Macerata vince in quattro set la sfida contro l’Exprivia Molfetta in un PalaPoli gremito. I biancorossi vincono solo il secondo set, rimanendo attaccati al punteggio nel terzo. Accelera la Lube nell’ultima frazione. Sabato prossimo (h 17.30 diretta Rai Sport 1) sfida in trasferta contro Città di Castello.

EXPRIVIA MOLFETTA – CUCINE LUBE BANCA MARCHE MACERATA 1-3 (21-25;25-23;20-25;22-25) MOLFETTA: Piscopo 6, Mazzone 7, Izzo 2, Del Vecchio 1, Cesarini (L), Sabbi 24, Zanuto 7, Porcelli, Fornés, Casoli 8, Saitta 4. Non entrati: Diamantini, All. Cichello. CUCINE LUBE BANCA MARCHE MACERATA: Henno (L), Parodi 1, Zaytsev 23, Stankovic 6, Patriarca 1, Kovar 13, Martino 1, Monopoli, Giombini, Kurek 11, Baranowicz 5, Podrascanin 11. Non entrati: Paparoni,. All. Giuliani. ARBITRI: Rapisarda, Cesare. NOTE – Spettatori,1800 Incasso 17.500€. Durata set: 24′, 26′, 26′, 31’;tot: 1h47’. MVP: Kovar. MOLFETTA: Bs 16, aces 8,ricezione (28%prf, 51%pos), attacco (45%), muri 8, errori in attacco 8. MACERATA: Bs 21, aces 5,ricezione (38%prf, 68%pos), attacco (62%), muri 11, errori in attacco 5.
Atmosfera di grande volley al palaPoli di Molfetta, gremito già tre ore prima dell’inizio del match. Da una parte l’Exprivia, galvanizzata dal tie break di Vibo Valentia, nel quale ha ottenuto il primo punto in trasferta della stagione, dall’altra la Cucine Lube Banca Marche Macerata, sconfitta al quinto set dalla Copra Elior Piacenza giovedì scorso. Stesse formazioni schierate nell’ultimo turno per entrambe le squadre, con Molfetta che scende in campo con Saitta al palleggio opposto alle schiacciate del numero dieci  Sabbi, al centro lo spagnolo Fornés insieme a Marco Piscopo, a schiacciare e ricevere capitan Casoli e Bruno Zanuto, il libero è Andrea Cesarini. Negli ospiti, Baranowicz al palleggio, a mettere punti a terra Ivan Zaytsev, al centro Podrascanin e Stankovic. In banda Kovar e il polacco Kurek, libero Henno. La partita è iniziata con il vantaggio conquistato in ventiquattro minuti dagli ospiti, poi la reazione dell’Exprivia che ha vinto il secondo parziale con un super Sabbi davvero in forma, rivelatosi poi top scorer dell’incontro con 24 punti. Terzo e quarto set di marca Lube, ma è soprattutto nell’ultimo che Macerata si è rivelata nei colpi tecnici e nella freschezza delle giocate, nonostante i set precedenti, sempre ad altissimi livelli uniti alle temperature tropicali del PalaPoli.
L’Exprivia non ha sfigurato di sicuro contro la prima della classe: si è dimostrata coraggiosa, con un profilo tecnico ben delineato e ha fatto la partita anche in alcuni precisi momenti del match mettendo in crisi le difese avversarie (vedi secondo set). Ha ceduto solo alla fine, pagando un po’ gli errori commessi, che non le hanno consentito di arrivare nuovamente al tie break così come era successo a Vibo Valentia. Un peccato, i commenti dei Fedelissimi e di qualche giocatore, ma di certo i segnali positivi ci sono.

Sabato prossimo trasferta a San Giustino contro l’Altotevere Città di Castello, battuta a Piacenza 3-1 questa sera. Una gara contro l’altra neopromossa della Serie A1, una gara sicuramente alla pari per l’Exprivia che cercherà punti preziosi anche fuori dal PalaPoli nel girone di ritorno.

La chiave del match è stato il tasso tecnico elevato di Macerata che nel quarto set è venuto fuori grazie alle giocate di Kurek, Zaytsev e Kovar. Molfetta dall’altra parte ha concesso parecchio agli avversari; ha tenuto solo Sabbi con 24 punti finali, top scorer del match.

