Si è svolta ieri sera, in occasione della gara di campionato Trenkwalder – Saie3 Bologna, la cerimonia di consegna del nuovo defibrillatore semiautomatico donato dalla Lega del Cuore alla Pallacanestro Reggiana

Sono scesi in campo Rossella Poli, presidente della Lega del Cuore di Reggio Emilia, il presidente della Pallacanestro Reggiana Ivan Paterlini e il dott. Vincenzo Guiducci, che oltre ad essere medico sociale del club e vice presidente dell’associazione, per l’occasione rappresentava il reparto di cardiologia dell’ Azienda Ospedaliera Santa Maria Nuova (nella foto il momento della consegna).

Una recente disposizione di legge rende obbligatorio per le società sportive professionistiche l’utilizzo del defibrillatore semiautomatico.

Questo strumento e di fondamentale importanza in caso di arresto cardiaco sul campo ed e in grado di salvare una vita poichè in questi casi l’intervento deve essere il più tempestivo possibile. Il defibrillatore potrà essere impiegato da tutti i membri dello staff tecnico della prima squadra e del Settore Giovanile biancorosso che per poterlo utilizzare hanno frequentato un corso d’addestramento specifico svolto da operatori dell’Azienda Ospedaliera Santa Maria Nuova.

Con Parmareggio, il fair play in occasione di Trenk-Saie3 Bologna diventa più gustoso!

Ieri sera, in occasione della gara di campionato Trenkwalder – Saie 3 Bologna, i capitani Donatas Slanina e Giuseppe Poeta sono stati accompagnati durante la presentazione delle squadre da due bambini vestiti con le divise ufficiali di Reggio e Bologna. Un gesto di Fair Play iniziato nella nuova stagione sportiva dalla Pallacanestro Reggiana.

Nella foto i capitani Slanina e Poeta, con le due mascotte, ricevono in dono una confezione di Parmareggio da Giuliano Carletti, Amministratore Delegato di Parmareggio.

Gaia Spallanzani
Responsabile Relazioni Esterne e Ufficio Stampa
Pallacanestro Reggiana Srl