PAVIA. La seduta di allenamento odierna, in casa A.C. Pavia, è stata caratterizzata da un lavoro  dedicato alle tecnica e alle situazioni di gioco sul campo. Assente dell’ultim’ora Zanini, a causa di una forte contusione al ginocchio destro, rimediata nell’allenamento di mercoledi, che non dovrebbe però precluderne l’impiego nella partita di domenica prossima. Sempre fermi i soliti noti lungodegenti Carotti, Lussardi e Pirovano. Domani è prevista la consueta rifinitura del sabato mattina al termine della quale, il tecnico degli azzurri Patrizio Bensi, comunicherà l’elenco dei convocati per la gara del “Fortunati” contro il Sudtirol.

BOLZANO. E’ subentrato a stagione in corso al posto dell’esonerato D’Anna, ma il tecnico degli altoatesini Claudio Rastelli, ha portato quella convinzione che era mancata alla squadra bolzanina nelle prime gare di campionato. Nell’immediata vigilia della partita con il Pavia, abbiamo raccolto alcune sue valutazioni sulle possibili insidie della trasferta al “Fortunati” di domenica prossima…. “Incontriamo una squadra che nonostante attualmente occupi l’ultimo posto in classifica, ha sempre concesso poco agli avversari e sarà desiderosa di rivincite, dopo le recenti due sconfitte consecutive in campionato -spiega Rastelli- per noi sarà fondamentale proseguire il trend positivo delle ultime gare. La squadra di mister Bensi è composta da un gruppo di giovani vogliosi di crescere e mettersi in luce, in particolare conosco bene Arrigoni con il quale ho lavorato al Mezzocorona, è un ragazzo serio e splendido che merita le migliori fortune. Noi  abbiamo finalmente ritrovato le giuste motivazioni e quell’umiltà che era mancata in avvio di stagione, in più c’è stato quel pizzico di fortuna da parte della bendata, che ha contribuito alla risalita della mia squadra”. L’allenatore del Sudtirol si è poi soffermato sulle precarie condizioni atmosferiche che stanno pesantemente condizionando la settimana di allenamenti a Bolzano: “Abbiamo avuto molte difficoltà a trovare
strutture sgombre dalla neve, caduta copiosa in questi ultimi giorni, di conseguenza ci siamo concentrati maggiormente sull’intensità del gruppo. Speriamo di non pagare a caro prezzo queste problematiche nell’incontro di domenica prossima”. Per quanto riguarda il calciomercato, il tecnico
dei bolzanini ha le idee molto chiare sugli sviluppi che avverranno nel mese di gennaio: “Abbiamo perso Campo e Iacoponi rispettivamente passati ad Entella e Cremonese, chi viene qui deve essere motivato, per questo non ho richiesto giocatori importanti alla dirigenza per completare l’attuale organico, ma soltanto gente disposta a sacrificarsi per il bene di questo gruppo”. La chiosa finale di Rastelli è riservata alle prospettive di crescita future del club altoatesino: “Questa è una piazza dove si lavora benissimo, con una dirigenza non fa mai il passo più lungo della gamba a livello di spese pazze per gli ingaggi dei giocatori. Inoltre la Società sta costruendo un nuovo centro sportivo per migliorare ulteriormente nelle prossime stagioni, sono orgoglioso di fare parte di questo progetto”.

Cesare Degiorgi
Addetto Stampa