La squadra di Sau ferma sul pareggio la seconda in classifica.

MILANO – Con l’ultima gara del girone d’andata, il Comelt Toniolo Milano si conferma bestia nera per le grandi del campionato e al Cambini frena la corsa del Verona secondo in classifica con un bel pareggio per 3-3 centrando il quinto risultato utile consecutivo. La squadra di Daniele Sau, con i nuovi innesti, ha bloccato gli scaligeri giocando una partita aggressiva e volenterosa mettendo in difficoltà gli avversari costretti a rincorrere il risultato per tutta la gara.

E il cambio di rotta si vede subito perché invece di subirlo il Toniolo va in rete dopo soli 2 minuti con bomber Battaia, sempre più a suo agio dopo un rodaggio di inizio stagione. Il pari degli ospiti arriva a metà del primo tempo grazie ad un bel contropiede finalizzato da Cecchini nonostante le difficoltà del Verona a saltare il pressing asfissiante dei padroni di casa i quali non sfruttano alcune buone occasioni.

La ripresa è ancora nel segno bianco verde che ritornano in vantaggio ancora con Battaia ma, dopo solo un minuto, il Verona ritrova il pareggio con la rete di Tres. Il Toniolo non demorde e ripassa a condurre con Ghezzi al 6’; risposta immediata degli ospiti nuovamente con Tres all’8’. Nel finale il Verona gioca la carta del portiere di movimento per cercare di ottenere i tre punti rischiando qualcosa nei secondi finali ma senza che il punteggio si schiodi dal 3-3 finale.

Un altro prezioso punto, un’altra iniezione di fiducia. Buon Natale!
COMELT TONIOLO MILANO – VERONA 3-3 (1-1)

COMELT TONIOLO MILANO: Murdaca, Intini, Arcuri, Morosini, Sciortino, Da Silva, Maoski, Parenti, Peverini, Tumino, Battaia, Ghezzi. All. Sau.

VERONA: Fontaniello, Carone, Cecchini, Otero, Frusciante, Moris, Tres, Reway Resner, Fedele, Anzolin Boeria, Gomes Neto, Brumatti. All. Langè.

ARBITRI: Riccardo Arnò (Reggio Emilia), Angelo Farinola (Molfetta).

CRONOMETRISTA: Alessandro Ferrari (Legnano).

RETI: 2′ Battaia (CT), 10′ Cecchini (V) del p.t.; 1′ Battaia (CT), 2′ Tres (V), 6′ Ghezzi (CT), 8′ Tres (V) del s.t.

Andrea Pavanello