Archiviato il quarto ko stagionale, Palestrina è tornata in palestra per preparare al meglio una sfida importantissima che la vede domenica opposta alla Stella Azzurra Roma sui legni di casa. Con l’impellente bisogno di scacciare paure e ansie, schiodandosi dal fondo della classifica, è facile immaginare l’importanza di questo derby che riserva già grande attesa. Affrontare la squadra di Germano D’Arcangeli non è mai stato semplice, lo sa bene Palestrina che due anni fa in B fu battuta in entrambi gli incontri, ed anche domenica si prospettano diverse insidie lungo il percorso.

Le due squadre si sono già affrontate recentemente, si trattava della finale al Torneo di Cassino ed a spuntarla fu Palestrina in un testa a testa finale, ma i romani erano stati capaci di involarsi a venti lunghezze di vantaggio. La formazione è la solita approntata dalla storica società di Via dell’Arcadia, quasi tutti appartengono alla Under 19 Eccellenza ed in più sono a disposizione una manciata di elementi di maggior esperienza, quali Pappalardo, D’Ascanio e Gasperini. Il resto è un insieme di esplosività, muscoli e tecnica, assortiti e ben guidati da D’Arcangeli (espulso sabato, ma che sarà regolarmente in panchina) che di anno in anno riesce a migliorare ed allargare gli orizzonti di questo sodalizio da sempre rivolto alla crescita di giovani, molti dei quali spiccheranno il volo per altre categorie. Due nomi da seguire: il 97 Latorre sul quale ormai si sprecano elogi e paragoni, e il neo arrivato Moretti, un 98 già in grado di tenere il campo con qualità e faccia tosta. Squadra spigolosa che non lascerà respirare Palestrina, vista in difficoltà nelle prime uscite nell’attaccare squadre ben disposte, mentre in chiave difensiva si è visto solo a tratti il pressing asfissiante e le ottime marcature che hanno fatto grande fortuna nella passata stagione. Gli ospiti hanno colto il primo successo sabato scorso, nel derby con l’Eurobasket, dopo un periodo nero ed avaro di soddisfazioni, ma il morale ora sembra salito portando al PalaIaia un roster voglioso di centrare il secondo referto rosa. Vedendo anche il calendario (passato e futuro) di Palestrina, questo resta un match da non fallire, per affiancare una diretta concorrente e spezzare la striscia negativa che rischia altrimenti di influire ancor di più del dovuto sulle prestazioni del giovane team di Longano. Il pubblico si attende una prestazione all’altezza come lo è stata contro la corazzata Latina, cercando stavolta di avere anche il risultato a favore, e guardare con rinnovata fiducia al duro mese di novembre (Senigallia, Rieti, Orvieto).
Arbitri: Sebastiano Tarascio di Priolo Sangallo (SR) e Giuseppe Scarfo’ di Palmi (RC). Consueta diretta radiofonica, salvo variazioni, con Radio Onda Libera su www.ondalibera.it o sulle frequenze 99.00 e 97.100.