Rariazzurra a Sori, seconda di ritorno, ore 15, gioca contro la Pro Recco, arbitri Collantoni e Fusco. Non sarà facile ma i ragazzi di mister Bettini non hanno nessuna intenzione di dare per scontato prestazione e risultato.

Parla Filippo Gavazzi, ha appena compiuto 16 anni, per lui un’altra stagione impegnativa con l’orgoglio di giocare in prima squadra e di giocarsi tutte le sue carte per club e Nazionale.

Arriva dalla partita della categoria under 20, vinta contro il Lavagna, lui di gol ne ha segnati quattro: si cambia, calzoncini e maglietta, prima palestra poi acqua, chi si ferma…

 

Filippo sabato contro il Recco:-“Partita difficile, ovviamente, loro arrivano dalla sconfitta di Coppa, ed è chiaro che l’hanno accusata. Saranno decisi ed arrabbiati. Sono una squadra forte in tutti reparti, con giocatori di livello, tecnicamente e tatticamente”.

Osservati speciali:-“Ovviamente tutti, non si può tralasciare nessuno”.

Hai appena compiuto 16 anni, sabato incontri grandi Campioni, le tue sensazioni:-“E’ un onore. Essere a contatto con il top della pallanuoto, compagni o avversari, provoca piacere e curiosità. Ogni volta ne esco arricchito”.

Non più tardi di domenica scorsa hai trascorso parte della giornata alla Vassallo, in collegiale convocato dal ct della Nazionale giovanile Nando Pesci:-“E’ andata bene: test sui 100, sono soddisfatto, e partita. E’ l’anno dei Mondiali, io ci punto, poi vedremo”.

E la stagione del Bogliasco:-“Non si può dire che sta andando male ma possiamo fare meglio. Non siamo ancora riusciti ad esprimere tutta la nostra potenzialità. Siamo sicuri che il girone di ritorno potrà essere migliore dell’andata”.

Ufficio Stampa Rari Nantes Bogliasco