Domenica 25 Marzo, ore 17.45, l’appuntamento immancabile è al PalaBanca di Piacenza, dove la Morpho Basket affronterà i rivali della Sigma Barcellona in quello che si prospetta come un match chiave della stagione per entrambe le formazioni. Il campionato scorre inesorabile, la decima giornata di ritorno è alle porte e la classifica lascia i giochi ancora assolutamente aperti, sia nei confronti del discorso promozione-playoff che verso quello retrocessione. In questo contesto, il duello di Domenica assume un fascino unico che merita di essere apprezzato dal vivo poiché certe partite hanno la capacità di lasciare il segno. E Morpho-Sigma potrebbe essere una di quelle.

Come già contro Brindisi, Piacenza-Barcellona è una sfida che ormai si ripete per la quarta volta in questa stagione, l’unica differenza è che però questa volta i biancorossi non dovranno vendicare nessuna eliminazione in extremis dalla Coppa Italia. Casomai saranno gli avversari ad avere ancora amari ricordi di quell’ottavo di finale, quando Green e compagni, dopo aver espugnato il PalaBanca (69-73), cedettero le armi proprio in casa loro sotto i colpi micidiali di Anderson e del resto del team (69-80). Per la squadra di Corbani fu un successo storico ed inebriante, per quella di Pancotto una brusca caduta che avrebbe anticipato una regular season non da protagonista assoluta, e che avrebbe portato all’esonero proprio dell’allenatore non più tardi di due settimane fa.

Al di fuori della Coppa Italia, le due formazioni si sono sfidate pure nel girone di andata: era il 18 Gennaio, il mese più “freddo” per i piacentini, e i padroni di casa vinsero per 83-69 sfruttando a meraviglia la vena realizzativa di Martin e l’infortunio a metà incontro occorso a Capitan Passera, fino a quel momento in grande spolvero.

Come si diceva, i siciliani hanno iniziato questa stagione con le ambizioni più alte, confermate dal roster allestito e dal pubblico abbonato. Arrivati però ad oggi, questi si stagliano al quinto posto in graduatoria, a quota 26 punti, distaccati di quattro dal gruppo Brindisi- Reggio Emilia, e di sei da quello Scafati- Pistoia. Il treno delle prime della classe è stato perso nelle ultime settimane, quando la Sigma ha subito un filotto di quattro sconfitte consecutive che ha inevitabilmente causato l’esonero di coach Pancotto. Al suo posto è stato chiamato Giancarlo Sacco, e ciò ha spronato l’ambiente e la squadra, tornata alla vittoria Domenica scorsa contro Jesi (87-76). Inutile sottolineare che Barcellona ha tutte le carte in regola per riprendersi le posizioni di vetta, basta dare un’occhiata ai suoi giocatori per farsi un’idea di che “corazzata” sia: nel ruolo di playmaker Mike Green (ex Cantù, 14.6 p., 4.8 assists di media), come guardie Lukauskis (11.2 p, 46% da tre) e Bucci (10.6 p, 88% ai liberi) e sotto i tabelloni Hicks (12.7p., 4.1 rimbalzi) e Martin (7.1 p, 62% da due, 4,4 rimbalzi). Se si passa poi alla panchina, la Sigma sembra davvero essere squadra dalle infinite risorse grazie ai suoi Piazza (play), Dordei (ala), Mocavero (centro), Da Ros (ala-centro), Bonessio (ala).

In casa biancorossa si vogliono scordare al più presto le ultime due sconfitte subite contro Pistoia e Brindisi. Tutti sono pronti a dare il massimo per raggiungere questo obiettivo: Piacenza – Barcellona ha già il sapore del big match!!

Alla vigilia, Coach Corbani sottolinea la delicatezza dell’incontro, e le ambizioni del suo team: “Affronteremo una formazione che ha iniziato la stagione con grandi obiettivi, ma noi abbiamo già dimostrato in più occasioni di sapercela giocare. La Sigma lotta per conquistarsi una posizione ideale in vista dei playoff e magari vincere il campionato, noi invece proveremo a trionfare per rimanere nelle prime otto”. Nelle ultime due uscite i biancorossi sono stati sconfitti proprio nei finali di gara, inevitabile avere ora una” voglia matta” di riprendere il discorso con la vittoria. “Siamo reduci da due buone partite, c’è rabbia e dispiacere per averle perse entrambe, sono certo che almeno avremmo meritato di vincerne una, però viviamo con la consapevolezza di poter tenere testa a qualunque teams e,per una matricola al primo anno di professionismo, questo è un fattore che regala stimoli a tutto l’ambiente”. Classifica cortissima e squadre sempre sul mercato, Piacenza invece segue con convinzione la sua filosofia: “Il campionato è quanto di più incerto possa esistere, anche tante nostre avversarie cambiano pelle giornata dopo giornata, penso ad esempio a S. Antimo o Bologna. Noi, viceversa, seguiamo la politica di investire sul roster attuale: giorno dopo giorno in allenamento proviamo a rafforzarci come squadra; giocando sempre insieme e credendo in noi stessi possiamo crescere ancora”. E di nuovo, Fabio Corbani torna ad analizzare le insidie del match di Domenica, insidie legate anche al nuovo sistema di gioco degli avversari: “Con l’arrivo di Sacco sono cambiate sia le gerarchie dentro il gruppo, sia le situazioni difensive in campo. Ovviamente quando cambia un coach qualcosa si muove sempre, noi dovremo guardare a casa nostra, sperando che pure la fortuna inizi ad interessarsi a noi in prospettiva dello sprint finale”. Come nelle altre sfide, la lotta sotto canestro potrà essere determinante: “I rimbalzi sono sempre fondamentali, contro Barcellona ancora di più che contro le altre squadre: più ne strapperemo, e più potremo correre e sviluppare il nostro gioco offensivo. Un’altra chiave dell’incontro saranno gli uno contro uno: fino ad ora contro i siciliani ci sono sempre girati a favore, staremo a vedere se riusciremo a confermarci. Rimango comunque dell’idea che la tattica ora ha valore relativo, la differenza la faranno la personalità, la freddezza e la capacità di saper vincere dei giocatori”. Uno spettacolo assicurato insomma, a cui il pubblico piacentino è chiamato a rispondere in massa. “Ci saranno tanti atleti importanti sul parquet, tanti duelli a cui assistere, le basi per godersi un match esaltante ci sono tutte. Chiedo al nostro tifo di essere numerosissimo fin dalla palla a due, fin dalle 17.45, ne abbiamo bisogno!”.

Sarà possibile seguire la diretta tv online della sfida in streaming sul sito della Società www.ucpiacentina.com su www.piacenzasera.it e su www.canaleemilia.tv. Le riprese e la regia video sono a cura della Cravedi Produzione Immagini.

La partita sarà trasmessa inoltre via radio, con collegamenti in diretta dal PalaBanca, da Radio Sound (Radio Ufficiale Morpho Basket) sulle stazioni 95 e 94.6 oppure in streaming sul sito www.radiosound95.it

Ufficio Stampa MORPHO BASKET

Davide Rancati