PADOVA – Un anno speciale, un anno da campioni. Dopo 17 anni dal trionfo di Roma ’94, e cinque anni dopo Berlino con il calcio, una squadra italiana sale sul tetto del mondo: è il Settebello del CT Sandro Campagna che stupisce tutti e a Shanghai vince l’oro iridato. Ieri sera è andato in onda sul Tg 1 delle 20 il servizio speciale curato da Donatella Scarnati, che ha celebrato la Nazionale di pallanuoto come squadra dell’anno in tutti gli sport. Lo “Speciale Settebello” ha avuto il 26.53% di share – complessivamente 6 milioni di spettatori ed è stato il servizio più seguito del telegiornale. Un premio all’impresa compiuta dai tredici azzurri che sono pronti ad affrontare una nuova e stimolante sfida agonistica: gli Europei di Eindhoven (16-30 gennaio). Da ieri infatti il Settebello è in collegiale a Padova insieme alla Croazia del maestro Ratko Rudic, campione d’Europa, fino al 30 dicembre. Il clou il match ufficiale il 28 dicembre alle 20 nella piscina del Centro sportivo del Plebiscito Padova.

Questa mattina la conferenza stampa di presentazione presso il comune di Padova, Palazzo Moroni in via VIII febbraio, alla presenza del Assessore allo Sport Umberto Zampieri, il Presidente Comitato Regionale FIN Roberto Cognolato, del Presidente del Plebiscito Padova Lino Barbiero, il Presidente del Rotary Padova Lucio Pisani e del Cittì della Nazionale Alessandro Campagna che ha concluso l’incontro al comune: “Ringrazio le istituzioni presenti e la città di Padova per la calorosa accoglienza – dichiara Campagna – ora viene il difficile, in questi mesi abbiamo fatto un grosso lavoro di diffusione del nostro sport, i media si sono interessati a noi e il dispendo energetico è stato notevole. Da oggi si spengono i riflettori sul Mondiale e si inizia il percorso verso le Olimpiadi che iniziano fra sette mesi precisi, il 27 luglio 2012. La programmazione non tiene conto degli Europei ma ha un volume di lavoro finalizzato ai Giochi Olimpici, anche se giochiamo sempre per vincere. In questi giorni apriamo gli allenamenti ai media per far capire la durezza del lavoro e l’abnegazione che ci mettono i ragazzi. Dobbiamo crescere sia s ingolarmente chee come collettivo. Domani mi aspetto tanta gente in piscina, contro la Croazia sarà una partita dura, vera, a questi livelli non ci si risparmia mai”. La Nazionale scenderà in vasca per lallenamento alle 18 mentre domattina alle 10.30. Alle 20 c’è Italia-Croazia.

L’Assessore Umberto Zampieri si è dichiarato estremamente felice di ricevere in cittá la squadra campione del Mondo, “si corona cosí un anno in cui Padova è stata capitale dello sport, ospitando prima i mondiali under 20 di rugby, la nazionale di Pallavolo ed ora i Campioni del Mondo di pallanuoto. È per noi un onore quindi dare il benvenuto alla Nazionale Italiana, nella speranza che ci siano presto altre occasioni per ospitare grandi eventi di pallanuto internazionale”.

I CONVOCATI (18 atleti): Christian Presciutti (AN Brescia), Valentino Gallo, Tommaso Negri, Amaurys Perez (CN Posillipo), Matteo Aicardi e Valerio Rizzo (Carisa Savona), Maurizio Felugo, Massimo Giacoppo, Niccolò Figari, Pietro Figlioli, Deni Fiorentini, Alex Giorgetti, Niccolò Gitto, Federico Lapenna, Giacomo Pastorino e Stefano Tempesti (Ferla Recco), Stefano Luongo (RN Camogli), Arnaldo Deserti (RN Bogliasco).Lo staff è composto, oltre che dal CT Sandro Campagna, dall’assistente Amedeo Pomilio, dal team manager Francesco Attolico, dal preparatore atletico Alessandro Amato e dal fisioterapista Paolo Imperatori. 

PRECEDENTI ITALIA-CROAZIA. La Croazia è una Repubblica indipendente dal 1991, prima era parte della Jugoslavia. Sette i precedenti ai campionati europei: due vittorie (13-7 a Sheffield 1993 nel girone della prima fase; 9-8 nella partita d’esordio a Belgrado 2006), un pareggio (8-8 a Vienna 1995 nel girone dei quarti di finale), tre sconfitte (6-3 a Kranj 2003 nel girone della prima fase, 8-7 a Malaga 2008 nei quarti di finale, 8-5 a Zagabria 2010 nel girone della prima fase e 7-3 a Zagabria 2010 nella finale per il primo posto).

Alle Olimpiadi sono tre i precedenti: successo per 10-8 nella fase a gironi ad Atlanta 1996 e sconfitta in semifinale 7-6, così come all’esordio di Pechino 2008.

per 11-7. Ai Mondiali, tre i precedenti: 8-5 per gli Azzurri nelle semifinali di Roma 1994 e 9-9 a Perth 1998 nel girone dei quarti di finale, 9-8 in semifinale a Shanghai.