IN TV. Molfetta-Macerata andrà in onda LUNEDI 13 GENNAIO 2014 alle ore 15 su TELESVEVA (can.17 Dtt), con replica MARTEDI 14 GENNAIO 2014 alle ore 20.30 su TELESVEVA24 (can.190 dtt).

HANNO DETTO

Jiri Kovar (Lube Macerata):” Sapevamo che giocare in casa contro Molfetta sarebbe stata dura. E’ andata così come ci aspettavamo, cioè abbiamo faticato molto giacché venivamo da una sconfitta contro Piacenza. Questa vittoria ci dà una fiducia importante per la Champions dove affronteremo di nuovo gli emiliani.
Davide Saitta (Exprivia Molfetta):” Ci dispiace per il quarto set dato che eravamo avanti e ci siamo fatti rimontare. Abbiamo fatto un’ottima gara concedendo qualcosa alla Lube. In questo girone di ritorno, avremo molti scontri diretti e le squadre forti verranno a giocare al PalaPoli. Ce la metteremo tutta”.
VIDEO CHECK.

1)    3^SET: PUNTEGGIO DI 4-3, CHIAMA MOLFETTA PER VERIFICA IN/OUT BATTUTA DI KUREK. DECISIONE ARBITRALE CONFERMATA , PUNTO ASSEGNATO A MACERATA (4-4).
2)    Punteggio di 14-22, chiama Molfetta per verifica in/out su battuta di Sabbi, decisione arbitrale invertita punto assegnato a Molfetta 15-22.
3)    4^set punteggio di 14-11, chiama Molfetta per verifica tocco a muro su tocco di Casoli, decisione arbitrale invertita, punto assegnato al Molfetta 15-11.
4)    4^set Punteggio di 17-14, chiama Molfetta per verifica pestata in battuta di Kurek, decisione arbitrale confermata, punto assegnato a Macerata, 17-15
5)    4^set. Punteggio di 18-16 chiama Macerata per verifica in/out su muro Podrascanin, decisione arbitrale confermata, punteggio di 19-16

1 SET. Al primo punto di Stankovic, risponde Giulio Sabbi. Podrascanin porta i suoi 2-5, con qualche problema in ricezione per Molfetta. Ace di Sabbi con l’aiuto della rete, 4-6. Cambio palla firmato Casoli 5-7, Macerata mette a segno un break di 2-0 che costringe Cichello a chiamare il primo timeout discrezionale del match 5-9. Alla ripresa, pipe di Kovar e muro di Zaytsev consente ai marchigiani di portarsi sul 6-11. Ace di Saitta 7-11; lo stesso palleggiatore manda in rete la battuta successiva, 7-12 e timeout tecnico che va alla Lube. Lotta l’Exprivia, cercando di rimanere attaccata al match con Casoli 10-14. Kurek firma il 16-11 per i suoi, Sabbi dopo il contrattacco di Macerata mette a terra il 12-16, portando l’Exprivia a meno quattro. Sabbi, dopo fallo di invasione contestato da Casoli, firma il 14-18, cambio palla a cura di Kovar 14-19. Ventesimo punto firmato Podrascanin e sirena che suona dalla panchina di Molfetta, 14-20. Finale di set con l’astuzia di Sabbi sottorete su salvataggio di Cesarini, 15-20. Ancora Sabbi, a muro questa volta, confeziona il 16-20, fa male Zaytsev in battuta 16-21. Cambio Molfetta, dentro Del Vecchio per Zanuto, e cambio Macerata dentro Patriarca per Podrascanin. 22-17 Macerata, Piscopo approfitta di una non perfetta ricezione degli ospiti, 22-18, a muro ancora il centrale salentino 22-19. Cambia ancora Giuliani, mettendo dentro Martino per Kovar, Sabbi da posto 2 mette il ventesimo punto dell’Exprivia. Cambia la diagonale Cichello inserendo Izzo (in battuta) e Mazzone (in prima linea) al posto di Sabbi e Saitta. Patriarca 20-24, 21-24, l’ultimo punto del set è di Stankovic, Cesarini non la prende per un soffio. 21-25.

