Con l’Accademia FIR di Tirrenia primi 20′ fatali per i biancorossi che poi non riescono a recuperare (29-0)
I primi 20 minuti dell’anticipo di sabato con l’Accademia FIR di Tirrenia sono stati fatali per Aeroporto Firenze e hanno compromesso un’incontro che per i successivi 60 ha visto le contendenti fronteggiarsi su un parziale di 0 a 0. Malgrado il pesante passivo (29-0) la prova gigliata in trasferta di questa 5a giornata non è nemmeno lontana parente della prestazione opaca di15 giorni fa a Brescia. Da parte biancorossa si è vista a Livorno un gran bella continuità, ma è ancora difficile entrare in meta lontano dal Padovani. Buona prova del pack gigliato, che contro una squadra composta da professionisti (praticamente è la Nazionale Under 20) e dopo aver trovato le giuste contromisure ha saputo reggere in qualità e quantità senza cedimenti fino alla conclusione della gara.

Partono subito in salita i ragazzi di Sordini e Segundo. Già al primo minuto la velocità e la qualità dei giovani accademici, sopratutto sulle linee arretrate, si fanno sentire portandoli subito in meta e mettendo a dura prova il morale dei fiorentini che si lasciano andare a blackout che si protrae per tutto il primo quarto di gara. Gli azzurri sembrano inarrestabili, e Firenze incapace di reagire. La giovane squadra biancorossa ci mette troppo a metabolizzare il colpo e altre 4 mete non tardano ad arrivare. La reazione sul XV di De Marigny e Bot inizia a emergere sul fiale del primo tempo.

Nel secondo tempo la musica cambia. I gigliati dominano sulle fonti di gioco, soprattutto in mischia ordinata. I primi 5 uomini riescono sempre a mettere in condizione il N°8 fiorentino Borsi di partire con slancio per prendere la linea del vantaggio. Sul gioco aperto i trequarti di Aeroporto Firenze sono bravi a mantenere il possesso palla giocando nel primo canale vicino alla mischia senza però riuscire a concretizzare, un problema già riscontrato anche in altre occasioni precedenti.

Sordini alla valutazione dell’incontro: “Complessivamente gli aspetti positivi hanno superato quelli negativi, e del secondo tempo sono estremamente soddisfatto. I ragazzi sono rimasti in partita con spirito di sacrificio davanti a una squadra molto preparata. La nota più dolente viene dai trequarti, non siamo riusciti mai a difendere contro degli avversari bravi a giocare un rugby di alta intensità con ottime finte fissazioni, che attaccandoci molto bene sul terzo canale ci hanno messo in grande difficoltà Male perché abbiamo preso anche mete in prima fase, il nostro sistema difensivo non ha rispettato le tematiche che abbiamo affrontato in allenamento. Eravamo molto aggressivi, rovesciavamo la difesa, quando invece dovevamo avere molta più pazienza passando da più comunicazione per spingerli verso l’esterno senza farsi risucchiare. C’è da valutare che avevamo una decina di giocatori di buon livello della rosa della prima squadra fuori, tra infortuni e problemi vari.”

“Siamo comunque contenti per la reazione che i nostri ragazzi hanno avuto sullo svantaggio. – continua Sordini – Ci sono molte note positive. Finalmente abbiamo avuto una mischia eccellente, e mi sento di fare i miei complimenti a un pilone del ’93, Riccardo Piccioli, che si è dimostrato all’altezza della situazione facendo una partita magistrale. Molto bene anche il n°8 Claudio Borsi, che ha sempre cercato la linea del vantaggio imponendosi nelle ripartenze, è un uomo che sta facendo la differenza. Nel complesso sono molto contento, stiamo gettando le basi per lavorare su tante cose. I ragazzi stanno assimilando il nuovo sistema di gioco che io e Segundo stiamo cercando di improntare, e questo ci dà molta soddisfazione. Contiamo di recuperare almeno 3 o 4 giocatori per la prossima giornata e questo ci fa ben sperare”

Livorno, Stadio “Montano” – sabato 3 novembre
Serie A, V giornata

ACCADEMIA NAZIONALE TIRRENIA – AEROPORTO FIRENZE RUGBY  29 – 00  (29-00)

Accademia Nazionale Tirrenia:  Salerno, Di Giulio G., Manganiello, Seno (60 Balocchi),  Di Giulio D. (50 Agbasse),  Buscema, Azzolini (65 Speranza),  Mbanda,  Boccardo (41 Gorla),  Vian (46 Ruzza),  Riedo (75 Troare),  Trotta, Traore (30 Biancotti),  Rettagliata (16 Daniele),  Vento (41 Appiah) (65 Vento). All. De Marigny Roland, Bot Luca

Aeroporto Firenze Rugby: Viviani, Petrangeli; Marucelli (61 Ben Taleb), Maffucci, Cintelli, Falleri (20 Morace), Di Francescantonio, Borsi, Ippolito (41 Bianco S.), Fortunati Rossi (55 Bianchini), Savia, Soldi, Bianco G. (49 Fantoni), Fanelli (41 Leoni), Piccioli (63 Gambineri). All. Sordini-Segundo

Marcatori: 1 Mt Troare;  4 Mt Di Giulio G.;  18 Mt Di Giulio D. tr Azzolini;  24 Mt Manganiello;  32 Mt Manganiello tr Buscema.
Arbitro: Damasco di Napoli.
Giudici di Linea: Radetich e Casciello.
Note: cartellini gialli: al 24 per Ippolito; al 72 per Vento.

SERIE A – GIRONE 1 – V TURNO

ACCADEMIA NAZIONALE TIRRENIA – AEROPORTO DI FIRENZE RUGBY 29 – 00  (5-0)
UNIONE RUGBY CAPITOLINA –C.U.S. VERONA RUGBY ASD  26 – 24  (4-1)
ASD RUGBY UDINE 1928 – BANCO RUGBY BRESCIA  12 – 05  (4-1)
MODENA RUGBY CLUB ASD – ROMAGNA R.F.C.  17 – 42  (0-5)
PRO RECCO RUGBY –ASD RUGBY LYONS PIACENZA   16 – 09  (4-1)
RUBANO RUGBY – SAN GREGORIO CATANIA  NON DISPUTATA

Classifica:
Unione Capitolina punti 23; Lyons Piacenza punti 19; Pro recco punti 18; Accademia Nazionale Tirrenia punti 17; Rugby Udine punti 14; Romagna Rfc punti 12; Banco di Brescia e Cus Verona punti 11; Rubano punti 7; Firenze Rugby e Modena  5; San Gregorio Catania 0.

Prossimo Turno Domenica 11 Novembre 2012
Cus Verona – Accademia Nazionale Tirrenia; Rugby Brescia – Unione Capitolina; Lyons Piacenza – Modena; San Gregorio Catania – Recco; Firenze – Rubano; Romagna – Udine.

Nella foto “la mischia biancorossa punto di forza dell’incontro”
Jacopo Gramigni
AEROPORTO FIRENZE RUGBY | Comunicazione – Ufficio stampa