fare un passo avanti rispetto alla trasferta di Piacenza sul piano della personalità, partita in cui ci siamo disuniti per il blasone dell’avversario. Quindi se dobbiamo perdere che almeno i nostri avversari giochino meglio di noi: ho chiesto questo ai miei ragazzi”.

Intanto la società del presidente Arveno Joan sta già pensando alla prossima gara interna del 9 febbraio che vedrà scendere sul taraflex del Palakemon la capolista Lube Banca Marche Macerata: fin da domenica prossima saranno rese note le modalità di prevendita, di prenotazione e di ritiro degli stessi, dato che fioccano già le richieste per assistere al match.

Così in campo (Modena, Pala Panini-Pala Casa Modena, ore 17,30, arbitri Vittorio Sampaolo di Macerata e Antonino Genna di Torino, telecronaca diretta tv su Rai Sport 1 con commento di Alessandro Antinelli e Claudio Galli:

CASA MODENA: Bruninho, Bartman, Deroo, Quesque, Sala, Beretta, Manià (L). A disp.: Kovacevic, Sket, Donadio, Kampa, Bossi, Hendriks. All. Lorenzetti.

ALTOTEVERE CITTA’DI CASTELLO: Corvetta, Van Walle, Fromm, Massari, Piano, Rossi, Tosi (L). A disp.: Dolfo, Franceschini, Marchiani, Carminati, Sartoretti, Lensi (2L). All. Radici

Altotevere Città di Castello Pallavolo

Ufficio stampa

Stefano Signorelli