In un Pala Sparti gremitissimo, con una rappresentanza di tifosi biancoazzurri che hanno percorso 1000 km per non far mancare il proprio sostegno alla squadra, è andato di scena il big match tra Ilsap Lamezia e Aurispa Alessano. Ha prevalso la formazione di casa per 3-2, dopo oltre due combattutissime ore durante le quali le due squadre ce l’hanno messa tutta per conquistare la vittoria. Determinante per il risultato finale è stato Francesco Biribanti, che ha preso per mano la propria squadra, soprattutto nel quinto e decisivo set. Per l’Aurispa una grande prestazione di squadra ed un prezioso punto guadagnato su un parquet dove difficilmente qualcun altro riuscirà ad imporsi, vista la caratura della formazione gialloblu. Punto che permette al sestetto di mister Medico di mantenere la testa della classifica, sebbene il Cosenza abbia raggiunto i biancoazzurri a quota 24 punti. La squadra ha retto bene l’urto della corazzata gialloblu, con primo e quarto set vinti con autorevolezza. Resta un po’ di amarezza per la poca concentrazione e attenzione dimostrata nelle fasi finali di secondo e terzo set, dove i padroni di casa hanno condotto in maniera agevole. Nel quinto set è stata vera e propria battaglia con i padroni di casa che si sono imposti grazie alla classe del loro opposto.

Mister Rigano, che ha dovuto rinunciare per infortunio al centrale Cuccaro per quasi tutta la partita, facendolo entrare solo nel tiebreak, ha schierato Laterza al palleggio, Biribanti contromano, Piccioni e Capra laterali, Mitidieri e Turano centrali, Bisci libero; l’Aurispa Alessano ha risposto con la formazione titolare ossia Parisi al palleggio, Roberti opposto, Mazza e Battilotti laterali, Musardo e Torsello centrali, Bisanti libero; gli arbitri dell’incontro, non proprio impeccabili, sono stati i signori Pecoraro Sergio di Palermo e Scarfò Fabio di Reggio Calabria.

Nel primo set l’Alessano cerca subito l’allungo e si porta avanti 5-1 con Mazza e Roberti autori di due punti a testa. Il Lamezia è in difficoltà in ricezione e l’Aurispa al primo tempo tecnico è in vantaggio 8-3. I biancoazzurri gestiscono il gioco e al secondo tecnico conducono 16-12. I padroni di casa cominciano ad ingranare e si portano a -1 dall’avversario (17-18), ma Musardo di prima intenzione riporta l’Aurispa a +3 e Parisi con un ace fortunoso fa 21-17. Nuovo sussulto gialloblu con Mitidieri (primo tempo) e un muro di Piccioni (19-21). Ma l’Aurispa non concede spazio e allunga nuovamente fino all’ace decisivo di Roberti che regala il set alla propria squadra che vince 25-21 in 26 minuti di gioco.

Anche nel secondo set l’Alessano va avanti 5-2 con Musardo ancora protagonista. Il Lamezia stavolta non lascia scappare i biancoazzurri e si porta a -1 (5-6). Roberti chiamato da seconda linea dà al proprio team il punto dell’8-6 del primo tempo tecnico. In questo frangente le due squadre non si risparmiano lottando punto a punto, con l’Aurispa che incrementa il vantaggio al secondo tempo tecnico (16-13). Biribanti e compagni però non ci stanno e prima trovano l’aggancio e poi il sorpasso (19-18). In questa fase le due squadre danno vita a scambi spettacolari ed è Biribanti, dall’alto della sua esperienza, a dare alla propria squadra il vantaggio decisivo forzando il servizio e mettendo in difficoltà la ricezione biancoazzurra. Un errore in battuta di De Giovanni, entrato al posto di Musardo, regala il punto del 25-21 per il Lamezia, che impatta il risultato dopo 31 minuti di gioco.

Il terzo set si apre con due ace sporchi di Capra. Risponde Mazza con un attacco vincente e con un altro ace sporco. Roberti con un diagonale dà il sorpasso all’Alessano (4-3). Il Lamezia risponde nuovamente e si porta sul 8-6 al primo tempo tecnico. I lametini cercano la fuga portandosi sul 11-7, ma l’Aurispa vanifica il tentativo e li aggancia sul 12 pari. L’equilibrio regna sovrano in questa fase fino al 16-15 per i padroni di casa. Al rientro dopo il tempo tecnico i biancoazzurri commettono qualche errore di troppo e il Lamezia trova l’allungo decisivo portandosi avanti 20-16. L’Alessano non riesce a riprendere il bandolo della matassa e continua a sbagliare regalando così il parziale ai gialloblu che, con il 25-18 in proprio favore dopo 25 minuti di gioco, passano a condurre 2-1.

La reazione degli uomini di mister Medico non si fa attendere: nel quarto set Parisi, Torsello e compagni vanno avanti 6-3. Il Lamezia, con Biribanti ancora in evidenza accorcia le distanze. Al primo tecnico i biancoazzurri sono avanti 8-6. Al rientro l’Aurispa prende in mano il pallino del gioco e respinge tutti i tentativi avversari per rientrare nel set. Al secondo tecnico Battilotti e soci conducono 16-13. Sale in cattedra Torsello che prima mura Biribanti per il 17-13, poi con una veloce porta la squadra sul 18-14. Il Lamezia cede il passo agli ospiti con errori gratuiti ed un rosso comminato a Piccioni. L’Aurispa ringrazia e con una veloce di Musardo chiude il parziale sul 25-19 in 24 minuti.

Il quinto set è una lotta punto a punto tra le due compagini. I sestetti in campo cercano di prevalere sui dirimpettai e l’equilibrio regna sovrano. Al cambio campo 8-7 per l’Alessano con una doppia fischiata a Laterza. Il punteggio rimane sempre in equilibrio, con l’Aurispa che recupera dal 12-14 fino alla parità, anche se il quattordicesimo punto deriva da una svista del primo arbitro che vede fuori un attacco di Piccioni. Ci pensa ancora Biribanti con un muro ed un ace a fissare il punteggio sul 16-14 dopo 18 entusiasmanti minuti.

Il tabellino:

Ilsap Lamezia: Laterza 3, Biribanti 30, Piccioni 9, Capra 15, Mitidieri 7, Turano 11 Bisci (L), Cimino, Ferraro, Cuccaro, Fontana n.e. Davoli (L) n.e. All. Rigano

Aurispa Alessano: Parisi 6, Roberti 17, Mazza 13, Battilotti 8, Musardo 14, Torsello 14, Bisanti (L) 1, De Giovanni , De Pascalis, Scupola n.e., Calabrese n.e., Coi n.e. All. Medico

Gli altri risultati: Messina-Casandrino 0-3; Pulsano-Potenza 3-0; Club Italia-Falchi Salento 3-0; Cosenza-Martina 3-0; riposava Trapani.