GOLF – EUROTOUR: IN SUDAFRICA VINCE LOUIS OOSTHUIZEN, 10° MATTEO MANASSERO

Matteo Manassero si è classificato al decimo posto con 283 colpi (72 67 73 71, -5) nel Volvo Golf Champions, gara dell’European Tour disputata sul tracciato del Durban Country Club (par 72), nella città sudafricana da cui il circolo prende il nome, e vinta dal giocatore di casa Louis Oosthuizen con 276 (68 69 71 68, -12).

Il 32enne di Mossel Bay ha ottenuto il settimo titolo nel circuito (con un major, Open Championship, 2010) e il secondo consecutivo in questo torneo, superando con due birdie sulle ultime due buche il connazionale Branden Grace (277 – 74 67 68 68, -11), che era già in club house.

Al terzo posto con 278 (-10) l’olandese Joost Luiten e l’inglese Tommy Fleetwood, quest’ultimo leader dopo 54 buche, al quinto con 279 (-9) l’irlandese Padraig Harrington e i francesi Victor Dubuisson e Raphael Jacquelin, all’ottavo con 281 (-7) il sudafricano Thomas Aiken e il transalpino Julien Quesne.

Non hanno brillato lo spagnolo Miguel Angel Jimenez e il sudafricano Charl Schwartzel, 15.i con 285 (-3), l’iberico Gonzalo Fernandez Castaño e l’inglese Paul Casey, 19° con 287 (-1), lo scozzese Colin Montgomerie e il nordirlandese Darren Clarke, 24.i con 289 (+1), mentre l’altro spagnolo José Maria Olazabal ha concluso al 36° e ultimo posto con 300 (+12).

Oosthuizen ha iniziato il giro finale al quarto posto, con due colpi di ritardo da Fleetwood, e per sette buche è filato in par, poi la prima svolta con un eagle all’ottava. Dopo un bogey alla 10ª ha cambiato marcia con due birdie (13ª e 14ª) poi, dopo un bogey alla 16ª che ha lasciato da solo Grace in vetta alla graduatoria, nelle due ultime buche si è espresso a grandissimo livello con un gran colpo dalla distanza contro vento e palla in bandiera alla 17 e con un approccio a un metro dal bersaglio per il birdie vincente alla 18 (68, -4). Anche Grace ha ottenuto un 68 con cinque birdie, di cui due nelle ultime tre buche, e un bogey.

Manassero, al debutto nel 2014, ha offerto sicuramente una buona prova e, in particolare, si è distinto con un 67 (-5) nel secondo giro. E’ mancato un po’ dei colpi dal tee e questo gli ha creato qualche problema, mentre il resto del gioco è stato all’altezza della sua levatura. Ha concluso con un 71 (-1) dopo essere andato sopra par nelle prime nove buche, con due birdie e tre bogey, per poi recuperare con tre birdie e un bogey nel rientro.

Oosthuizen ha ricevuto un assegno di 507.655 euro su un montepremi di 2.930.000 euro. Il torneo era legato alla finale mondiale del Volvo World Golf Challenge, un circuito per dilettanti che ha coinvolto golfisti di circa cinquanta nazioni.

PGA TOUR: NEL SONY OPEN CI PROVA CHRIS KIRK – Nuovo cambio della guardia in vetta al Sony Open in Hawaii dove il nuovo leader è Chris Kirk con 198 colpi (64 69 65, -12). Nel torneo del PGA Tour, che si sta disputando al Waialae CC di Honolulu (par 70) nelle isole Hawaii, il 28enne di Atlanta (Georgia) proverà a conquistare il terzo titolo in carriera e il secondo stagionale (suo il McGladrey Classic nello scorso novembre con il circuito 2014 iniziato a ottobre) partendo per il giro finale con un colpo di vantaggio su Will Wilcox e su Harris English (199, -11) e con due su Jerry Kelly e Jimmy Walker (200, -10).

Si è messo in corsa per il successo anche Zach Johnson, vincitore domenica scorsa del Tournament of Champions, salito dal 17° al quinto posto con 201 (-9), grazie a un 66 (-4), e hanno le stesse possibilità i suoi compagni di viaggio Jeff Overton, Pat Perez, Brian Stuard, al comando dopo due giri, l’australiano Robert Allenby, il sudafricano Retief Goosen e il giapponese Hideto Tanihara. Difficile un recupero di Jason Dufner, 13° con 202 (-8), e sono fuori gioco John Daly, malgrado il gran salto dal 66° al 18° posto con 203 (-7) dovuto a un 64 (-6), miglior score di giornata ottenuto anche da Wilcox, e Matt Kuchar e l’australiano Adam Scott, 27.i con 204 (-6).

Sono usciti al taglio, caduto a 139 (-1), Jordan Spieth (141, +1) e il fijano Vijay Singh (142 (+2). Il montepremi è di 5.600.000 dollari dei quali 1.008.000 andranno al vincitore.

RADUNO DELLA SQUADRA PROFESSIONISTI AL GOLF NAZIONALE – Dal 13 al 17 gennaio la Squadra Nazionale Professionisti si raduna per un corso al Golf Nazionale, a Sutri (VT). Sono stati convocati: Filippo Begamaschi, Nino Bertasio, Andrea Bolognesi, Federico Colombo, Marco Crespi, Giorgio De Filippi, Matteo Delpodio, Lorenzo Gagli, Domenico Geminiani, Alessandro Grammatica, Francesco Laporta, Leonardo Motta, Andrea Pavan, Andrea Perrino, Niccolò Quintarelli, Nicolò Ravano, Andrea Romano, Andrea Rota, Aron Zemmer e le proettes Stefania Avanzo, Alessandra Averna, Elisabetta Bertini, Giulia Molinaro, Margherita Rigon e Anna Rossi.

Lo staff tecnico è composto da Massimo Scarpa, Sergio Bertaina, Federica Dassù, Nicola Maestroni, Gianluca Pietrobono, dal preparatore atletico Mauro Bertoni, dal motivazione sportivo Alberto Bucci, dal club fitting Peter Jacobsen, dall’osteopata Giorgio Pasetto e dal medico di squadra Filippo Maria Quattrini.

Ufficio Stampa