Bondanello : Francesco Iannucci, responsabile del settore giovanile e dello sviluppo del rugby per i Caimani rugby, traccia un bilancio del settore giovanile caimano nella prima parte della stagione 2013/2014.
A settembre, ho accettato l’incarico che mi hanno proposto i Caimani, a fronte di un progetto condiviso insieme e che mi e’ piaciuto sin dall’inizio.
La struttura tecnica formata da 8 allenatori, un preparatore tecnico e uno specialista per gli avanti, ci da’ la possibilita’ di fare allenare le under il mini rugby 2 volte a settimana, le under 14 e 16 per 3 volte la settimana e la under 18, ben 4 volte, fra allenamenti tecnici e fisici. Ad inizio stagione, come staff e societa’, abbiamo creato uno slogan “qui si formano uomini”, che cerchiamo di perseguire, seguendo i ragazzi, nello sport, nella scuola e nel loro stile di vita e devo dire che, visto l’impegno dei ragazzi e la collaborazione dei genitori, nel portarli agli allenamenti, stiamo andando nella direzione giusta.
Anche i risultati, in questo momento, passano in secondo piano, pur sempre importanti, ma come staff, abbiamo deciso di seguire al meglio, la crescita delle competenze tecniche, tattiche e fisiche dei ragazzi, lavorando molto sulla comprensione del gioco e sulla capacita’ di scelta individuale dei giocatori, certi che, con il lavoro e la pazienza, arriveranno anche i risultati.
Come direttore dello sviluppo di questo progetto, sono molto contento della risposta dei ragazzi, della crescita dello staff tecnico e penso che con il miglioramento delle strutture, che ci permetterebbero di lavorare meglio, daremmo una grande accellerata al raggiungimento del ruolo di realta competitiva e ci aiutera’ nel spingere un maggior numero di ragazzi ad avvicinarsi a questo magnifico sport, il rugby.

DIMMO GARAVALDI