OTTIMO AVVIO PER MAX RENDINA E LA LANCER
Con le sei prove speciali odierne la compagine romana ed il proprio portacolori hanno avviato le sfide nella gara monegasca.
Al termine della giornata Rendina e Pizzuti sono al comando della classifica iridata “produzione”, quinti nella WRC-2. La gara resa difficile dalle mutevoli condizioni del meteo e della strada
Prima giornata del Rallye Montecarlo dal bilancio positivo, per RALLY PROJECT e Max Rendina. Il debutto iridato della compagine capitolina, influenzato dalle mutevoli condizioni meteorologiche e quindi anche del fondo stradale, si è dunque avviato con la classica marcia giusta.

 

Rendina ed il suo copilota Mario Pizzuti hanno chiuso la prima tappa al comando della classifica “produzione” del WRC-2, secondi del Gruppo N, con un finale in progressione.
La giornata è stata dura, il meteo ha concesso poca tregua agli equipaggi in gara, spesso condizionando le scelte degli pneumatici, limitando quindi anche la prestazione. L’impegno di Rendina e Pizzuti, alla loro prima esperienza sulle strade del Dipartimento francese ‘Hautes-Alpes’, è stato quindi reso ancora più difficoltoso. L’equipaggio ha risposto alle problematiche trovate con una condotta di gara accorta, vòlta con la mente al Campionato, quindi al voler acquisire punti importanti per la stagione, confortati anche dalla Mitsubishi Lancer Evolution gommata Pirelli che ha marciato senza segnalare alcun problema rilevante.
Il commento di Massimiliano Rendina al termine della tappa: “Un esordio difficile per via delle strade che erano indecifrabili, classico del “Montecarlo”. Per chi come noi non vi ha mai corso le difficoltà si sono amplificate, abbiamo cercato di limitare i danni con una condotta di gara accorta, sfruttando al massimo l’affidabilità e la competitività della Lancer in condizioni estreme. La gara è ancora lunga, domani in particolar modo avremo da faticare, ma oramai il ghiaccio è rotto!”.
Domani la seconda tappa: partenza alle 7,52 sempre da Gap ed in programma vi sono cinque Prove Speciali. La distanza cronometrata sarà di 178,360 chilometri e l’arrivo è previsto per le 20,45, stavolta a a Montecarlo. La giornata finale  di sabato 18 partirà dal Principato alle 13,27 per finire alle 23,31. In programma vi sono altre  4 Prove Speciali per un complessivo cronometrato di 79,900 chilometri. La distanza totale della gara  è di 1396,760 chilometri, 383,880 di sfide.

Nella foto: Rendina-Pizzuti in azione(foto Manrico Martella).

MEDIA SERVICE
c/o MgtComunicazione