Il maestro Andrea Rescigno ha partecipato a un corso di formazione con i migliori allenatori italiani

Per i più promettenti atleti del Centro Taekwondo Arezzo potrebbero aprirsi le porte della nazionale

AREZZO – Le più moderne tecniche del taekwondo sbarcano ad Arezzo. A portarle è Andrea Rescigno, maestro del Centro Taekwondo Arezzo che ha partecipato al centro olimpico di Formia al corso di aggiornamento per allenatori promosso dalla federazione. Nei due giorni di ritiro, l’aretino Rescigno ha avuto modo di confrontarsi e di allenarsi con i tecnici e i preparatori della nazionale italiana, in sessioni di altissimo livello dedicate sia al percorso di crescita degli atleti più giovani sia ad un aggiornamento sulle più efficaci tecniche di combattimento. Tra i relatori del corso erano infatti presenti importanti personalità del taekwondo italiano come Diego Grisoli, preparare atletico della nazionale, Leonardo Basile, campione europeo in carica ed ex campione del mondo, e, soprattutto, il maestro coreano Yoon, il tecnico degli azzurri che ha guidato Carlo Molfetta fino all’oro alle Olimpiadi di Londra. «La partecipazione a questo corso – spiega Rescigno, – avrà tante ricadute positive sull’intero taekwondo aretino. Queste occasioni rappresentano momenti indispensabili per la crescita di ogni società perché permettono di essere sempre aggiornato e di tenersi al passo con i tempi: l’incontro con i massimi esponenti di questo sport mi ha aperto la mente permettendomi di interiorizzare metodologie e idee di allenamento che ora potrò riportare nella preparazione quotidiana del Centro Taekwondo Arezzo». Uno dei precetti chiave richiesti dalla federazione ai tecnici italiani di taekwondo è di prevedere una preparazione mirata e personalizzata per ogni atleta, con un lavoro differenziato che punti soprattutto sull’insegnamento della tecnica. A farsi promotore di questa idea è l’altro allenatore della nazionale, Geremia di Costanzo, che ha aperto le porte dell’azzurro ai più promettenti atleti delle singole società. «La nazionale – continua Rescigno, – vorrebbe conoscere tutti i migliori bambini e ragazzi delle varie società, studiando per loro un percorso di crescita individualizzato e permettendo loro di frequentare i raduni insieme ai tecnici e ai coetanei già in azzurro. Questa è una bella possibilità anche per il Centro Taekwondo Arezzo che fornirà ulteriori stimoli a svolgere con i nostri agonisti un percorso di crescita di elevato livello con la consapevolezza che i più bravi potrebbero entrare nel giro della nazionale». Un percorso che il Centro Taekwondo Arezzo ha già avviato in questa prima parte di stagione che, tra nuovi iscritti e tanto entusiasmo, sembra proiettare la società aretina verso un’annata di grandi risultati sportivi.

Uffici Stampa EGV