BATTUTA VERONA, SI VOLA ALLE FINAL FOUR DI COPPA ITALIA!

I Block Devils superano i tre set la formazione di Giani e conquistano un traguardo mai raggiunto dalla pallavolo maschile di Perugia. Un maestoso Vujevic trascina i compagni con colpi di classe cristallina, mentre Atanasijevic è nuovamente best scorer con 22 punti. Grande gioia nell’entourage bianconero. Domenica replica in campionato ancora con gli scaligeri –

PERUGIA – Si vola a Bologna! La Sir Safety Banca di Mantignana Perugia sconfigge in tre set la Calzedonia Verona certificando il suo ottimo momento di forma e conquistando un traguardo storico per la pallavolo maschile perugina, per la prima volta alle Final Four di Coppa Italia. Match ben giocato dai Block Devils di Kovac, magari non sfavillanti come domenica in campionato con Macerata, ma molto concreti, costanti e guidati dalla sapienza e dalla classe pallavolistica dell’Mvp Goran Vujevic, campione senza tempo capace di giocate di rara bellezza e uomo dell’ultimo punto del match. Attorno al capitano buona la prestazione di “Magnum” Atanasijevic, best scorer del match con 22 palloni vincenti (ed il 52% in attacco) e ottima la regia di Paolucci, capace di dare equilibrio e precisione al sistema offensivo perugino. Una volta ancora poi è stato decisivo il contributo dei giocatori partiti dalla panchina. Kovac a pescato a piene mani inserendo i vari Fanuli, Cupkovic, Mitic e Buti, ottenendo da tutti risposte importanti. Un punto per tutti il muro di Mitic, appena entrato, sul 21-18 del terzo set, punto che ha dato la spinta finale ai Block Devils. Verona dal canto suo ha avuto qualche difficoltà di troppo in ricezione (7 gli ace dei padroni di casa) e non è riuscita a dare continuità al suo gioco. Buono l’apporto di Ter Horst e del giovane Anzani. Il sigillo finale del capitano ha fatto partire la festa della società e dei tifosi, tutti in campo ad osannare i propri beniamini ed a progettare la trasferta di Bologna, in programma nel weekend dell’8 e 9 marzo. Ci sarà tempo per pensarci per Kovac ed i suoi ragazzi, già con la testa a domenica quando, per la quarta di ritorno del campionato, avranno nuovamente di fronte Verona. Block Devils che, centrando la qualificazione alla Final Four, stasera hanno fatto la Storia!

LA CRONACA

Kovac conferma Barone in coppia con Semenzato al centro. Anche capitan Vujevic è regolarmente al suo posto. Giani presenta la formazione tipo con il rientrante Ter Horst in zona quattro. Il primo punto del match è un attacco vincente di Barone. Si ripete dai nove metri “Veleno” (3-0). Scalda il braccio anche Petric, al pari di Semenzato a muro (6-2). L’errore da seconda linea di Gasparini dilata il divario (9-3) con Giani che ferma il gioco con un timeout discrezionale. Il muro di Anzani su Petric porta sotto gli ospiti (12-8). Atanasijevic e l’ace di Barone con l’aiuto del nastro ristabiliscono le distanze (14-8). Verona non demorde e con la pipe di Ter Horst torna a -4 (17-13). È il braccio armato di Atanasijevic a dare nuova linfa ai Block Devils grazie anche elle difese di Giovi (19-13). È ancora il muro scaligero a mettersi in evidenza con Kovac che chiama a raccolta i suoi (20-16). Rientrano in campo al meglio i bianconeri con Atanasijevic che firma il 22-16 in attacco. L’errore di Ter Horst porta al set point (24-18). Chiude “Drago” Petric (25-19).

Partono bene anche al via della seconda frazione i ragazzi di Kovac. Atanasijevic e Petric scuotono il PalaEvangelisti in attacco ed il primo tempo di Semenzato firma il 5-2 Perugia. Contro break di Verona con il contrattacco a segno di Gasparini. L’errore di capitan Vujevic certifica la parità (6-6). Kovac getta nella mischia Fabio Fanuli in fase di ricezione. Break scaligero con il muro di Zingel (9-11). È sempre Zingel a mandare le due squadre in panchina per il timeout tecnico (10-12). Il primo tempo di Anzani tiene la Calzedonia a +2 (15-17). Una grande azione viene chiusa da Atanasijevic e si torna in parità (17-17). Petric e l’ace di classe di Vujevic capovolgono la situazione (19-17). Tutto in equilibrio dopo l’errore di Petric, con Kovac che inserisce Cupkovic (19-19). Doppietta di Barone (attacco e servizio) e nuovo break bianconero (21-19). Ancora parità dopo l’attacco out di Atanasijevic (21-21). Si riscatta l’opposto serbo mettendo a terra il pallone successivo (22-21). Entra a referto anche Cupkovic (23-22), prima di lasciare di nuovo spazio a Petric. White impatta (23-23). È Vujevic a regalare il set point ai suoi (24-23). Gasparini manda il parziale ai vantaggi (24-24). Il colpo di Atanasijevic vale il nuovo vantaggio (25-24). Vujevic con una magia inventa il contrattacco-punto che chiude (26-24).