2 SET.Mazzone in campo per Molfetta, parte forte l’Exprivia con Zanuto che mette a segno sia il 3.2 che il 4-3 per i suoi. Macerata accusa il colpo, Kovar manda in rete la battuta che vale il cinque pari. Punto a punto l’inizio del set con Sabbi che porta avanti i suoi 7-6, Saitta di seconda intenzione 8-7. Molfetta è attaccata al match, ha voglia di fare male ai suoi avversari. 11 pari arrivato grazie all’invasione aerea di Baranowicz, al timeout tecnico arrivano i padroni di casa con un muro di Piscopo su Zaytsev. 12-11. Invade Casoli 13 pari, nell’azione precedente ammonizione per il palleggiatore maceratese, Baranowicz. Recupero di Saitta, invade nuovamente Casoli. Ace di Podrascanin 14-15. Zaytsev è spesso smarcato e sul 16-14 per Macerata suona la sirena sulla panchina dei biancorossi padroni di casa. L’imperatore del PalaPoli, Giulio Sabbi è il protagonista del match sino a questo momento: ace su Henno, 16-17, pareggia i conti ancora in battuta con il pallone che va a finire all’incrocio delle righe. Parte finale del set tutta di marca Exprivia con Casoli 18 pari. Kurek manda in rete la battuta 19-19. Zaytsev tuona su Saitta, il palleggiatore siciliano restituisce il favore con il muro del 20 pari. Bruno Zanuto mette il naso fuori, Kovar mette a terra il 21-22. Entra in battuta Matteo Martino, la manda in rete ed esce nuovamente 22 pari. Punto a punto il finale di set, con Mazzone che mette giù il 23 pari. Macerata chiede il timeout. Zaytsev la manda out, 24-23, Saitta a muro decide che non si passa 25-23.

3 SET. Stesse squadre del set precedente, la giostra dei punti viene avviata dalle mani di Sabbi 1-0. Break Molfetta con Piscopo 4-2, recupera Macerata, su ace di Kurek e su un fallo in palleggio chiamato da Rapisarda al palleggiatore Saitta, e allunga 9-6. Trenta secondi per chiarire le idee sulla panchina di Molfetta. Non cambia il copione, Macerata accelera e si porta alla sospensione tecnica sul punteggio di 7-12 grazie a un ace di Kovar. Cala Molfetta, Macerata ne approfitta con un altro poderoso attacco del polacco Kurek 7-14 e suona ancora la sirena della panchina di Molfetta. Decimo punto Molfetta con Porcelli al servizio, preferito a Mazzone 10-16. Dentro Patriarca per Podrascanin, Sabbi palleggia nel campo opposto e Macerata non se ne accorge 11-18. Conduce agevolmente la Lube verso il finale di set con Parodi in campo al posto di Kurek. Da registrare anche l’ammonizione per Casoli per proteste sul punteggio di 14-22. Parziale di 3-0 per Molfetta con Sabbi in battuta, sul 15-22 anche un ace dell’opposto molfettese. 19-24 firmato Izzo che a muro riporta i suoi in zona punto. Macerata accusa il colpo e manda in rete l’attacco sul punteggio di 20-23. Mazzone manda in rete e set che finisce col punteggio di 20-25.

4 SET. Parità di inizio set con il muro di Mazzone che risponde ad uno scatenato Zaytsev. Ace di Sabbi e Molfetta avanti 3-2. Palla veloce di Mazzone 5-4. Ace di Mazzone 6-4, break di Molfetta grazie ai punti di Mazzone 12-9 dopo una serie positiva in battuta di Piscopo. Pesta Kurek 18-15, Molfetta nel finale sciupa un po’ di vantaggio e Cichello manda fuori Zanuto preferendo Del Vecchio. Si rifà sotto Macerata con Kovar 19-18. Giuliani manda Giombini in prima linea al posto di Baranowicz, Kovar sfrutta le mani di Sabbi e pareggia i conti per Macerata 19-19. Annullate dunque le distanze fra le due squadre, mette il naso avanti Macerata 20-19 grazie ancora a Kovar, al suo quarto punto consecutivo. Sabbi 20 pari, Giuliani suona la sirena. Giallo per Macerata per ritardo di gioco, Podrascanin chiude di prima 22-20 per i suoi, Cichello chiama il timeout. Alla ripresa al servizio Monopoli entrato al posto di Kovar , Sabbi in diagonale 22-21. Pipe di Kovar 23-21 per gli ospiti, 24-21 macerata muro su sabbi, 24-22 zanuto, 25-22 mazzone sbaglia in battuta.