Torna il sereno in casa bianconera dopo la grande prova di ieri contro Cuneo. Il libero di Kovac: “Dopo la brutta sconfitta a San Giustino, avevamo parecchio amaro in bocca e abbiamo saputo reagire alla grande ed abbiamo dimostrato, a noi stessi in primis, di saper giocare bene a pallavolo”

La nebbia che attanaglia Perugia in questi giorni non offusca il sole tornato a splendere sulla Sir Safety Banca di Mantignana.

Il successo netto e convincente dei Blockl Devils ieri sera contro Cuneo ha riportato serenità ed ottimismo dalle parti di Pian di Massiano. La squadra di Kovac ha dimostrato qualità e temperamento, reagendo al meglio dopo un periodo difficile e inanellando così l’ottavo sigillo stagionale che mantiene salda la quarta posizione in classifica in attesa del gennaio di fuoco che attende Vujevic e compagni.

Proprio guidati dal capitano, anche ieri splendido attore protagonista con i suoi colpi di classe pura, i bianconeri hanno messo in campo una prova di squadra di altissimo livello tecnico. “Magnum” Atanasijevic è tornato a randellare qualsiasi pallone transitasse dalle sue parti e soprattutto in battuta ha mantenuto un ritmo ed una efficacia impressionanti. Paolucci, preferito da Kovac a Mitic, ha saputo dare equilibrio e brio al gioco d’attacco della Sir, sfruttando con lucidità il gioco in primo tempo di Semenzato e Buti e mettendo in moto il braccio armato, oltre che di Atanasijevic, anche di “Drago” Petric, micidiale anche a muro.

Tre i motivi che hanno contraddistinto il 3-0 di ieri. Certamente un’efficienza altissima al servizio, che ha sovente messo in crisi la ricezione di Cuneo. Altrettanto certamente la ricezione, guidata dall’ispiratissimo Giovi, che ha garantito sette volte su dieci palla in testa a Paolucci consentendo al palleggiatore romano di poter dare velocità all’azione offensiva. Infine, ma soprattutto, i Block Devils non hanno praticamente sbagliato nulla. Sei gli errori gratuiti nel tabellino finale, tutti commessi dai nove metri. Come dire che la Sir non ha regalato nulla!

Tutta musica per le orecchie di Kovac che ha avuto la dimostrazione di avere un gruppo di uomini di spessore e pronti a giocarsi le proprie carte nella seconda parte di stagione regolare. Cominciando da domenica prossima in casa del Modena di Bruninho, match già sotto la lente d’ingrandimento del suo staff.

A chiusura della gara contro Cuneo, l’analisi della “Belva”, alias il libero Andrea Giovi:

“Dopo la brutta sconfitta a San Giustino, avevamo parecchio amaro in bocca e ieri abbiamo saputo reagire alla grande ed abbiamo dimostrato, a noi stessi in primis, di saper giocare bene a pallavolo. È una vittoria importante in ottica campionato per una stagione nella quale ancora siamo in corsa per tutto”.

È felice Giovi. E ci mancherebbe, dopo una prova del genere…

“Ci aspettavamo una gara tosta e siamo scesi in campo concentrati e determinati. Il risultato è evidentemente piuttosto netto, ma credo più per meriti nostri che per demeriti di Cuneo. L’abbiamo vinta con la battuta che ha funzionato alla grande, mai quest’anno come ieri. Poi ha funzionato tutto, siamo stati sempre avanti nel punteggio, cosa che ci ha dato tranquillità, loro ci hanno regalato qualcosa mentre noi in pratica non abbiamo sbagliato nulla. Ed il risultato di tutto questo è il 3-0 finale”.

Con una “Belva” felina nel recuperare palloni in seconda linea!

“Della prestazione personale sono contento, però a me interessa vincere. Poi credo che il migliore in campo sia stata l’intera squadra. Tutti hanno fatto bene, chi è partito dall’inizio ed anche chi è entrato, dando un contributo importante. Ma sappiamo di avere una rosa completa e di qualità”.

Chiuso il capitolo Cuneo, da domani testa sul futuro.

“Sarà un gennaio di fuoco. Per cominciare andiamo a Modena, un campo difficilissimo. Bruninho, oltre al valore tecnico assoluto del giocatore, ha portato entusiasmo a tutto l’ambiente. Perciò sarà una bolgia dove andremo con la consapevolezza che, giocando bene, ce la giochiamo con tutti. Poi il verdetto lo dà il campo ma bisogna sempre dare tutto”.

UFFICIO STAMPA SIR SAFETY BANCA DI MANTIGNANA PERUGIA