Espugnato anche il difficile campo laziale con Milushev super

In una prima di ritorno che agevolava piuttosto nettamente la co capolista Segrate, impegnata in casa contro la penultima Reggio Emilia, la Bcc Nep ha invece espugnato l’ostico mondoflex di Sora domando al quinto set, come all’andata,  la stessa formazione da affrontare in Coppa Italia il 18 gennaio. Aveva chiesto la vittoria coach Di Pinto ai suoi ragazzi che è puntualmente arrivata tenendo a bada i pericolosissimi attaccanti frusinati lasciati complessivamente ben sotto il 50% di positività e limitando decisamente il potenziale offensivo dell’opposto olandese Van Dijk (solo 38% in attacco) vero punto di riferimento dei sorani. La sfida fra bomber è andata nettamente a favore del bulgaro di Puglia, Danail Milushev autore di una straordinaria partita (31 punti con un ace e due muri) capace di mettere a terra il 58% dei palloni giocati. Di fianco a lui bene anche Rodriguez, ancora un ventello per lo spagnolo, e Castellano, 14 punti col 63% di positive. In definitiva una chiusura d’anno eccellente per Cicola e compagni all’esordio del girone di ritorno prima gara di un mino ciclo tutt’altro che facile per la compagine pugliese che dovrà affrontare il 5 gennaio Loreto in casa, poi Milano in trasferta ed ancora fra le mura amiche Città di Castello, tutte squadre ben proiettate nella zona playoff della Sustenium A2.

Piuttosto di punto perso dunque la vittoria a Sora rappresenta certo due punti guadagnati considerando la difficoltà di un match il cui unico rammarico sta nel aver commesso qualche errore di troppo che avrebbe potuto invece consentire la vittoria piena ai castellanesi. Ma d’altronde coach Di Pinto lo sa bene, ogni partita fa gara a se e soprattutto contro le prime della classe gli avversari tendono tutte a dare qualcosa di più ecco perchè la vittoria resta un segnale forte per Castellana Grotte pur se ora staccata di un punto dalla prima piazza in graduatoria.
LA PARTITA
Subito in equilibrio la gara vive di strappi con i gialloblù bravi a scappare un paio di volte, 6-10 e 13-16, ma con i padroni di casa bravi a rientrare nel punto a punto e premiati da un attacco di Van Dijk per il 25-23 del primo parziale.
Pronta la reazione pugliese che pur pagando qualcosina per il set perso restano attaccati alla partita sfoderando tutte le risorse da grande squadra e chiudendo il parziale 24-26.
Terzo set senza storia con la Bcc Nep che sciorina azioni di alto livello e picchiando duro con Milushev; il 7-13 viene consolidato grazie alla supremazia di tutto l’attacco castellanese che passa a condurre 2 set ad 1, col 18-25. In avvio di quarto set le cose sembrano prendere lo stesso abbrivio, 4-7, ma i padroni di casa si rifanno sotto già al secondo time tecnico, 15-16, prima che un ace dell’ex Libraro frimi il break decisivo, 21-19, per  portare la gara al quinto, 25-22. Un epilogo senza storia con la New Mater che gira 3-8 lasciando poco o nulla agli avversari con l’8-15 che sigla la vittoria ed un paio di giorni di meritato riposo prima di cominciare il nuovo anno (si ritorna in campo il 5 gennaio in casa con Loreto) con rinnovata fiducia.
GLOBO BANCA POPOLARE DEL FRUSINATE SORA – BCC-NEP CASTELLANA GROTTE 2-3 (25-23, 24-26, 18-25, 25-22, 8-15)
GLOBO BANCA POPOLARE DEL FRUSINATE SORA: Buzzelli, Van Dijk 20, Scappaticcio 1, Gaetano, Scuderi, Libraro 16, Pagni 9, Bratoev 14, Moretti 11, Gatto (L). Non entrati Gemmi, Rea, Pagni. All. Gatto.
BCC-NEP CASTELLANA GROTTE: Cazzaniga 1, Elia 8, Ricciardello, Falaschi 3, Castellano 14, Milushev 31, Rodriguez 20, Salgado 5, Maric 1, Cicola (L). Non entrati Rinaldi, Torre, Giosa. All. Di Pinto.
ARBITRI: Turtù, Pignataro. NOTE – Spettatori 1200, durata set: 28′, 33′, 28′, 28′, 17′; tot: 134′.


Pier Paolo Lorizio
Responsabile Ufficio Stampa
BCC-NEP Castellana Grotte