È Verona a prendere le redini del terzo set in apertura (4-6), con Kovac che presenta Cupkovic al posto di Petric e la staffetta Giovi-Fanuli in seconda linea. Un muro di White vale il 5-8. Atanasijevic non ci sta e con due punti in fila accorcia (7-8). Una perla di Vujevic in palleggio consente a Cupkovic di chiudere senza muro il 10-10, ma l’errore al servizio di Atanasijevic e l’ace di Gasparini con l’aiuto del nastro portano Verona avanti 10-12 al timeout tecnico. Kovac manda in campo Buti in luogo di Barone. E “Cannibal” va subito a segno in primo tempo per la nuova parità (13-13). Sorpasso bianconero con il doppio ace di Semenzato (15-13). L’errore in costruzione di Boninfante sigla il +4 Sir (20-16). Giani prova la carta Bellei al servizio ed il neo entrato va subito a bersaglio (20-18). Ci pensa Atanasijevic a far girare i Block Devils (21-18). Kovac inserisce Mitic in prima linea per Paolucci. Mossa vincente perché “Mito” chiude il muro del 22-18. Atanasijevic è una furia e firma il punto del 23 e quello del 24! Il punto della Storia è, neanche a dirlo, di capitan Vujevic! (25-19).

VIDEO CHECK

1° SET: 11-5 (muro Perugia) Video Check richiesto da: Verona per verifica invasione Decisione arbitrale confermata, punto assegnato a Perugia (12-5)

1° SET: 12-8 (attacco Atanasijevic) Video Check richiesto da: Perugia per verifica in-out Decisione arbitrale invertita, punto assegnato a Perugia (13-8)

2° SET: 6-5 (muro Verona) Video Check richiesto da: Perugia per verifica invasione

Decisione arbitrale confermata, punto assegnato a Verona (6-6)

I COMMENTI

Adriano Paolucci (Sir Safety Perugia): “Magari non abbiamo fatto una grandissima gara sotto l’aspetto tecnico. Non era facile dopo i cinque set di domenica, ma stasera abbiamo attinto dal nostro serbatoio di energie mentali, rimanendo sempre in partita e riuscendo proprio di carattere a recuperare nel secondo set. È una vittoria eccezionale che ci porta alle Final Four, traguardo che dedichiamo alla società. Siamo in un bel momento e ce lo godiamo”.

Dante Boninfante (Calzedonia Verona): “Perugia è stata più continua, non ha avuto i nostri cali ed ha commesso meno errori di noi meritando la vittoria. Non possiamo recriminare, hanno dimostrato di essere in un ottimo momento e faccio i miei complimenti”.

IL TABELLINO

SIR SAFETY BANCA DI MANTIGNANA PERUGIA-CALZEDONIA VERONA 3-0

Parziali: 25-19, 26-24, 25-19

Durata Parziali: . Tot.: h ’

SIR SAFETY BANCA DI MANTIGNANA PERUGIA: Paolucci, Atanasijevic 22, Semenzato 5, Barone 6, Petric 6, Vujevic 9, Giovi (libero), Fanuli (libero), Cupkovic 4, Mitic 1, Buti 2. N.E.: Della Lunga, Della Corte. All. Kovac, vice all. Fontana.

CALZEDONIA VERONA: Boninfante 1, Gasparini 9, Anzani 7, Zingel 5, Ter Horst 10, White 9, Pesaresi(libero), Blasi, Bellei 1. N.E.: Coali, Cenomo (libero), Gonzalez. All. Giani, vice all. De Cecco.

Arbitri: Fabrizio Pasquali – Stefano Cesare

LE CIFRE – PERUGIA: 8 b.s., 7 ace, 58% ric. pos., 40% ric. prf., 45% att., 6 muri. VERONA: 12 b.s., 2 ace, 47% ric. pos., 29% ric. prf., 43% att., 6 muri.

UFFICIO STAMPA SIR SAFETY BANCA DI MANTIGNANA PERUGIA